Cai, Cnsas, Guide Alpine: no all’eliturismo e all’eliski

Non c’è solo la Trilaterale (di Monti & company) e la Triplice Sindacale. Si configura anche una Triplice Alleanza Alpina. E’ quella costituita dai presidenti del Gruppo Veneto del Club Alpino Italiano, del Soccorso Alpino Veneto e del Collegio Regionale delle Guide Alpine. Che si sono messi d’accordo per dire «No all’eliturismo e all’eliski, sono in contrasto con la natura». Che dire? Intanto … auspicano, il ché è comunque un passo avanti nella chiarezza. Poi si vedrà.

Il Gruppo Veneto del Club Alpino Italiano, il Soccorso Alpino Veneto ed il Collegio Regionale delle Guide Alpine, si uniscono all’appello del presidente generale del Club Alpino Italiano, contro il diffondersi della pratica sulle montagne dolomitiche della pratica dell’eliturismo ed dell’eliski.
«Nell’apprezzamento e nella condivisione del contenuto», i tre presidenti ribadiscono la propria contrarietà al diffondersi di tali pratiche che, dicono, oltre ad essere contrastanti con la corretta fruizione della natura e delle bellezze di luoghi ed ambienti assurti a Patrimonio dell’Umanità, possono essere cause di una riduzione anche significativa delle norme di sicurezza del singolo o del gruppo.

Auspicano la continuità della stretta vigilanza da parte delle sezioni del Cai e dei gestori dei rifugi e l’adozione da parte della Regione Veneto di specifiche norme che ne disciplinino l’attività per adeguarsi a quanto già in atto nelle regioni contermini. Restano, infine, a disposizione degli Enti Locali e della stessa Regione Veneto per ogni tipo e forma di collaborazione possibile nello specifico settore ed, in genere, in quello della valorizzazione compatibile del territorio montano e della sua promozione in sicurezza.

La missiva porta la firma dei presidenti del Cai Veneto, Emilio Bertan, del Cnsas Veneto, Rodolfo Salentini, e delle Guide, Lio De Nes.

Foto: Surftribe.it

I commenti sono chiusi