5 Comments

  1. Mirco
    28 dicembre 2017 @ 08:16

    Ma io non la vedo così. Ritengo che i politici non siano tanto peggio della media Italica. Anzi. Abbiamo il “bracconiere”, condonato, che in questi giorni è sui giornali. Su facebook ci sono messaggi criptici sui pagamenti dei parcheggi negli ospedali, non ricordando che al San Martino di Belluno tutti parcheggiano perchè gratis ed i malati se vogliono vanno a piedi. Se si mettono strumenti di controllo velocità, virgulti italiani provvedono a distruggerli prendendoli a sassate. Mi sembra che alla fine i politici sono lo specchio degli italiani.

  2. Giuseppe Zanella
    28 dicembre 2017 @ 12:40

    @Egregio Mirco,
    “Ma io non la vedo così”: che cosa intende con questa affermazione? Io ho parlato di due fatti eclatanti: il Referendum istituzionale e l’Italicum, dove il Rignanese si è dimostrato degno erede dell’Innominato per insipienza e dabbenaggine… Non credo che, in questi casi, entri in gioco l’affermazione “che i politici non siano tanto peggio della media Italica”, visto e considerato che Renzi, il Berlusca e Grillo ce li siamo trovati sul groppone. Se poi vogliamo considerare che le scelte elettorali degli italiani sono da tempo rivolte a sostegno di una classe politica inqualificabile, allora il suo assunto può avere una qualche validità e l’astensionismo sta diventando una rivolta tacita di chi è veramente schifato da quello che si può da tempo notare nel panorama politico italico. Io credo che chi non partecipa al voto ha sempre torto, ma da qualche tempo cerco di capire le ragioni di certo stomachevole andazzo…

  3. Mirco
    29 dicembre 2017 @ 10:53

    Non volevo contraddirla. Per me mooolti italiani son contenti di questo andazzo; anche quelli che vanno al bar a lamentarsi perchè, in fondo, in fondo,il non pagare le tasse, l’impunità, il lavoro a nero … fa sempre comodo. Ergo quello che succede e le decisioni che vengono prese dal giovin fiorentino, oppure dall’Innominato, a mio parere, sono scelte volute da molti. Per finire, sempre a mio avviso, sul groppone il Berlusconi non ce lo siamo trovato perchè semplicemente … ce lo siamo votato.

  4. Giuseppe Zanella
    30 dicembre 2017 @ 10:15

    @Mirco,
    tutto quindi, anche a suo dire, si collega perfettamente al titolo del mio intervento. In quanto all’Innominato, la ‘passione italica’ di salire sempre in soccorso del vincitore (salire sul carro vincente, che profuma di denaro e successo, indipendentemente da ogni considerazione etica e morale) è la prova provata della inettitudine e dabbenaggine politica di un popolo che non si documenta e vota con il metodo “spanne”. Io comunque, insieme a tanti altri, non ho mai partecipato alla fiera degli estimatori di un tale ‘personaggio’, vergogna e motivo di derisione per la nostra povera Italia. Ora poi la farsa potrà trasformarsi in tragedia dopo il 4.3.2018 ed avremo Iddu annoverato magari fra i “padri nobili della patria”…

  5. Mirco
    3 gennaio 2018 @ 09:06

    Perfettamente; quello che volevo dire e che forse non mi sono spiegato bene era che non piango me stesso perchè …. non sono cagione del mio male. Non ho votato l’Innominato, non ho votato (a dire il vero nessuno votò i seguenti) Renziani, Lettiani, Gentiloniani. Quelli che li hanno votati invero non piangono loro stessi, perchè semplicemente sono contenti che tali personaggi siano dove sono. Auguri di Buon Anno nella speranza, a mio parere inesistente, che ci porti governanti più lungimiranti.