8 Comments

  1. 2+2
    12 Novembre 2022 @ 12:26

    Segnalerei che la sua aritmetica fa un po’ acqua, soprattutto se il contesto non viene bene inteso.

    Il 36% di astenuti, sono persone che hanno deciso che, per loro, “fa lo stesso”.
    Non hanno scelto. In pratica hanno detto che gli andava bene chiunque (in egual maniera) fosse stato eletto dagli altri.
    Quindi, o li escludiamo, e FdI si tiene il 26% di preferenze, oppure li includiamo, ma vanno a finire nei voti della maggioranza. Perché loro non hanno scelto, a loro è andato bene quello che hanno deciso gli altri. Quello che ha deciso la maggioranza dei votanti.
    Quindi abbiamo un 36% che si aggiunge alla coalizione di governo, o meglio ancora al suo aritmetico 16,64%, portando FdI al 52,64%.

    Aritmeticamente, è il 52,64% una minoranza?

  2. un lettore
    12 Novembre 2022 @ 18:17

    Era da tempo che volevo lasciare un commento in ordine ai vari post denigratori del “saccente”…
    Se secondo “isso” non c’è nessuno con i requisiti (che vorrebbe esso) in grado di governare l’Italia, perchè non si è candidato egli ?
    Troppo facile fare il “Leone da tastiera”… ….

    I governi che si sono succeduti dalla caduta del fascismo, fino ad oggi, hanno portato l’Itaia ad un punto tale di sfacelo economico che neanche un mago potrebbe mutare la situazione.
    Se “esso” ha la soluzione, che si proponga…..

  3. Giuseppe
    12 Novembre 2022 @ 18:25

    Quindi ,caro Signore “2+2”, il suo arzigogolato argomentare la porta a dire che gli astenuti sono consenzienti… Gli esperti sondaggisti la pensano diversamente, così come molti assenteisti dai seggi hanno dichiarato di non essere andati a votare per protesta. Protesta per l’andazzo di una legge elettorale vomitevole, protesta per programmi elettorali fantasiosi ed irrealizzabili, programmi, insomma, farseschi, fumo negli occhi per i gonzi-creduloni. Certo, votare è un diritto-dovere del cittadino; ma chi è stomacato dall’andazzo attuale dei “rivenienti” (vecchi arnesi politici riesumati, riciclati, magari attenzionati dalla Giustizia) certamente non se l’è sentita di rendersi complice di un tale contesto. Ella cerchi piuttosto di argomentare nel merito, anziché limitarsi a considerazioni farsesche di tipo elettoralistico. Se poi proprio vogliamo, la logica ci dice che i voti ottenuti da questa destra-destra sono comunque la espressione di una minoranza come valore assoluto. Sarebbe necessaria una logica che anche un bambino di 3a elementare certamente riuscirebbe a capire… Stia sereno e cerchi di valutare il contenuto del mio intervento con un pizzico di oggettività maggiore di quella dimostrata nel suo commento. Altrimenti lei dovrebbe essere ascritto fra i vari turiferari di turno, pronti ad osannare il leader novello, salvo poi accorgersi che la incompetenza e la dabbenaggine regnano sovrane. così come già dimostrato nella prima settimana di esercizio del potere.

  4. GIUSEPPE ZANELLA
    13 Novembre 2022 @ 09:32

    Breve replica a “un lettore”.
    Io non sono ‘un leone da tastiera’. I miei interventi, diversamente da lei, sono firmati. In quanto a ‘saccente’, vorrei farle notare che un confronto dovrebbe basarsi su disquisizione oggettive e di merito. Lei invece ‘blatera’ e falsa la storia, tra l’altro in un italiano improbabile. L’Italia ha avuto anche il boom economico ed un premio a livello mondiale per la moneta. Non è quindi vero che dopo il Fascismo i “governi che si sono succeduti hanno tutti demeritato”!! Studi la storia e non faccia davvero il saccente. Le sue offese proprio non mi toccano…

  5. 2+2
    13 Novembre 2022 @ 12:43

    Mio caro Giuseppe,
    innanzitutto, lei non sa per chi ho votato, e se vuole saperlo, non ho votato per i vincitori di tale tornata elettorale, quindi il mio giudizio è oggettivo, non di parte.
    Non sto “osannando il leader novello”, che non mi rappresenta, come non mi rappresenta nessuno dei candidati disponibili.

    Il mio è un semplice ragionamento logico di base, quello che lei chiama “da 3a elementare”.
    Non mi interessa il motivo, che sia di pigrizia, protesta, o quant’altro, per cui il 36% degli elettori non ha votato.
    Ad ogni azione segue una conseguenza.
    Ad una votazione, senza quorum previsto, segue un’elezione.
    Ci fosse anche il 99% di astensionismo, l’Italia verrebbe governata dai candidati scelti dal rimanente 1%.
    Quindi, per una logica “da 3a elementare”, se non voti, lasci che gli altri decidano per te.
    Se non vuoi che un partito, tipo FdI, vada al governo, dai il tuo voto ad un altro partito.
    Se non lo fai, ti va bene che FdI vada al governo.

    Perché se cerchiamo la percentuale vera degli italiani che sono rappresentati da un partito o dall’altro, nemmeno le percentuali delle elezioni sono valide.
    Quanti del 26% di FdI, si identificano in tale partito? Quanti l’hanno votato, solo perché, per loro, il meno peggio?
    Quanti del 19% del PD si identificano in tale partito? Quanti l’hanno votato, solo perché, per loro, il meno peggio?
    Quanti del 15,6% del M5S si identificano in tale partito? Quanti l’hanno votato, solo perché, per loro, il meno peggio?
    Quanti hanno votato solo per un rappresentante locale, indipendentemente dal partito? De Carlo deve aver ricevuto molti voti nella provincia di Belluno per essere stato uno dei pochi a rappresentarla, anche da elettori non seguaci di FdI…

    Quindi, se vuole parlare di valori assoluti, FdI è stato eletto con un “SI'” del 16,64% degli italiani, e con un “SIA, VA BENE” del 36%.
    Questo è quello che le urne hanno detto.

  6. Un lettore
    13 Novembre 2022 @ 16:46

    ….come sempre dimostra di voler essere l’unto del signore….che tutto sa…. e che gli altri non sono alla sua altezza…..
    Alle elezioni comunali, a cui si era proposto, i cittadini di Lozzo le hanno dato il responso democratico….

    La riverisco….

  7. GIUSEPPE ZANELLA
    13 Novembre 2022 @ 22:39

    Io sono aduso a confrontarmi con persone civili e dalla dirittura etica ineccepibile, non con persone incapaci di sostenere un qualsiasi, pur minimo, contradditorio. Questo individuo dimostra solo una capacità di rancorosa animosità, senza stare al contenuto delle cose da me scritte. Ed in sole quattro righe questo individuo riesce ad evidenziare una acrimonia che proprio non mi ‘tange’, lasciandomi del tutto indifferente. Ma non voglio eludere niente, precisando che quanto dirò costituirà un definitivo saluto a cotanto deprecabile soggetto dal comportamento così (in)’civile’. Io non sono l’unto del Signore, sono però un soggetto raziocinante e credo, con tutta la modestia del caso, di possedere una buona preparazione ed una buona cultura che ho spesso messo a confronto con personaggi di ben altra levatura. In quanto alla mia esperienza amministrativa del 2004, penso di aver svolto il mio mandato con rettitudine, con la massima disponibilità ed efficacia. Nessuna volontà di autoincensamento, ma ricordo soltanto, per i lettori del Bloz, che, a scadenza del mandato, l’avversario ha riconosciuto con i suoi adepti che la mia azione era stata efficace e corretta. Sì, dopo 40 anni di assenza dal paese, volendo evitare la mancanza di una dialettica politica (si paventava l’assenza di un contraddittorio), mi sono impegnato ed ho adempiuto al mio mandato con il massimo impegno e serietà. Tra l’altro, grazie alla mia azione, L’Ente ha potuto ottenere dalla Corte dei Conti di Venezia e di Roma una sentenza per danno erariale che ha fatto rientrare nelle casse comunali la non trascurabile cifra di circa 90.000 Euro. E mi fermo qui per non ricordare certe situazioni che reputo tuttora in modo… non positivo. So soltanto di essere stato l’unico consigliere che puntualmente presiedeva alle Sedute del Consiglio, preventivamente documentandosi. Evidentemente, l’acrimonia deve essere un requisito essenziale del novello ‘lettore’ dall’incerta grammatica e sintassi, forse interessato solo alla denigrazione. Quanto qui scritto è fatto soltanto nei confronti e per rispetto dei lettori del Bloz sul quale, volendo, si può trovare ogni documentazione utile a plateale smentita di quanto asserito da questo soggetto dal nike-name “un lettore”. Le delibere di Consiglio esistono pur sempre quale prova del mio corretto agire di amministratore pubblico…

  8. GIUSEPPE ZANELLA
    13 Novembre 2022 @ 23:05

    “2+2”
    Tutte le sue argomentazioni si sono inizialmente limitate a contestare il mio ragionamento di natura aritmetica circa l’entità asserita e documentata della minoranza che ha espresso l’attuale compagine governativa, complice in questo la nefanda legge elettorale in vigore. Trovo la sua motivazione sul valore (o disvalore) della massa di ‘evasori/elusori’ elettorali del tutto errata e fuorviante. Come si fa ad intruppare nei “consenzienti” milioni di persone che hanno disertato le urne, NON PER DELEGA, ma per protesta multiforme e pubblicizzata? Io avrei voluto un contraddittorio a tutto campo, ossia che Lei entrasse nel merito degli argomenti da me trattati, senza limitarsi ad un solo aspetto, del tutto trascurabile ed ininfluente rispetto alla mole delle mie osservazioni. Peccato, ciò non toglie che sia sempre possibile tornare compiutamente sugli argomenti da me trattati di natura eminentemente politica. A disposizione per un serio confronto, la saluto cordialmente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code