Bersani e il mozzo

Nel video proposto, Bersanino sempre in piedi ha appena perso le elezioni (per la precisione, non le ha vinte). Alla domanda “che cavolo ci stai ancora qui a fare …” l’anguilla risponde “io non sono uno che abbandona la nave: posso starci da capitano o da mozzo, ma non abbandono la nave”.

Dopo le ultime vicende le fronde interne al PD si stanno riorganizzando ed una parte di quelli che finora l’hanno sostenuto si stanno preparando per buttarlo a mare alla prima occasione utile (Veltroni e D’Alema, Finocchiaro e Bindi, queste ultime sacrificate e messe in disparte per “seguire Grillo sul suo campo di gioco”, i “giovani turchi” e lo stesso Renzi che finora si è ciucciato il pollice in disparte).

Può anche essere che mi sbagli, ma fossi in capitan Findus-Bersani, inizierei a gonfiarmi la ciambella di salvataggio. Poi, soprattutto nel PD (vedi Melandri al Maxxi, per fare un banale esempio), un posto da mozzo non si nega a nessuno.

2 commenti per Bersani e il mozzo