FriuliVG: anche qui s'è rotta la linguetta...

Mentre il bimbominkia, che doveva rimanere in silenzio per due anni, a Ottoemezzo ha fatto l’unica cosa che sa fare, il bimbominkione doc, ai 5 stelle filanti s’è nuovamente rotta la linguetta (quella della scatola di tonno). Vero che i filanti hanno fatto chiudere la campagna elettorale in FriuliVG da Carelli, che ha meno carisma di Clarabella mentre dorme, ma un atterraggio sì ruinoso non era contemplato.

Nel frattempo Giggino ‘o Premièr, dando sfoggio di un’acutezza istituzionale propria di una scamorza, ha scritto che “il pd [leggi tutto …]

maialini forever

…piddini, grillini: maialini. Prove tecniche di maialismo.

(dai che Franceschini è già in crisi d’astinenza: la poltronite)

"Oggi il #PD è il pericolo numero uno del Paese".Quando Roberto #Fico diceva la sua sul Partito Democratico. #agorarai pic.twitter.com/ehhbgc5iji

— Agorà (@agorarai) April 24, 2018

 

Il M5s spiegato con una foto

Un’immagine vale più di 1000 parole (e così sia amen).

(@percesepulto)

la democrazia diretta e filante...

Più o meno come tutti gli altri, forse un filino peggio:

5 stelle filanti

Un altro contributo al bestiario della politica taliana. Messi lì come cani da guardia hanno funzionato benino. Del resto, per abbaiare non è che servono tutti ‘sti neuroni. Servono, invece, se devi costruire qualcosa, fosse anche una semplice idea di futuro. Ed è qui che li abbiamo visti rimbalzare come palle impazzite in un flipper psichedelico. In campo economico, per esempio, si sono resi protagonisti di alcune uscite che neanche i pinguini in calore avrebbero l’ardire di proporre e, soprattutto, sostenere (un conto è buttarla [leggi tutto …]

nel dubbio, io voto SVP

Oggi, Arno, con le solite patatine fritte elargite d’ordinanza: “non votare vuol dire lasciare che altri decidano per il proprio futuro” (non è proprio così, glielo avevo anche accennato, ma niente…), ha invitato alla partecipazione: “Partecipiamo a questo voto per scegliere chi dovrà rappresentare la nostra provincia nel futuro parlamento”.

Quelli del Terzo Segreto di Satira c’avevano già pensato: un voto per SVP che, oggi come oggi, avrebbe il vantaggio di togliere dall’imbarazzo una buona fetta di elettori italici (peccato che …). Vi risparmio la prima [leggi tutto …]

piuttosto che votare più-europa...

Diceva un tale: piuttosto che… me lo meno finché non va in giro da solo. Del baldraccone UE s’è detto e si dirà. Inoltre, come valutazione squisitamente politica, nonna Emma è diventata, al pari di tante altre, una creatura immonda (basti guardare al caldo abbraccio con Tabaccio…).

L’ho sepolta almeno da dieci anni, perciò non puzza più. Vent’anni fa avrebbe dovuto ritirarsi dandosi a qualche attività di bricolage. Invece di trastullarsi col bricolage s’è ispirata a Beveridge, e ora la nostra si rivolge ad emarginati ed [leggi tutto …]

quelli del Corralito... (o dei responsabili ecocomici)

Un’altra perla dal bestiario dei piddoni: Filippo Taddei (responsabile ecocomico del PD) ne Il Corralito: 

(qui la performance nuda e cruda del responsabile ecocomico del PD)

Kekistan, la terra dei Keki

(lode a Kek)

sicuro sicuro? pensaci dai! (wroom wroom)

La parodia dello spot elettorale del PD (con questa gentaglia -cit. Calenda/Embraco- ti viene facile):