Giorgia Meloni e le preferenze (la forza del buon senso)

Non è che le preferenze risolvano alla radice il problema generale di questo orrendo sistema elettorale (che a parte il problema delle preferenze ha in ogni caso più buchi di un groviera). Se poi le preferenze le devi attribuire a persone comunque scelte dal partito (a meno che non si facciano le primarie), non sono preferenze di grande qualità. E così via dicendo (le solite cose, insomma). Detto questo, le parole di Giorgia Meloni nell’intervento parlamentare a sostegno dell’introduzione delle preferenze sono semplicemente puro buon senso, niente di più, ma  … ti scaldano il cuore.

)

1 commento per Giorgia Meloni e le preferenze (la forza del buon senso)

  • Nulla da dire di più

    Penso ci sia poco da aggiungere a cose più che sacrosante.
    Manfri e Piaz dovrebbero sentire e risentire e risentire e risentire e risentire (al milionesimo esponente) quanto ha espresso la Meloni.
    Non è perchè sei lì che fai o che puoi fare quel ca@@o che ti pare e piace.
    Devi essere da esempio ai tuoi amministrati!
    Ma si sa, non è così!
    Stemo a vedare