3 Comments

  1. Simona
    8 Novembre 2009 @ 16:56

    …vorrei solo ricordare che ci sono anche dei… diversamente cristiani (non cattolici) pochi in italia, ma tanti nel mondo -anche se ignorati dai nostri media, per lo più… Io ad esempio sono valdese, e come ha detto bene la nostra moderatora, la pastora Maria Bonafede, a capo dell’Unione delle chiese metodiste e valdesi: “Nessun simbolo è come averli tutti: ognuno può pregare il suo Dio – senza bisogno di vedere appeso al muro il senso della propria fede”. “Se le aule non avessero simboli religiosi, le scuole sarebbero più libere, laiche e pluraliste.” En passant, ricordo anche che noi NON utilizziamo nemmeno un euro dell’otto per mille per le ns. chiese e i nostri pastori/e, perchè riteniamo che per essere davvero “libera chiesa in libero stato”, il ns. culto debba essere finanziato dai soli fedeli/membri di chiesa. Viene tutto utilizzato per opere sociali, assistenziali, umanitarie e culturali. E…sia detto tra parentesi, l’OPM valdese viene amministrato in modo – temo – persino più laico dell’OPM statale, che spesso è servito a finanziare restauri di opere e strutture di chiese cattoliche…quando non addirittura per pagare le missioni NATO all’estero… Beh, spero di essere stata utile a qualcuno dei tuoi lettori Bloz! Simona (cittadina laica, cristiana, protestante – valdese)

  2. Danilo De Martin
    8 Novembre 2009 @ 18:06

    Non so se inizierò mai un percorso di fede. Non ho dubbi invece sulla “simpatia” che personalmente provo nei confronti delle chiese protestanti, rapportate a quella cattolica, anche in ragione di una mia naturale avversione alle gerarchie, soprattutto quando è in gioco la nostra fede. Sono quindi più che felice di ospitare questo tuo intervento, sperando che sia nel contempo utile a qualcun altro.

  3. il Vaticano contro i patrimoni Unesco » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    27 Novembre 2009 @ 14:04

    […] Vaticano agisce sempre così. Anche per la sentenza della corte europea sul crocefisso: prima, in sordina, lancia il sassolino nello stagno. Poi, quando tutti hanno esternato il proprio […]