poi c'è l'ortottero astensionista attivo...

Nel bestiario messo in luce da questa tornata referendaria c’è anche l’ortottero astensionista attivo, nell’occasione compagno di merende della Sinistra italiana chi?

A fianco dell’ortottero autonomista e provincialista che invita a votare Sì ai referendum, tanto più in vista – per quanto riguarda quello bellunese – della possibilità di praticare il coitus ininterruptus per salvarci dal crollo demografico, c’è l’ortottero “mutante” che, probabilmente confuso dall’effetto lisergico dei prodotti disseminati in aria dalle scie chimiche (che respira a pieni polmoni), indossata la casacca de el pueblo astensido jamás será vencido, sollecita il [leggi tutto …]

cigiellini e spopolamento 'nel giro di qualche censimento'

Dice ancora il cigiellino, tale Bressan, riferendosi alla popolazione della provincia di Belluno (altre amenità e info un tanto al chilo qui e quo):

[…] nel giro di qualche censimento abbiamo perso quasi 20.000 abitanti

Fra le tante unità di misura del tempo a disposizione, anno, decennio, secolo, millennio, il nostro ha scelto un esotico “censimento”. Che tanto esotico poi non è visto che coincide con un decennio: tra un censimento e l’altro ci sono 10 anni. Ma, visto che si parla di misure di popolazione, il [leggi tutto …]

cigiellini, spopolamento e 'il coglione di media'

Alle sciocchezze del “contenente” (Telebelìn), si sommano quelle del “contenuto” (questa è una, ve ne sono altre che vedremo in seguito): dice, tale Bressan, per esempio, in riferimento allo spopolamento della nostra provincia, che

noi abbiamo una perdita costante di abitanti dai 1.000 ai 1.500 ogni anno…

che è un po’ come dire che i rappresentanti della popolazione umana sono dotati, mediamente, di un coglione (uno in dotazione al maschio e l’altro alla femmina, mediamente).

Bene che dello spopolamento se ne parli, ma la correttezza informativa richiederebbe un [leggi tutto …]

precedenza dare

Mi è giunta una nuova segnalazione. Questa volta si tratta di un segnale stradale alieno, perlomeno per le mie attuali conoscenze in materia, posto presso la Manadoira.

Potrebbe essere un segnale di pericolo generico – altri pericoli -, ma manca il punto esclamativo. Ci fosse almeno quello di domanda, si potrebbe configurare come pericolo… boh. Ma non c’è niente di niente: pericolo… nulla? Fate come se non ci fosse?

Forse, molto più semplicemente, si tratta di un segnale dare precedenza montato sottosopra, o sotto l’effetto di qualche sostanza inebriante [leggi tutto …]

'...è come se scomparissero due o tre comuni della nostra montagna'

Quante sciocchezze da Telebelìn in un così breve servizietto sullo spopolamento. Nelle righe di presentazione scrivono (neretto nostro) che

Ogni anno un calo di 100/1500 residenti, come se scomparissero dalla cartina geografica due comuni della nostra montagna.

Nel servizietto prendono coraggio e spunta addirittura il terzo comune: “come se scomparissero… due o tre comuni della nostra montagna”.

La provincia di Belluno ha 205.000 abitanti. Togliamo quelli di Belluno e Feltre (57.000, so’ cittadini) e ci restano 148.000 abitanti in 65 comuni. Siccome la provincia di Belluno è interamente montana, dobbiamo [leggi tutto …]

Collo Vidal (su a Pan dei Bui)

Mi giunge notizia che a Pan dei Bui (per i normodotati Pian dei Buoi) fa bella mostra di sé altra tabella della serie “edizione riveduta e corretta senza errori di stumpa”. Similmente alla già mitica Prau (moglie di Prou e madre di Preu) della quale ci siamo già interessati, questa tabella indica la famosa località di…

Collo Vidal

Il toponimo conosciuto a queste latitudini è Col Vidal, ma anche “colle” si poteva certamente digerire (in fondo col è il troncamento di colle, consuetudine secolare davanti a toponimi [leggi tutto …]

Prau, moglie di Prou, madre di Preu...

Le tabelle, aaaah, le tabelle. Una sorta di sapere cristallizzato. E’ vero: “chi fa, falla”, ma c’è anche “chi la fa, la fa”.

Che facciamo, compriamo una vocale?

Questa dev’essere tutta roba indigena. Chi avrà fatto la correzione dei testi (prima) e la verifica dei testi (dopo)? 

 il comune di Pozzo o l’Unione Montata del Contro Calore?

(dai che c’è andata di culo: almeno il contorno non zoppica; se fosse stato “In Muntan Baik nel Quore del Cadore” avremmo potuto chiamare la Cnn e presentare le pirle del sorgo ooops, le perle [leggi tutto …]

cosa vedere in Veneto: per esempio il Sassolungo di Val Gardena

Della serie: articoli turisticoidi un tanto al chilo.

Lei si è svegliata (ma se volesse prendersi qualche ora di sonno in più noi non ci opporremmo) con tanta voglia di trascorrere quale giorno (vedi la carenza di sonno!? qualche) tra la natura. Lei si dice convinta che apprezzeremo il post che sta per scrivere, ovviamente nel caso noi si sia genuinamente appassionati di natura e alla ricerca di luoghi unici e incontaminati (confermo, lo siamo).

Tuttavia, va detto che anche i siti contaminati non ci dispiacciono per niente: [leggi tutto …]

a ddarioo! (il franceschini verytonfo)

Franceschini, un menestrello più che un  ministro, di questo status (di menestrello) ci ha dato conferma. A suo tempo ci siamo accostati alla sua “creazione” verybello.it:

[…] Per dire: il sito è su un server non dedicato, insieme a teloficconelculo.com, leccastaminchia.com e altri siti porno. Si, insomma, l’ambiente non è dei più fidati. Inoltre l’accessibilità, intesa come attributo di navigabilità del sito, è una chimera. Il porto delle nebbie, a confronto, è un luogo cristallino.

Verybello s’è rivelato per quello che era fin dalle origini: un verytonfo!

Per [leggi tutto …]

dopo averglielo mostrato, gliel'ho fatto anche provare (divertissement museali)

A suo tempo (un anno e mezzo fa) gliel’avevo solo mostrato, ora gliel’ho fatto anche provare. E’ uno dei modi per scoprire il mondo. A me sembrava che un museo (ma tante altre increspature del territorio) potesse trarne una qualche soddisfazione:

Sai, con tutti i musei che abbiamo, le chiese, le case degli oratóri, le magnifiche sale, i bordelli. Qui in Cadore eh, mica al Louvre o giù dalla Venere del Botticello, che lì, forse, c’han già provveduto. Insomma, in attesa che arrivi lo stronzante (lo [leggi tutto …]