4 Comments

  1. L'Economa Domestica
    4 Ottobre 2014 @ 10:29

    Mille e ottocento presenze dal Lazio in meno ci stanno tutte, ma le quasi cinquemila presenze in meno di veneti ad Auronzo fanno riflettere.
    Poi purtroppo quello che non si vede dalle statistiche è il giro d’affari: i turisti che sono arrivati hanno approfittato di offerte speciali negli alberghi, hanno affittato le case più economiche? Hanno speso nei locali e nei negozi?

  2. andamento stagione turistica Cortina-Auronzo Dolomiti: dati a luglio 2014 mese per mese » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    6 Ottobre 2014 @ 09:39

    […] dati sull’andamento della stagione turisica Cortina-Auronzo Dolomiti precedentemente pubblicati si riferiscono al totale progressivo dei flussi da inizio anno. Questi che seguono si riferiscono […]

  3. andamento stagione turistica Veneto-Dolomiti mese su mese: dati a luglio 2014 » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    6 Ottobre 2014 @ 12:46

    […] Andamento su base mensile (mese su mese) delle presenze totali aggiornate a luglio nei comprensori, nelle povince e nei settori turistici locali del Veneto integrati con i dati delle Dolomiti. A questo indirizzo i dati degli arrivi totali. Le tabelle dell’area Dolomiti con i dati cumulati da inizio anno le trovate qui. […]

  4. Danilo De Martin
    8 Ottobre 2014 @ 12:19

    @L’Economa Domestica,
    da questo punto di vista “siamo alle solite”. Purtroppo quella della “spesa” del turista è un problema che si può valutare, a livello macroscopico, solo a distanza di qualche anno (il singolo albergatore lo sa ovviamente subito, e conseguentemente le varie associazioni di categoria che, in qualche misura, riescono anche a valorizzare il problema con i questionari fra gli associati). Indagini demoscopiche mirate potrebbero centrare il problema anche su aree geografiche limitate, ma non credo che gente che non vede oltre la punta del proprio naso possa ricorrere a strumenti di questo tipo per creare soluzioni alternative. Ma quello che dici varrebbe anche nel caso più roseo di presenze e/o arrivi in crescita (offerte con prezzi in forte calo possono stimolare la domanda degli incerti e sostenere i flussi ma … a che prezzo?).