ex caserma di Soracrepa: vecchie e nuove muffe... (bis)

Mi richiamo alla segnalazione di @talaren relativa all’incarico a studio legale (impegno 30.000 euri) conferito dai comunardi nostrani per il recupero dei danni subiti agli interni nel corso del dis-ri-facimento del tetto della povera caserma di Soracrepa.

E ribadisco la mia perplessità già manifestata in ex caserma di Soracrepa: vecchie e nuove muffe… : se lo stato degli interni era più o meno così prima dell’intervento sul tetto, e ora si lamentano danni per 270mila euri, di mestiere, la ditta a cui sono stati affidati i [leggi tutto …]

un asteroide sulla ex caserma di Soracrepa: 270mila euri di danni

Dunque, quella pretesa di “risarcimento completo“, avanzata dall’Amministrazione comunale per “alcuni danni” causati dalla ditta durante il rifacimento del tetto, alla quale si faceva riferimento parlando della maledizione del Tutankasermon, va ben oltre la mia ovvia stima di “almeno 100mila euri“.

Non ho mai immaginato di conferire a quel “almeno” un’elasticità tale da giungere a coprire quasi tre volte la cifra stimata inizialmente (già 150mila, una somma pari all’importo dei lavori da svolgere, mi sarebbe sembrata colossale). Ma tant’è: la stima è giunta a (quasi) tre [leggi tutto …]

nell'attesa di degustare il medaglione Montiglio...

Attendendo il giorno nel quale si potranno finalmente degustare il medaglione Montiglio, il piatto del Casermona, le tagliatelle alla Tutankasermon o i pizzoccheri alla Soracrepa, scorrazzo per Razzo… e poi mi delizio il palato con il Piatto della Baita Ciampigotto, una rara bontà!

ex caserma di Soracrepa: vecchie e nuove muffe...

Nel pur chiaro quadro della persistente e negativa maledizione di Tutankasermon (articolo qui e quo) si può scorgere un elemento positivo. Se il danno per il quale l’Amministrazione non ha ritenuto congrua la cifra di 75mila euri fosse da attribuire a deficienze nel corso dell’allestimento della nuova copertura e si fosse manifestato (anche) con un degrado della salubrità delle stanze (muffe varie, scrostature…), oggi si potrebbero prendere due piccioni con una fava.

Dall’operazione sanante (o sanatoria) per recuperare le nuove magagne, ne trarrebbero giovamento anche quelle [leggi tutto …]

Soracrepa e la maledizione di Tutankasermon (bis)

Dicevamo della maledizione di Tutankasermon che avviluppa fin dalla nascita il Casermona. Della cronaca prodotta dal Gazzettino sull’argomento non so nulla, ma dal Corriere ho tratto queste righe del vicesindaco che, “a proposito dell’ex caserma, chiarisce la posizione dell’Amministrazione in merito ad alcuni lavori finiti al centro di una disputa di natura economica”.

«È in atto un contenzioso con la ditta esecutrice dei lavori di rifacimento della copertura che, per alcuni danni causati, ha pensato bene di offrire attraverso un’assicurazione la cifra di 75mila euro a titolo risarcitorio. [leggi tutto …]

Soracrepa e la maledizione di Tutankasermon

Non così letale come la più famosa maledizione di Tutankhamon, ma qualche oscuro maleficio, qualche funerea fattura, deve pur avviluppare quella benedetta maledetta caserma: il Casermona (qui il link per scaricare il PDF del libro). Fin dagli albori della propria storia, fin dal progetto, essa ha subìto una nefasta stregoneria che, nel corso degli anni, non ha perso lo smalto iniziale, anzi!

Ce l’hanno raccontato, sulle pagine de il Cadore nel numero del marzo 2012, Giovanni De Donà e Walter Musizza, firmando un articolo titolato Caserma di Soracrepa: [leggi tutto …]

ex caserma Soracrepa: un nuovo tassello s'aggiunge alla saga

Alla fine de “Il Casermona e altri racconti” (qui il link per scaricare il PDF del libro) c’eravamo lasciati con questo piccolo proposito: “Il racconto della saga del “bubbone” di Pian dei Buoi, tra realtà ironia e satira, continua sul BLOZ”.

Nel frattempo le hanno rimesso le mutande (qui una fase della delicata operazione), quelle che aveva perso per merito del vento (merito, non colpa, perché la colpa fu degli amministratori che non intervennero quando bisognava). Non ho nuove immagini del cambio di biancheria perché all’altopiano [leggi tutto …]

Carta del Parco Sentieristico Terre Alte di Lozzo di Cadore in formato OruxMaps

Oltre al formato jpg (alle dimensioni originali di 7575 x 9810 pixel) e a quello kmz per Google Earth, (su desktop va perfettamente, su mobile ove sì ove no) la carta è ora disponibile anche nel formato OruxMaps, la nota applicazione map viewer per dispositivi android (il link fornisce un file zip denominato carta-ps-ed50-33T contenente una cartella con lo stesso nome che va copiata sul dispositivo nella cartella mapfiles dell’app OruxMaps).

Avvertenza: i sentieri, le sorgenti e i pozarache, una buona quantità di tabias (quelli non visti [leggi tutto …]

Carta del Parco Sentieristico di Lozzo di Cadore con Google Earth

Per gli affezionati cartografi: ho sovrapposto (overlay) la Carta del Parco Sentieristico Terre Alte di Lozzo di Cadore alle mappe di Google Earth. Il file kmz (30 MB) contenente la mappa è eventualmente scaricabile qui. La rete sentieristica di Lozzo si può quindi valutare in 3D; ho mantenuto un certo grado di trasparenza della carta ma l’intensità dell’ombreggiatura è comunque meno accentuata rispetto a quella delle aree non sovrapposte, determinando un effetto tridimensionale meno marcato. La precisione della sovrapposizione è accettabile, ma si potrà migliorare. 

Aggiornamento [leggi tutto …]

saluti da Soracrepa

(sul retro una targhetta scintillante: “Zoccole di montagna, prossima apertura”)

ex caserma di Soracrepa da Po Croda, 10 dicembre 2016