11 Comments

  1. Puore noi
    2 Luglio 2015 @ 16:25

    Certe persone sono prive di senso critico e del tutto mancanti del senso della vergogna. Dunque, l’aumento dell’Imu per costui sarebbe manovra “meno invasiva ed indolore”? Ma perché non dimostra di possedere gli ‘attributi’ e non recupera dai colleghi sindaci le spese di gestione di una struttura che serve al Cadore (compreso il Comelico) più che ai lozzesi? Se non lo fa, ci saranno motivazioni recondite, per cui l’immagine del pavone che fa la ruota, io la trovo molto appropriata. Quando sarà un ex sindaco, vorrò vedere se conserverà l’immagine dei primi cittadini, anche del recente passato, che hanno lasciato un buon ricordo di sé…

  2. Attilio Bianchi
    2 Luglio 2015 @ 20:44

    @Giuseppe Zanella : lo stile dello scritto, sempre di facile lettura e comprensione, non lascia spazio ad equivoci di alcuna sorta. Tradisce, forse, l’ emergere del “fanciullino” di pascoliana memoria nella constatazione super-partes che il vuoto sostanziale ha contagiato l’ intero Consiglio. Ahimè viviamo in un paese dove le contraddizioni sono la norma. Alcuni esempi…. Il museo della latteria senza latteria, la macina del mulino senza “sorgo”, le scuole senza bambini, la soddisfazione per le presenze turistiche senza alloggi certificati e qui mi fermo per umana compassione. Tra qualche anno Lozzo sarà frazione di Domegge, con buona pace di tutti, grazie al lavoro certosino che Flaminia ha svolto ottenebrando le piccole menti del duo 610. Anche qui un piccolo esempio per avvalorare la tesi….. quando il Valagussa sedette in Comodità montana ed iniziò a proporre, in quanto vero amante e conoscitore della montagna, la Flaminia, punta nell’ orgoglio, intimò al duo 610…. ” Ka io ei de bisuoi de dente che dighe solo sissignore “….. Verrebbe da pensare che il duo 610 difese la propria scelta, che il sindaco Fonzie, quello che non sbaglia mai, ed il granitico general Plutonio trovassero alquanto farlocche le pretese della Flaminia…… E INVECE NO…. optarono per qualcuno che semplicemente alzasse il braccino su comando di Flaminia, di fatto ammettendo il proprio errore di valutazione. Non parliamo poi delle vicende gal perché mi verrebbe l’ orticaria. Esimio Zanella, nell’ ambito dell’ ultra-conservatorismo lozzese, per capirsi quello che conserva anche la muffa sul formaggio convinto che le forme siano così più voluminose, si evidenzia come mai neanche l’ opposizione abbia contestato l’ innalzamento dell’ aliquota….. di fatto adducendo a pensare che non si sarebbe potuto fare altrimenti. ANCHE TU ALESSIO LA PENSI COSI’?

  3. bitter fruit
    2 Luglio 2015 @ 21:26

    Chissa’ se il capo della minoranza risponde sul “bloz”. Gia’ il direttore lo aveva “tirato in ballo”…ma niente.Forse non puo’,o non sta bene, gia’ le cose, sarebbe piu’opportuno dirle e farle nella sede ‘deputata’, ovvero nel Venzo Palazzo.

  4. Giuseppe Zanella
    3 Luglio 2015 @ 09:51

    @Attilio,
    “….di fatto adducendo a pensare che non si sarebbe potuto fare altrimenti”. E’ facile farsi fagocitare da chi ha fatto della ipocrisia il suo stile di vita, di chi vuole sempre predominare sul prossimo con il ‘pensiero unico’, tipico di chi si ritiene sempre e comunque depositario della verità assoluta. Con personaggi del genere è impossibile argomentare seriamente. Ed io capisco che l’attuale minoranza, fatta di giovani volonterosi ma, forse, non molto esperti nella deteriore dialettica politica come da lor signori intesa, abbiano magari convenuto che l’aumento dell’Imu sarebbe stato il provvedimento “meno invasivo ed indolore”. Ma a parte gli argomenti messi in luce nell’articolo per ragioni di merito in sé, esiste anche la valutazione ‘dirimente’ per la quale “il pavone fa la ruota” sulla pelle dei cittadini, il tutto al fine di mantenere in essere una struttura che serve all’intero Cadore, più che al nostro Paese. Ecco quello che il buon Alessio Zanella, forse si è dimenticato di sottolineare: richiedere al sindaco di evitare di farsi bello con i colleghi e di esigere un contributo pro quota dai comuni limitrofi per la gestione della struttura (comuni che godono, fin qui gratuitamente, di un bene essenziale che ha gravato e grava solo sul Comune di Lozzo, il quale non trova niente di meglio che coprire gli oneri di gestione tartassando i cittadini che vivono fuori paese). Spero di essere stato esaustivo…

  5. Attilio Bianchi
    3 Luglio 2015 @ 16:28

    @Giuseppe Zanella: ” I se lamenta tanto de l’ imu sul BLOZ, ma parkè alora Alessio de dute le robe che no dea no a tirou fora anche chela de l’ imu ? ” Per capirsi questa è la versione ” vuove de dugo ” che propinano a quelli che hanno più di una seconda casa e sono andati a chiedere lumi in comune… ERGO…adducendo a pensare che non si potesse fare altrimenti, non so poi se la minoranza è, oppure non è a conoscenza di questa versione. Per fugare ogni equivoco Alessio sa che, siccome non ha evidenziato come deleterio l’ innalzamento dell’ imu sui quotidiani di fatto lo ha avvallato come propedeutico per una sana gestione della cosa pubblica? appena lo vedo glielo chiederò….

  6. Attilio Bianchi
    3 Luglio 2015 @ 20:03

    VOTAZIONE IN CONSIGLIO SU AUMENTO IMU…
    Con n.8 voti favorevoli espressi per alzata di mano e la contrarietà dei 3 consiglieri di minoranza
    signori: Alessio ZANELLA, Giuseppe DE MEIO e BORTOT Mattia,

    ANCHE SENZA CHIEDERE COMUNQUE MI SEMBRA CHIARO IL PENSIERO, BELLO IL COLLOQUIO INTERCORSO, IO AVREI PERO’ CHIESTO SE FOSSE ANCORA OPPORTUNO PAGARE 7000 EURO ANNUI DI BONUS CAPO AREA AI 3 DIPENDENTI COMUNALI PER UN TOTALE DI 21000 EURO ANNUI …..VISTI I TAGLI DELLO STATO… CMQ BCONTRARISSIMI MI SEMBRA OVVIO MA LA PROPAGANDA SOTTOBANCO DEI VUOVE DE DUGO E’ EFFICIENTISSIMA……. E DO VUOVE…AHAHAHAHA

  7. Porta inferi
    4 Luglio 2015 @ 07:56

    Carissimo ed acutissimo Attilio, quando mai potrebbero togliere quelle indennità? Verrebbero meno nelle proprie tasche, insomma in quelle di famiglia, le cifre che hai scritto.
    Non c’ha mica scritto in fronte Jo Condor.
    E intanto avanti con l’IMU, con le tasse a metri quadri per i rifiuti!
    Sono proprio delle cime…… di che cosa te lo lascio immaginare.

  8. Alessio Zanella
    5 Luglio 2015 @ 08:14

    Gentili Attilio Bianchi e Giuseppe Zanella,
    mi scuso di non aver risposto prima. Circa le mie osservazioni mosse al Sindaco, che ho voluto esplicitamente far conoscere ai cittadini esponendole anche nelle bacheche comunali, sono veramente frutto di continue lamentele da parte di nostri paesani, vi dirò di più, anche da parte di un genitore di un Consigliere di maggioranza. Questo per farvi capire a che punto siamo arrivati… Posso già preannunciarvi che “nuove osservazioni ” verranno mosse al Sindaco e portate a conoscenza dei cittadini nella solita maniera tra qualche settimana ( molto più serie ). Circa la questione ” IMU “, che come scritto da Attilio la minoranza ha votato ” CONTRO ” e non ” ASTENUTA “,il dibattito in Consiglio Comunale c’ è stato e molto acceso anche… Ho provato in tutte le maniere di far cambiare idea alla maggioranza per evitare un aumento della pressione fiscale sulle seconde case, ma senza risultato ( 8 mani alzate contro 3 ).
    Ho ribadito per l’ ennesima volta che in Comune abbiamo troppi impiegati e che bisognava in qualche maniera diminuire la forza lavoro risparmiando molti soldini, ho provato a convincere la Maggioranza a vendere la Canonica vecchia o trovare per quell’ edificio una soluzione che avrebbe potuto portarci degli entroiti , ma anche questa richiesta non è stata presa in considerazione. Ho cercato di far capire che aumentando l’ aliquota, in paese la popolazione sarebbe diminuita ulteriormente, ma niente. Si è parlato dell’ asilo, dove vengono spesi diversi soldi, ma tutto inutile. Posso garantirvi che la Minoranza in Consiglio Comunale le ha provate tutte a far cambiar idea sull’ aumento dell’ aliquota fiscale sulle seconde case alla Maggioranza, ma non c’è stato verso. Mi permetto di prendere ad esempio un detto tratto da un ” famoso ” libro, ” non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire “… e con questa vi lascio, vado a Pian dei Buoi ad incazzarmi ulteriormente…

  9. Giuseppe Zanella
    6 Luglio 2015 @ 12:50

    @Alessio Zanella,
    grazie per la cortese risposta. Nel merito però, trovo aberrante che non si ponga in risalto, in Consiglio Comunale, il fatto che l’asilo nido e la Scuola materna vedono un ‘utilizzo’ prevalente a favore di parecchi comuni Cadorini, mentre Lozzo risulta largamente minoritario in casa propria. Le spese di gestione sono però a carico del nostro Comune attraverso le vessazioni fiscali riservate ai lozzesi che vivono fuori. Perché non sottolineare il fatto che il borgomastro non dimostra di aver fegato (e attributi!!) per far “pagare” gli oneri di gestione ai colleghi dell’intero Cadore? E’ forse più semplice turlupinare i concittadini che ci tengono alle quattro mura ereditate dai vecchi e vengono a Lozzo magari per un mese a dare così un seppur modesto contributo alla economia del paese?! Ma si sa, Iddu ha definito l’aumento dell’Imu “misura meno invasiva ed indolore”. Non c’è che dire, siamo nelle mani, oltre che di un cocciuto, di un autentico ‘pavone’ che fa la ruota per farsi veder bello dai sindaci dei comuni viciniori mettendo però, nel contempo, le mani nelle tasche di cittadini stanchi, stremati ed amareggiati…

  10. Attilio Bianchi
    6 Luglio 2015 @ 20:39

    @Alessio Zanella: anch’ io ti ringrazio per la risposta. Io avrei chiesto che venga tolto il bonus ” capo area ” di 7000 euro annui X 3 = 21000 € poiché è proprio uno di quei poteri che spettano al sindaco. Certo è meglio togliere soldi dalle tasche altrui che dalle proprie e qui si innesca quel conflitto di interessi sempre evidenziato fin dagli albori dal puntuale Giuseppe Zanella.

  11. Attilio Bianchi
    6 Luglio 2015 @ 21:09

    @Giuseppe Zanella: credo comunque che l’ asilo funga anche da servizio mensa delle scuole primarie e secondarie di primo grado per via del tempo pieno, non vorrei sbagliarmi ma credo sia così. Non trovo oltremodo giusto che il Comune si prenda i meriti di mantenere questi servizi visto che li mantengono altri…. magari una bella letterina dei bambini per ringraziare quelli delle seconde case sarebbe il minimo.