13 Comments

  1. Segugio
    2 Luglio 2015 @ 05:28

    Se davvero avessero il fiuto di un cane non continuerebbero a distruggere marciapiedi attorno al municipio per farne degli altri. Potrebbero benissimo crare dei posti per la sosta delle auto che vanno in municipio o nei pressi di questo e così aiuterebbero la gente.
    Forse questa operazione era troppo semplice e non lasciava traccia nella storia come “Il Fauno” o pifferaio magico.
    Ma come si sa ognuno ha il governo che si è scelto.

  2. talaren
    2 Luglio 2015 @ 10:17

    Ah, la piazza di Domegge, vedrete i rallentamenti al traffico come aumenteranno da quest’anno…
    Non contenti di essere il “collo di bottiglia” della viabilità del centro Cadore, han deciso di stringere ancora un po’ la carreggiata della piazza…
    Per non parlare della strada che scende da Deppo, che per raccordarla meglio con la statale han deciso di alzare l’asfalto sull’interno curva davanti al municipio, così da fare una anti-parabolica…
    Così se viaggi in direzione Lozzo-Calalzo ti senti di colpo tirare il volante verso il centro strada, un po’ come salendo dalla piazza di Lozzo all’altezza del palazzo Pellegrini. Un attimo di disattenzione e BUM!
    Compenseremo il calo demografico con l’aumento degli incidenti…

  3. Attilio Bianchi
    2 Luglio 2015 @ 17:24

    Come sensibilità turistica a me sembra coniugarsi bene con quella che aleggia a palazzo Venzo. Altra cosa è il Consorzio A.V.L. , dove L. ovviamente sta per Lorenzago. Un po’ di movimento sulle sponde del lago centro Cadore si nota anche nell’ attivismo di Pieve, Calalzo e Domegge…. ma anche qui Lozzo è inesorabilmente tagliato fuori. Mi chiedo, a parte i boy-scout a ciampeviei e forse un convento delle Serve di Maria Riparatrici alla Montiglio ( spero non mi rubino l’ idea ), come pensa il comune di essere almeno micro-infinitesimalmente sostanziale sull’ accoglienza turistica? La cruda realtà è che nessuno vuole intraprendere nessuna strada con noi e questo come Lozzese mi amareggia assai….del resto il concetto del 610 X 2 gli amministratori vicini lo hanno capito già da un pezzo ….. figuriamoci poi in provincia.

  4. bitter fruit
    2 Luglio 2015 @ 17:33

    @talaren. Non mi dire che la sede stradale a Domegge, in centro, restera’ cosi anche a lavori ultimati. E’ pur sempre una statale in gestione Anas, il Comune non puo’modificare la sede.Se si, con ghiaccio e neve si rischia veramente di “abbracciare” le corriere della Dolomitibus, o qualche auto che in senso contrario si tiene, come spesso accade, un po’ piu’ a dx.

  5. Lozzese curioso 2
    2 Luglio 2015 @ 19:57

    E’ un dato di fatto:Domegge sa valorizzare meglio il proprio territorio rispetto a Lozzo e si vede dai fatti!..poi se uno vuole essere campanilista a tutti i costi,questo è un’altro discorso

  6. Lozzese curioso 2
    2 Luglio 2015 @ 20:00

    Abbiamo l’opportinità storica di “agganciarci”ad Auronzo e come al solito la stiamo sprecando perchè abbiamo paura di cambiare.(tipica mentalità da ociàl).Amen.

  7. bitter fruit
    2 Luglio 2015 @ 21:15

    @lozzesecurioso.Scusa, mi, ci, “illumini”? Quale sarebbe l’opportunita’ “storica”, di agganciarci ad Auronzo? Puo’essere che mi sia perso un qualche “passaggio”.Per quanto riguarda Domegge e i loro “passi” turistici, hai ragione tu! Ah, mi riferiscono, che la nuova Roggia sta facendo il pieno di turisti. Peccato che non ci sia un ritorno “economico” o forse SI.Bisognerebbe sentire, a tal proposito i gestori dei locali della piazza.

  8. Loxia curvirostra
    3 Luglio 2015 @ 00:21

    “La cruda realtà è che nessuno vuole intraprendere nessuna strada con noi”
    Noi chi?

  9. talaren
    3 Luglio 2015 @ 01:24

    @bitter fruit,
    guarda, non ne ho idea, a me dà quell’impressione. Poi magari sbaglio e a lavori ultimati sarà diverso… Speriamo.
    Con la mania che han preso in giro di far marciapiedi a 3 corsie dove le strade già sono strette, e che d’inverno non vengono puliti dalla neve costringendo i pedoni a camminare in strada…
    Magari Domegge potrà un giorno fregiarsi della targa “Primo comune a senso unico alternato permanente” 🙂

  10. Attilio Bianchi
    3 Luglio 2015 @ 16:07

    @Loxia curvirostra: giusta osservazione….. e i fratelli di Polifemo allora chiesero…. ” chi ti ha accecato fratello??? ” …. e lui rispose ” nessuno, mi ha accecato nessuno ” nessuno=610=il duo…PUBBLICITA’ PROGRESSO… PAGHI L’ IMU E PRENDI IL DUO…. comunque, per essere lievemente più seri, noi inteso come comunità di Lozzo. Quando hanno fatto la riunione ad Auronzo per valutare un possibile ampliamento della zona sciistica del Monte Agudo il comune di Lozzo era assente, non era invece assente durante la campagna elettorale del 2009 quando furono chiamati i tecnici di una nota ditta di impiantistica invernale per un possibile collegamento Cima Gogna-Pian dei Buoi … ahahahahhaahah e do vuove de dugo….. Auronzo ora fa un pulmino per portare i turisti che alloggiano là in val d’ Ansiei a Lorenzago e Vigo e comunque è un inizio di collaborazione che sta muovendo i suoi piccoli passi, ma il comune di Lozzo è totalmente assente …… eppure la roggia dei mulini, il parco solarium dedicato al papa, il museo della latteria dovrebbero essere perle di richiamo turistico di prim’ ordine….. mah si vede che ad Auronzo non capiscono proprio un fico secco di turismo…ahahahaahaahh…. Pieve Calalzo e Domegge hanno varie attività in riva al lago ed un boccone di lago lo abbiamo pure noi ma non sento mai menzionare Lozzo sull’ argomento, siamo isolati da qualsivoglia nuova attività, seppur minima ed agli albori …… hai capito ora noi chi?

  11. Lozzese curioso 2
    5 Luglio 2015 @ 21:34

    Bigger Fruit,…la risposta te l’ha data Attilio (alias Actarus) che è uno dei pochi a Lozzo che vede “più in la del suo naso”.Il resto sono tutte chiacchere da bar che lasciano il tempo che trovano.Io non ho purtroppo le capacità di “illuminare” nessuno,ma i risultati li vedi chiaramente:Lozzo è in evidente declino,su tutti i fronti!..fanno bene a Domiege a fare i marciapiedi nuovi e scivolosi,ma almeno l’hanno valorizzata (come sostiene Talaren),tanto a Lozzo restano e resteranno i marciapiedi vecchi e rotti e si scivolerà comunque.Come per i Romiti hanno fatto bene a valorizzare la zona e intanto la Monte (Sovergna) va a morire…
    In effetti se i turisti dovessero scegliere Lozzo o Domiege,sicuramente sceglieranno il secondo,perchè OFFRONO DI PIU’,ANCHE SE A lOZZO LE BELLEZZE NON MANCANO,MA SONO IN FORTE DEGRADO e quindi non appetibili.Quindi Lozzo se non vuole proprio diventare un dormitorio,dovrà cercare alleanze,ma non di sicuro con Domiege che punta sulla valorizzazione del lago ma con Auronzo come hanno fatto Vigo e Lorenzago che hanno affinità storiche ,culturali e geogarfiche con Auronzo.

  12. bitter fruit
    6 Luglio 2015 @ 18:01

    @Lozzese curioso 2, guarda che la mia non era ironia, c’e’ poco da fare gli ironici, tutt altro. E’ che dal tuo scritto mi sembrava che noi come una bella donna avessimo detto di NO ad un nostro pretendente,leggi Auronzo. Mi trovi allineato al tuo pensiero e non solo al tuo, mentre Vigo e Lorenzago si sono proposti, noi…niente, noi paghiamo le spese dell’asilo nido e della materna per i pupi residenti altrove. Siamo bravi a fare Welfare per gli altri che magari sommessamente “ci rideranno dietro alle spalle…sti mosite noi capise proprio niente”

  13. Attilio Bianchi
    6 Luglio 2015 @ 20:58

    @Lozzese curioso 2: hai ” ragionissima “, poi ci sono anche quelle cose che si potrebbero fare con un niente, per esempio un po di sano marciapiedi tra Lozzo e Pelos, i nostri figli potrebbero raggiungere la piscina in sicurezza e viceversa per i campetti da Calcio; restaurare “al ponte del pree” e quindi una storica passeggiata che ci collega con Lorenzago…. tutte cose da poco che però avrebbero un forte impatto sostanziale.. ma a loro la sostanza non interessa, al 28 del mese sia che piove, sia che nevichi, sia che ci sia turismo oppure no loro intascano…. del resto, delle cose utili alla gente o al paese o tanto meno ai paesi limitrofi a loro non importa nulla…. E SI STRA-VEDE.