forse gli atei sono più intelligenti dei credenti ...

Personalmente non ho alcun elemento per ritenere che gli atei siano più intelligenti dei credenti. Sembra invece che un recente studio presso l’università di Rochester in qualche modo lo confermi.

L’intelligenza, si sa, è più d’una. In questo caso, la definizione “utilizzata dal team di psicologi per definire l’intelligenza è la seguente: l’abilità di ragionare, risolvere problemi, pensare astrattamente, capire idee complesse, imparare velocemente e apprendere dall’esperienza“.

Un pochettino generica, ma tant’è. Dicevo che sull’argomento sono e resto scettico. Ad ogni modo pare che:

[…] La correlazione negativa fra IQ e fede comincia fin dall’infanzia, secondo lo studio quando i bambini che manifestano un maggiore acume sono anche i primi ad allontanarsi dal credo. E si conclude in vecchiaia con una corrispondenza fra i non credenti e un intelletto sopra la media. Uno degli studi presi in considerazione da Zuckerman, ha seguito 1.500 bambini dotati di IQ 135, ben sopra alla media, fin dal 1921. Il risultato ha nuovamente confermato che dall’infanzia fino alla tarda età i soggetti hanno dimostrato un livello di religiosità di molto inferiore alla media.

Resto incredulo ma tuttavia, in fondo, a pensarci bene, senza alcuna pretesa, è bello credere che la probabilità di scoprirmi un giorno “più” intelligente di altri è forse aumentata. E senza credere in null’altro che non sia l’uomo. Certo che tutta quella materia oscura, chi cavolo l’avrà impastata?

Confermo comunque che sto mandando avanti le pratiche per il mio sbattezzo (è stato come il mio primo bacio, mi hanno costretto a farlo). Che poi è un moduletto che devo compilare e spedire a don Osvaldo. Magari la probabilità di cui sopra aumenta ancora un pochino.

ateo

(foto maramonte)

11 commenti per forse gli atei sono più intelligenti dei credenti …

  • montanaro K

    Questa te la potevi risparmiare,forse un giro in montagna era più salutare oggi,senza rancore!

  • @montanaro K,
    un credente, suppongo.

  • Slot

    Avere fede é un dono di Dio, non si mai….
    Comunque anche un pó meno intelligente, ti accetteremmo lo stesso,

  • @Slot,
    anche mia suocera, leggendo questa pagina di Panorami da Pian dei Buoi che riprende un pezzo di croda verso Pian de Paradis (Pomadona), sbottò dicendo “le davoi convertise, le davoi convertise” (così mi è stata raccontata). Tutto può essere: nella vita, come si suol dire, può veramente succedere di tutto e di più. Mi è toccato anche vedere quella santa donna di mia moglie iniziare ad andare a messa dopo anni di, perlomeno, agnosticismo. Ma aveva la “scusa” di Chiara che stava crescendo ecc. ecc.. Adesso non più, ma vedo che continua lo stesso, saltuariamente. Gliel’ho detto anche ieri mentre sostenevo che ferragosto è la più “stupida” delle feste: “tu devi avere qualcosa da farti perdonare”! Mi ha risposto solo: “ei ciapou tanto fredo” (credo si sia trattato della messa a Loreto). Segno che ho ragione: pi che fede … e ciaure.

  • talaren

    Dipende.
    Atei, non credo.
    Agnostici, molto più probabile.
    E i solipsisti, invece, dove li mettiamo?

  • Tiziano Da Pra Falisse

    Vecio me, rispettando le idee de dute (sia mai il contrario!) voi domandate: ma se no te crede, al Battesimo par te dovarae ese una roba senza senso, senza effetti reali, dison, na paiazada! Alora, parchè vasto davoi a le pratiche del cosiddetto “sbattezzo”? Se te segue chele robe vol dir che sote sote te crede che l’abie un effetto… se te vo ese cancellou dai registi dei Battesimi, alora te fa prima a di da don Osvaldo e domandai de feilo senza di a spende gnanche un scheo!
    Stame ben, ciao!

  • talaren

    100% daccordo con Tiziano, stavo pensando la stessa cosa…

  • Nani

    Bisogna non trascurare il fatto che, fatta salva qualche rara eccezione, il battesimo dei “Cristiani-Cattolici” viene praticato per consuetudine su esseri viventi umani con una età di qualche mese e che non hanno la capacità di potersi esprimere. Il battezzando non è conscio di ciò che qualcuno ha scelto per lui nè è in grado di capire l’operazione che sta subendo.
    Gesù, quando scelse o decise di farsi battezzare, si recò dal Battista per affrontare quell’operazione. I suoi genitori non gli fecero e non gli imposero quell’operazione.
    Come vedete c’è un po’ di differenza e se qualcuno, per una qualsiasi ragione, vuole poi consciamente farsi sbattezzare non vedo una eresia.

  • @Tiziano,
    la pratega, l ei scrito, e n modulo che formalizza la domanda de ese desbatedate. E ciaro che no spendo gnanche n scheo, no son mia davoi domandà a la sacra rota de cancelà l me matrimonio: la sì vedesto, se mai me fose sposou n ciesa, dovarae mete man al portafolio! No é sui efeti del batido che gira la cuestion. No voi fei parte de na magioranza de persone (ufficialmente il 98% in Italia) che se definise catoliche: no voi feilo parché no lo son, no me siento. E no voi eselo gnanche formalmente. E na cuestion identitaria: sui registre a da vegnì scrito solo che io no aceto de ese stou batedou, visto che no ei podesto fei de manco de eselo. E ciaro che par me no l a mai valesto, basta vardame.

  • Lozzese curioso 2

    Tosate se davoi a perdeve te n’goto de aga!!!!
    …..i probleme de chesta società e autre,de siguro no chisti!

  • Tiziano Da Pra Falisse

    Caro Danilo, io diseo solo par i schei de la raccomandata! La sacra rota lasonla agnò che la e, te preo!
    Comunque te se libero de pensà come che te vo, de seguro no te giavo al saluto, anzi co te beco ei da domandate doe robe su par calche troi, penseme mò!
    De resto digo a Nani che e vero che al Signore e desto da S. Gioani par feise batedà, ma so pare e so mare i lo ha portou a circoncide dopo oto di che l’era nasesto e al Tempio par ese presentou dopo quaranta di come che imponea la legge Giudaica. Alora le usanze le e sempre stade, no e na novità! Pò concordo sul fatto che purtroppo al Batido de spes e solo na mera usanza e nuia autro, da credente penso che comunque al Signor algo de bon al tirarà fora da là in dute i casi, par un ateo la question e diversa…