fra le carte del corvo vaticano anche una lettera di padre Georg al sindaco di Lozzo di Cadore sul parco di Loreto

Soltanto ieri segnalavo Sua Santità, il libro di Nuzzi sulle “carte segrete di Benedetto XVI”. Fra le carte che Nuzzi ha avuto in fotocopia dal corvo vaticano (ma si sa che è uno stormo), vi sarebbe anche una lettera che padre Georg avrebbe spedito al sindaco di Lozzo di Cadore riguardante alcune considerazioni sul parco di Loreto che, come si sa, è stato dedicato proprio a papa BXVI.

Egregio Sig. Sindaco,

la ringrazio a titolo personale ed a nome del Santo Padre per quanto riportato nella sua lettera. Per amore di verità cristiana devo dirle che Sua Santità, pur essendo affatto scaramantico, avrebbe preferito che la dedicazione gli venisse attribuita dopo aver varcato il soglio di San Pietro – quello celeste – e non prima come avvenuto. Riguardo alla sua seconda richiesta, quella riguardante il tipo di pianta preferita dal Papa che lei avrebbe il desiderio di mettere a dimora, il Santo Padre la lascia libero di scegliere fra le migliaia che il buon Dio ha diffuso su questo angolo di universo, pur potendole io confidare che il Santo Padre ha una particolare predilezione per lo splendido Ginkgo biloba. Le ho poi posto in calce a questa mia gli estremi per contattare, se lo vorrà, un centro israeliano di grande prestigio che attraverso la manipolazione genetica ha recentemente dato vita a piante di palma assolutamente resistenti ai più rigidi climi. Mi congedo ricordandole di verificare che le immagini di Sua Santità utilizzate per allestire i display papali siano conformi ai dettami della nuova legge dello SCV sui diritti d’autore che tutela maggiormente l’immagine, la voce e i contenuti dell’insegnamento del Papa. …

Come è piccolo il mondo.

ginkgo-biloba

(Foto: www.treesflowers.com)

 

31 commenti per fra le carte del corvo vaticano anche una lettera di padre Georg al sindaco di Lozzo di Cadore sul parco di Loreto

  • Cagliostro

    Dallo scoop del nostro redattore, traggo alcune considerazioni che bene mettono in risalto l’evento storico che qualche anno fa ha interessato la Chiesa di Loreto in occasione delle due visite papali effettuate dal regnante pontefice al nostro sito di mariana pietà. Il tutto a ‘corredo’ della successiva costruzione del noto parco dedicato proprio a Benedetto XVI°. Per prima cosa, va sottolineato come anche a Palazzo Venzo esista un ‘maggiordomo’ dalla fotocopia facile (alias ‘corvo’), il quale ha però operato a fin di bene, proponendosi di far conoscere ai lozzesi l’importanza della missiva inviata in vaticano dal nostro esimio sindaco, lettera contenente i quesiti di alto livello posti al sommo pontefice, il quale si è degnato di dare un benevolo riscontro, pur se privo della consueta apostolica benedizione.
    Altra considerazione che mi sento di dover fare riguarda la ferrea memoria del segretario, Padre Georg, il quale, nel suo pacato periodare, non ha dimenticato di fare riferimento al colloquio avvenuto, in occasione della ormai lontana trasferta papale, fra l’augusto pellegrino ed un ampolloso assessore lozzese. Quest’ultimo, del tutto digiuno degli insegnamenti di Mons. Della Casa, aveva allora promesso al S.Padre l’apposizione di una targa commemorativa sul muro della chiesetta a ricordo della fausta visita. Nonostante la ritrosia dell’ospite, la targa sarebbe poi stata trasformata (od integrata?) addirittura in un parco, non immaginando neanche lontanamente il solerte assessore che le targhe od i parchi vengono dedicati, abitualmente, ai personaggi passati a miglior vita. Ecco quindi il presente riferimento di padre Georg all’antico episodio con la rievocazione del fatto che il Papa, pur avulso da spirito scaramantico, avrebbe desiderato che l’autorità costituita di Lozzo avesse atteso che la dedicazione fosse stata fatta allorquando il pontefice avesse ‘varcato il soglio di S. Pietro’…La risposta al secondo quesito circa le piante da mettere a dimora nel radioso parco, appare anch’essa redatta su basi di curiale, caustica diplomazia e tale da porre l’interlocutore in una esilarante posizione di autonomia decisionale nella preclara e dirimente questione.
    Tutto sommato, il corvo lozzese ha permesso, con la sua opera, di poter fruire di un documento che varcherà la soglia della storia per tutti i secoli a venire: Lozzo, paese antico e ricco di documenti di rilievo eccezionale!!…

  • aquilotto

    Solo un merlo poteva abboccare alla velina del corvo!

  • aquilotto

    Per aver dato del merlo a chi si beve la velina del corvo, mi hai censurato, e per fortuna non gli ho dato del TORDO!

  • vaticano

    Danilo come te la sei inventata questa lettera! Qualcuno c’è anche cascato!

  • @ aquilotto, primo: vade retro censura, semplicemente non ho letto la posta e neanche mi sono collegato col BLOZ (non ho infatti scritto nulla in questi ultimi due giorni). Secondo: il “merlo” è stato semplicemente ed amabilmente al gioco. Quando ha letto la lettera, questo è quello che ha fatto …

  • aquilotto

    La prosopopea è sempre quella, falso, vero o scherzo, non fa differenza, in questo caso lo scoop era troppo ghiotto e c’è cascato, ci suggerisci di non prenderlo sul serio, ma già lo facevamo.

  • Ribadisco: se cascarci significa leggere la “lettera” pubblicata nel post, prenderne atto, scrivermi (cito il succo a memoria) “caro redattore, complimenti per la verosomiglianza; se non fosse per l’accenno a quell’improbabile centro israeliano che modifica geneticamente le piante adattandole ai climi più rigidi molti, leggendola magari frettolosamente, potrebbero ritenerla se non veritiera perlomeno verosimile. Esilarante quell’ “affatto scaramantico” legato al trapasso del soglio di S. Pietro, “quello celeste” però. …. Mi riservo di partecipare allo scherzoso motteggio con un mio modesto contributo …“, allora c’è cascato.

  • aquilotto

    e allora tutti insieme AH AH AH AH AH AH AH !!!!!!

  • @aquilotto,
    certamente, ma con la dovuta moderazione. Abbiamo parlato di motteggiare, non di ridere sguaiatamente. La differenza sta nella testa, ma anche nello spirito. “Motteggiatore: Abile nel parlare argutamente o nello schernire con battute spiritose e anche maliziose.”. A crepapelle rido solo quando vedo la faccia di Scalfari (con la i finale, quello ancora vivo) o sento quel vecchietto presidente della repubblica che risponde al nome di Napolitano. Tutto il resto rientra fra le “relazioni pubbliche”.

  • silvano

    buona sera,

    forse ho sbagliato sito, sono un turista e volevo solo chiedere da chi dipende la sistemazione del bellissimo sentiero che passa di fianco la chesetta della Madonna di Loreto, dove di recente, una piccola frana ha interrotto il passaggio.Attualmente, con un po’ di dificolta’, si passa solo a piedi mentre le mamme con carrozzine o i disabili non passano.E un vero pecato, perchè è un sentiero che si snoda nel verde del bosco che molti villeggianti e anche residenti di lozzo fanno giornalmente.
    Secondo una mia stima saranno circa 50 mc di ghiaione da rimuovere e buttare a valle nel prosseguimento del ghiaione, un mini-scavatore con 5 ore di lavoro sistemerebbe tutto.
    firmato:
    Un villeggiante che ama Lozzo di Cadore.
    Se qualcuno ha la mail del Sindaco mi fa la cortesia di girargli questa mia nota. Grazie

  • Lozzese curioso

    Azz… ci vuole l’intervento di un turista per segnalare ciò che deve fare il comune. Ma il comune che fa? ….sogni d’oro?
    Bravo Sig. Silvano, richiami ai propri doveri chi di dovere!
    Non solo “passerelle”. Fatti!

  • lozzese curioso

    finto Lozzese curioso:ma stai zitto che fai + bella figura!

  • […] di Cadore (c'è posta per te) Dalle profondità dell’universo (conosciuto) è or giunto questo messaggio al quale non posso mancare di dar seguito, come gentilmente richiesto. Caro Silvano, non ho […]

  • Lozzese curioso

    @lozzese curioso: non sapevo che tu fossi l’unico dei 1600 abitanti di Lozzo ad essere il solo curioso. Anche io sono un curioso fra i 1600 residenti. Quindi non credo di essere finto. Ho anche io la libertà di esprimere ciò che penso o lo puoi fare solo tu? …..quale unico ed impareggiabile lozzese curioso doc?
    Ciò che ha segnalato il Sig. Silvano è solo la punta di un iceberg!
    Con ciò, per ora, chiudo.

  • informatore

    Quasi in piazza vicino alla cooperativa ha sede il municipio, a piano terra c’è l’ufficio tecnico, l’accesso, nell’orario previsto (mattino e pomeriggio)è consentito anche ai graditi villeggianti.

  • @informatore, forse non hai colto la sottigliezza. L’evento meteorico con la relativa conseguenza ostruente non è avvenuto questa notte, il sig. Silvano (lo sto presumendo) deve aver visto il mucchio da quando è successo, cioè da mo’, lui col mucchio ci parla, sono diventati amici. Avrà detto a se stesso: il sindaco non può non essere informato del fatto, e questo è fuor di dubbio (e magari porta un tantino d’acqua al mulino di @Uno dei tanti lozzesi curiosi). E allora ha pensato di farsi vivo in questo modo, peraltro in punta di piedi, senza sguaiatezze. Del resto The BLOZ is the best!. Ciò non toglie che non si faccia vivo (se già non l’ha fatto) anche al Botanico Palazzo. Magari repetita iuvant, come dicevano i cosacchi. Altrimenti si potrebbe passare alla raccolta delle firme per la disostruzione del Lavinà dela Ciusa. O a un bel articolo sul Le Gaseten o Le Corieron.

  • informatore

    Spero che l’indicazione di dove ha sede il palazzo municipale sia chiara e facile da percorrere, per il futuro (al bisogno).

  • Lozzese curioso

    E a me che invece piace rendere pubblico, e veder scritto su un sito aperto a tutti, tutto quanto non funziona, o funziona per modo di dire, nell’apparato pubblico comunale, come pure vedere quanto altri compaesani (e non) osano evidenziare e mettere alla pubblica gogna lor signori! Stranamente poco dopo che vengono segnalate certe manchevolezze queste vengono rimosse. ECCO IL POTERE DI INTERNET E DELLA LIBERTA’ DI UTILIZZO DI QUESTO!

  • Lozzese curioso

    Scusa Lozzese curioso 2 se ti sei offeso,ma semplicemente non volevo che le tue idee venissero confuse con le mie!…scusa ma con tutti i nomi che potevi sceglierti,proprio questo????

  • Lozzese curioso

    …cmq ,ti ricordo che è facile criticare,ma è molto + difficile agire.E poi gli attuali Amministratori sono stati eletti democraticamente!

  • ANALFABETA

    ANCHE MUSSOLINI E HITLER !!!

  • Anonimo

    @Lozzese curioso: guarda che democrazia non vuol dire voto del popolo ma governo del popolo!!! Molte dittature sono state votate a maggioranza ma non per questo hanno governato democraticamente.

    A te le conclusioni su critica, azione, governo e democrazia…

  • Altro Lozzese curioso

    Per Lozzese curioso doc, anche Benito ed Adolfo furono eletti democraticamente e democraticamente presero il potere. E’ il come l’hanno gestito, il potere, per circa vent’anni, che ha lasciato desiderare! Può darsi che mi sfugga qualche cosa…

  • preoccupato

    Si vocifera che stanno per allestire campi di concenramento.

  • Altro Lozzese curioso

    Meno male che non sono il solo a pensarla così! In quanto a preoccupato dico che “i campi di concentramento” non necessariamente devono essere realizzati materialmente, possono essere concretizzati anche nel modo di fare e di agire; ghettizzando il nemico o l’avversario.
    Ma questo forse non viene capito o non lo si vuol capire, che fa più comodo.
    Alla prossima.

  • Lozzese curioso

    Per quanto mi riguarda il Ns.Sindaco è una brava persona!
    Siete voi gli estremisti!

  • @lozzese curioso, tutta l’Italia è fatta di brave persone. A comprova di ciò considera che, a parte la criminalità organizzata, che va “pesata” a parte, l’Italia è il paese “messo meglio” a livello europeo (uno dei pochi ambiti in cui possiamo “primeggiare”, forse in ragione della pessima qualità dei dati raccolti.

    Galileo era considerato dagli “illuminati dal Signore” un estremista. Con calma (eppur si muove …) l’estremista glie lo ha poi messo nel … tanto che ancor oggi, al chiuso delle loro santificate dimore, ne provano profonda vergogna. W gli estremisti!

  • Curioso

    Tante persone sono ‘brave persone’ finchè non si scoprono gli altarini e non si aprono gli armadi o quando si guarda sotto al tappeto. Non sempre quel che si vede, o appare, o che si fa apparire, è la realtà.
    A volte bisogna sforzarsi un pochino per capire cosa ci possa essere dietro ad un determinato atteggiamento o modo di fare per poter cercare di avere un quadro realistico della situazione.
    Ma non tutti conoscono il teatro-burattino della politica.

  • Pulici

    Una brava persona può essere incapace, svogliata, limitata, un po’ ignorantella…. o no?

  • DA QUANTO PUBBLICATO QUESTA E’UNA NORMALE LETTERA CHE IL SEGRETARIO PARTICOLARE DEL SANTO PADRE SCRIVE AD UN SINDACO PER RINGRAZIARLO.CI MERAVIGLIAMO TANTO PROPRIO PERCHE’ QUANDO SCRIVIAMO AI NOSTRI MINISTRI O DEPUTATI NESSUNO TI RISPONDE.ORMAI L’EDUCAZIONE NON E’ PIU’ DI MODA E QUANDO PADRE GEORG RISPONDE “GRANDE SCANDALO” “ABBIAMO SCOPERTO IL CORVO”.CARLO POCHY RIANO’ SEGRETARIO GENERALE POLITICO DELLA C.I.L.CONFEDERAZIONE INTERCATEGORIALE LAVORATORI

  • Cagliostro

    @ Aquilotto,
    solo ora posso replicare alle tue erudite, stringate analisi su “Merli”, “Tordi” ed ornitologia varia. Mi preme raccomandarti, essenzialmente, questo: dovresti dare una ripassatina alla tua grammatica, alla tua sintassi ed al tuo…senso dell’umorismo.
    Fai pure a meno di prendermi sul serio: detto da te, a me non può fare che piacere e costituire titolo di merito e d’onore. Ben altre persone dimostrano di apprezzare quanto scrivo… Solitamente, io rispetto le idee di tutti, giuste o sbagliate che siano (sono un devoto ammiratore di un certo Carlo Maria Martini, che amava il dialogo e l’attenzione la riservava a tutte le persone di buona volontà), Ma non posso apprezzare chi non è in grado di discernere fra un discorso serio ed un altro pure serio ma condito di qualche facezia e di sottile umorismo e pertanto graffiante e più efficace. La tua mente è forse obnubilata dal pregiudizio? L’ho detto altre volte: bisogna guardare alla Luna, non al dito che la indica… Sai, non credo di essere così sprovveduto, come tu ritieni, tanto da non capire lo spirito sottilmente burlesco e la raffinata ‘costruzione’ giallesca del redattore del Bloz nel descrivere l’opera del ‘corvo’ nostrano (per intenderci, di Palazzo Venzo)… Come ben dice Danilo, non importa che tu ora ci creda o meno, sono stato “semplicemente ed amabilmente al gioco”. E la riprova la può ottenere chiunque vada a rileggersi il mio commento scritto au questa stessa rubrica.