1 Comment

  1. reduce di guerra 1915-1921
    24 agosto 2013 @ 07:50

    Sono un reduce della prima guerra mondiale.
    Oltre a essere un reduce della prima guerra mondiale, sono in attesa di fregiarmi dell’ordine dei cavalieri di Vittorio Veneto.
    Puo sembrare strano, ma voglio raccontare la mia vicenda incredibile, per par conoscere cosa son capaci di fare certi giudici, oltre a prendere elevati stipendi, e avere tanti privilegi, che tanti altri poveri lavoratori non hanno, soprattutto in questi tempi di crisi economica, penso a lavoratori che con i loro stipendi non riescono ad arrivare a fine mese, precari, e disoccupati, mentre un giudice puo permettersi di vivere sugli allori.
    inizio a narrare la mia vicenda, vicenda per quando assurda, narrata da giornali locali, e nazionali.
    Ho inteso una causa contro INPS, per il riconoscimento dei contributi figurativi, per i periodi di incorporazione nell’esercito italiano.
    Il giudice del lavoro del tribunale di Teramo, giudice Alessandro Verrico, da ragione all’INPS, e mi condanna a pagare euro 1.650. più iva e accessori.
    Il giudice Alessandro Verrico, motiva la sentenza con una norma abrogata, non più vigente, desueta, inapplicabile.Il giudice Alessandro Verrico richiama il regio decreto 1827 del 1935, che differenziava i militari italiani della prima guerra mondiale, dal 25 maggio 1915 al 1 luglio 1921, tra chi era in zona di guerra, e chi era accasermato.
    Secondo il giudice Alessandro Verrico, io non trovandomi in zona di guerra, o in combattimento nelle trincee contro i soldati austriaci, non ho quindi diritto alla contribuzione figurativi, anzi io come militare ero un’accasermato, o a disposizione, e questi militari non avevano diritto ai contributi figurativi, quelli in zona di guerra, o impegnati in operazioni belliche, si.
    Il giudice Alessandro Verrico, mi considera un reduce della prima guerra mondiale, ma il giudice Alessandro Verrico non si è reso conto che io nel 1915-21 non ero nato, anzi la mia non esistenza mi impediva di essere un militare, io sono nato esattamente il 22 settembre 1962.
    Ma visto che il giudice Alessandro Verrico applica una norma abrogata, ,vecchissima, desueta, ma sto giudice in che realtà vive?
    Voglio richiamare il fatto che oltre a prendere elevati stipendi, ecco cosa son capaci di fare certi giudici, beffano i cittadini, infatti i giornali hanno descritto la vicenda, una beffa.
    Naturalmente, non voglio fare tutta erba un fascio.