3 Comments

  1. L'Economa Domestica
    7 Gennaio 2015 @ 09:03

    Un’aggiunta: le vendite si riferiscono ai pignoramenti fino al 2011 (sono pochissimi quelli successivi). Quando si arriverà al nocciolo duro (anni 2012/2013/2014) cioè degli ultimi pignoramenti relativi a prestiti pre stretta del credito, ci sarà veramente da piangere.
    Senza parlare di Equitalia, che ormai è il principale mittente della posta in zona (colpa anche di fantasiosi sedicenti esperti che consigliavano di non pagare il dovuto perché tanto ci sarebbe sicuramente stato un condono).

  2. Cagliostro
    7 Gennaio 2015 @ 09:29

    Oggi leggo che ‘Iddu’, dall’alto della sua preparazione economico-sociologica, ha sentenziato che la causa delle 37 procedure coattive in corso nel nostro Comune è da imputarsi alla crisi dell’occhiale. Anche un bambino dell’asilo avrebbe potuto dire la stessa cosa… Con una piccola differenza, però: la crisi dell’occhiale è una delle concause della nostra ‘debacle’; le altre sono da rintracciare nella mancanza di sviluppo di altri settori: turismo, artigianato, agricoltura di montagna ecc. ecc., nelle quali la sua amministrazione non ha certo brillato in fatto di promozione, anzi è stata del tutto deficitaria. Inutile fare un elenco di negligenze e mancanza di programmazione vera: la situazione è sotto gli occhi di tutti!! E poi, la crisi dell’occhiale ha colpito di più altri paesi contermini i quali, pur versando in situazioni precarie, non sono ridotti come è ridotto Lozzo. Per di più, le vessazioni fiscali-tributarie sono diverse da paese e paese (con la discrezionalità, per certa parte, riservata ai Comuni nella materia impositiva locale) e Lozzo non è tra i paesi più virtuosi in questo campo… Borgomastro!!! Sveglia! E, prima di parlare, pensi a Bim-Gsp, alle scelte locali opinabili e non prioritarie fatte in materia di investimenti, a certe scelte ed a certe parcelle legali, ‘periziarie’ ecc., a certe sconfitte in campo giudiziario-civile e via cantando. A proposito, ha già provveduto a soddisfare quanto contenuto nella sentenza “Coffen”, o pensa di ricorrere per prendere una nuova ‘scudisciata’? Tutto, alla fine, viene messo in capo al povero contribuente… E’ proprio il caso di dire che l’impoverimento collettivo, nella nostra piccola realtà, è da ascrivere anche alla Sua amministrazione.

  3. Analfabeta
    7 Gennaio 2015 @ 21:39

    La caserma montiglio verrà data in affitto, così almeno una famiglia di lozzo avrà una attività molto redditizia.