Tanto fumo e pocio rosto: qualità dell'aria a Santo Stefano di Cadore

Tanto fumo e pocio rosto. Un po’ di Benzo(a)Pirene qua e un po’ di PM10 là (peggio al centro, meglio in periferia). In termini di qualità dell’aria, solo il 12% delle giornate sono da considerarsi mediocri o scadenti. La cappa che si incontrava quest’inverno lasciava presagire dati molto più peggio (sembrava d’essere a New Delhi o a Pechino). Oddio, il benzo(a)pirene è pur sempre na bruta bestia: media di 14 nanigrammi/m3: “Benzo(a)Pirene: la media dei valori riscontrati nel periodo di monitoraggio è stata di 14,5 [leggi tutto …]

Cadore: bilancio demografico 2016 a - 8,6 per mille (-10,0 Centro Cadore, -14,4 Comelico, -2,4 Val Boite)

Come già detto, a guidare la classifica paesana del collasso demografico ci sono due perle centrocadorine, Lozzo con -29,6 per mille (‰) e Calalzo con -29,3‰. A livello comprensoriale, tuttavia, il Centro Cadore, che nel 2015 aveva il peggior risultato (-14,2‰), nel 2016 fa meglio (-10,0‰) lasciando lo scettro nelle mani del Comelico-Sappada a -14,4 ‰ (nel 2015 -7,8‰). La Val Boite si migliora ancora portandosi a -2,4‰ (nel 2015 -5,5‰). 

Nei tre comprensori i saldi naturali sono più o meno allineati attorno alla media di -7,0‰ (va un po’ meglio per [leggi tutto …]

Centro Cadore: bilancio demografico 2016 sempre tragico (-10 ‰); le perle di Lozzo -29,6 e di Calalzo -29,3 ‰

Ieri abbiamo posto un fiore sulla lapide di Lozzo, oggi tocca al Centro Cadore. Nel 2015 era andata peggio, con il saldo totale a -14,2 per mille (‰), complice quello migratorio pari al 7,7 ‰. Nel 2016 la tragedia demografica si ferma al -10,0‰, con un saldo migratorio di -2,9‰.

Non mancano le perle (nere), Lozzo e Calalzo, rispettivamente a -29,6‰ e -29,3‰ nel saldo totale e -23,1‰ e -21,1‰ nel saldo migratorio. Perle di prima grandezza, primo e secondo posto in Centro Cadore, primo e [leggi tutto …]

Lozzo di Cadore, bilancio demografico 2016: fiuu, solo -29,6 per mille...

Partendo dal -34,2 per mille del saldo totale del 2015 (con un -20,9 di saldo migratorio e un -6,5 di saldo naturale), il fiuu ci sta tutto. Il 2016 si chiude con un più leggero saldo totale di -29,6 per mille, sebbene più grave in termini di saldo migratorio che è del -23,1 per mille. Anche in questa circostanza ci tocca la croce di peggior risultato tra i comuni del Centro Cadore, seguiti a brevissima distanza da Calalzo con il saldo totale a -29,3 ‰ [leggi tutto …]

Lozzo di Cadore su GMaps: è l'algoritmo che seleziona le foto ad essere così ottuso...

Qualche tempo fa il signor Google mi ha scritto complimentandosi per il raggiungimento delle 100.000 visualizzazioni che le mie foto avrebbero conseguito su Maps (dall’agosto scorso mi capita di aggiungere qualche scatto). Ovviamente a lui interessa molto di più convincere il sottoscritto a diventare “local guide” (un progetto, peraltro, di largo successo), in modo da ottenere recensioni dei luoghi visitati (quando sono associati a esercizi commerciali, come può essere un rifugio).

Come che sia, m’è sorta la curiosità di vedere, tra le foto da me caricate, quali siano [leggi tutto …]

Lozzo di Cadore, nuovo record negativo nel saldo migratorio -23,9 per mille

Il paesello, già nell’aggiornamento relativo a settembre 2016 del bilancio demografico del Cadore, quanto a saldo migratorio, era in seconda posizione con -21,7 ‰ (al primo posto c’era S. Nicolò di Comelico con -22,2 ‰). Aggiornando la situazione a novembre 2016 siamo passati al primo posto con -23,9 ‰. Del resto, già con l’aggiornamento a luglio si profilava un exodus.

Ed è un nuovo record assoluto: anche nel 2015, quando il saldo totale aveva raggiunto vette da pandemia, -34,2 ‰ (terzo peggior risultato tra 21 comuni del Cadore), [leggi tutto …]

paeselli del Centro Cadore: curiosità iconografiche nelle ricerche su Google

Partiti dalla povera (per ora) dotazione d’immagini “libere da diritti legali” (*) che la Cadorinia può offrire di sé al mondo, giungiamo, seguendo una segnalazione di @talaren (“Beh, e su Google che come immagine di copertina di Lozzo c’è la casa di riposo, mentre per gli altri paesi ci sono montagne e monumenti?“), alla rappresentazione dei paeselli centrocadorini attraverso il motore di ricerca per antonomasia, Google. 

Immettendo come termine di ricerca il nome del paesello, Google fornisce una specie di carta d’identità del nome cercato, quasi sempre accompagnata [leggi tutto …]

Veneto Strade, il blocco dei treni e l'augurio di Osho

Domenica scorsa sulla prima del CorrierAlpi campeggiava – in riferimento alla situazione di Veneto Strade e alle intenzioni dei sindaci – un titolo quasi bolscevico:

La proverbiale rabbia dei nostri sindakos m’ha fatto tornare alla mente un episodio che li ha visti protagonisti, una buona parte di loro, all’epoca del black out. Un episodio da Cuor di Leone se per celebrare il loro coraggio giunsi a confezionare questo titolo: black out in Cadore: ‘i sindaci: denunciamo tutti’ (o del ruggito dei conigli).

Com’è andata a finire lo sapete: [leggi tutto …]

Cadore: bilancio demografico gen.-set. 2016 a - 6,1 per mille (-6,7 Centro Cadore, -11,3 Comelico, -1,4 Val Boite)

Nel periodo gennaio-settembre 2016 (ultimi dati Istat disponibili) tocca al Comelico portare la croce più pesante del declino demografico 11,3 per mille (‰) (-7,8‰ nel 2015); l’anno scorso era toccato al Centro Cadore (con -14,2‰) che a questa tornata presenta un -6,7‰; la Val Boite presenta un -1,4‰ (-5,5 ‰ nel 2015). Il Cadore (con Cortina) segna nel periodo considerato un complessivo -6,1‰ (-9,9‰ nel 2015).

Il peggior calo (rapportato alla popolazione residente) si registra a S. Nicolò di Comelico con -27,1‰, seguito da Lozzo di Cadore [leggi tutto …]

sentieri di Vigo di Cadore: per ora li sfalciano, ma potrebbero presto asfaltarli

Mentre il titano è impegnato ad arginare lo spopolamento, il vice-titano (il titanuccio: in verità una titana, la titanuccia) annuncia che, per non tradire la fiducia che i cittadini hanno riposto in loro (nientepopodimeno), stanno provvedendo a voucherizzare enne lavoratori (con n che va da uno a infinito) da adibire a mansioni di sfalcio sentieri, area pic nic o similari (ping pong?) al fine di… e così sia amen.

Se tutto va bene, il prossimo anno potrebbero anche asfaltarli.

Che sboroni!

(si capisce subito che questi fanno davvero [leggi tutto …]