1 Comment

  1. Luciana
    9 dicembre 2013 @ 16:55

    per me “sti cazzi”, usato in una nota trasmissione de La7 dal presentatore che era bravissimo e che mi pare scomparso dagli schermi, credo abbia avuto una certa popolarità proprio ancora una volta per la TV che trasmette “cose” come virus.
    comunque “sti cazzi” potrebbe avere avuto un suo successo iniziale come tentativo di dire qualcosa di indefinibile e di poco valore del tipo:
    ” hai visto l’etimologia di questa parola? ”
    ” no, sti…cazzi non ci sono ” a sproposito. per dire “sta cosa”.
    quindi l’interlocutore ride e comincia ad usare “sti cazzi” come “Queste cose alle quali si dà valore ma non ne hanno” cose che si….sgonfiano! 🙂 sti cazzi!