1 Comment

  1. Giuseppe Zanella
    8 Luglio 2015 @ 16:12

    @Danilo,
    tante sono effettivamente le ‘chicche’ che si possono cogliere qua e là.
    Mi limito ad osservare che la latteria non è stata costruita dai soci ma dalla Parrocchia (segnatamente da Don Pietro) in permuta con la vecchia sede di Piazza IV Novembre. Il così detto ‘baracon’ era una costruzione enorme, che sorgeva sull’area dove ora sorge il museo (ex latteria), e don Pietro procedette all’acquisto dai numerosi comproprietari delle varie quote, poi procedette alla demolizione ed alla costruzione del nuovo fabbricato.
    Trovo poi anche una autentica “licenza poetica” il parlare di “caseificazione”, orribile termine di…moderna invenzione. Senza contare i tuoi numerosi appunti e rilievi…