21 Comments

  1. Puore noi
    1 Giugno 2011 @ 11:13

    Credo che don Ciotti, sapendo di quanto successo a Lozzo proprio dopo una giornata dedicata alla ‘Legalità’ ed a combattere l’omertà,non farà salti di gioia stante l’incoerenza di chi organizza o ospita tali manifestazioni e poi omette di effettuare i dovuti controlli e non segnala a chi di dovere la situazione venutasi a creare… La legalità esige verità e linearità di comportamenti, non omissioni e contraddizioni rispetto alla linea di ‘Libera’. Insegnare ai giovani il concetto di legalità, che postula quello di responsabilità e di civismo, e poi tacere sulla negazione istantanea (magari da parte di pochi)di tali principi, non costituisce certo un bell’esempio per i ragazzi (penso la stragrande maggioranza) che credono nelle Istituzioni…

  2. Cittadina
    1 Giugno 2011 @ 21:24

    Sono sicura che la gestione degli edifici scolastici non compete alle
    amministrazioni comunali, solo un chiarimento dopo errate informazioni.
    Saluti

  3. Danilo De Martin
    2 Giugno 2011 @ 07:51

    @cittadina, semplicemente l’amministrazione ha provato a coordinare la festa. Coordinando avrà sicuramente delegato a tizio e caio determinati compiti. Qui comunque non è in discussione la gestione degli edifici, ma delle persone che hanno usufruito dei loro “servizi”.

    Detto questo, te li fai dare da Ligresti i soldi necessari per le prossime manutenzioni o lavori di adeguamento agli edifici scolastici?

  4. Cagliostro
    2 Giugno 2011 @ 08:38

    @Cittadina,
    tanto per precisare: la gestione degli edifici scolastici della scuola primaria (elementare) compete proprio ai Comuni. Tu confondi le cose: alla Provincia compete la gestione dei plessi scolastici degli Istituti Professionali e di istruzione superiore. Guardati il bilancio Comunale e poi vedrai che è il Comune che provvede alla scuola ‘Giuseppe Da Pra Zotto’…

  5. Cagliostro
    2 Giugno 2011 @ 10:04

    Ho definito la scuola ‘primaria’ (elementare) così come viene generalmente intesa. In realtà, sul piano tecnico, la definizione esatta è quella di scuola “secondaria di livello inferiore”. Tanto per essere precisi.

  6. Bèpi
    2 Giugno 2011 @ 19:29

    Se la matematica non è una opinione e l’italiano è la lingua ufficiale con cui interloquire con il prossimo, in Italia, i fatti compiuti alle scuole elementari in occasione di quella “festa” dovrebbero trovare puntuale punizione – ognuno per ciò che ha fatto od è stato causa perchè ciò si sia verificato – se non altro per coerenza con il titolo della festa stessa. Se non verrà fatto nulla bisognerà fare un’altra festa intitolata “c’è chi può e chi non può – chi può può – chi non può si arrangi”.

  7. Cittadina
    2 Giugno 2011 @ 21:19

    Si sa bene che il vostro unico problema è poter addossare la colpa
    al sindaco, una cosa è stanziare fondi per alcuni servizi od eventuali lavori, il comune è proprietario, invece, la gestione dell’edificio è del distretto scolastico. La festa si è svolta fuori dalle mura dell’edificio, il permesso per l’utilizzo dei bagni non può darlo il comune. La festa organizzata dalla scuola è terminata il pomeriggio e tutto è andato bene.

  8. Danilo De Martin
    3 Giugno 2011 @ 07:42

    @Cittadina, … e l’ultimo chiuda la porta (la prossima volta). L’anno venturo, però, la festa della legalità dovrà essere rigorosamente ANAL … COLICA. Al riguardo conosco un paio di tipi niente male.

  9. Cagliostro
    3 Giugno 2011 @ 07:56

    @cittadina,… ed il tuo unico problema è difendere l’indifendibile, è arrampicarti sugli specchi… Che tu sia il Scilipoti lozzese? Non mi meraviglierebbe più di tanto. Ma qualche cosa l’hai pure imparata: le scuole elementari sono di proprietà del Comune, che magari deve provvedere alla manutenzione ed al controllo dell’uso della struttura…
    Il piazzale adiacente chi lo ha dato in ‘comodato’ per la festa? Analogamente chi ha dato in uso i bagni? Il distretto scolastico qui entra come i cavoli a merenda…

  10. cittadina
    3 Giugno 2011 @ 21:24

    Non tanto tempo fa qualcuno aveva fatto notare scherzosamente come Danilo
    non avesse superato la fase oro-fecale della prima infanzia, appena può
    ci ricorda dell’apparato terminale a lui tanto caro, è così bello restare fanciulli!.
    Immagino Cagliostro, tutto il giorno lì sul compiuter a leggersi i nik-name e per ognuno dargli un volto,” bisogna pur passare il tempo”.

    Io non devo difendere nessuno, il fatto è che non sopporto i parossismi.

  11. Danilo De Martin
    4 Giugno 2011 @ 08:53

    @cittadina, disse il saggio (dal Vaffangala): “se per tutta la notte ti prude il culo, la mattina avrai almeno un dito che puzza”. E’ scritto nella natura delle cose.

    Come disse un altro saggio:

    Venite pure avanti, voi con il naso corto,
    signori imbellettati, io più non vi sopporto,
    infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio
    perchè con questa spada vi uccido quando voglio…

  12. Cagliostro
    4 Giugno 2011 @ 10:04

    Caro Danilo,
    mi rivolgo a te giacché voglio mantener fede alla mia parola e non dialogare con certi imberbi ed imbellettati soggetti. Qui di ‘parossistico’ c’è solo il fatto che taluno crede che basti ‘collaborare’ con gli ‘innominabili’per ottenere risultati positivi per la collettività. Pensa solo al gravoso problema costituito dalla pulizia autunnale delle foglie e sulla tanto declamata soluzione e poi vedrai come da tale collaborazione si possa ‘imparare’e trarre un benefico impulso… alla concordia ed alla pace sociale. Evidentemente queste sono le priorità che urgono. Quando si dice ‘palloni gonfiati’ si è detto tutto. Qualcuno parla anche di ‘utili idioti’ ma questo gergo non mi appartiene (anche se, nella fattispecie, rende molto bene l’idea).
    Quanto poi al mio ‘passatempo’, ti pregherei di tranquillizzare ‘cittadina’ (o ‘cittadino’ che sia): ho molte altre cose da fare che dar retta alle elucubrazioni mentali di chicchessia.

  13. Tamarindo
    4 Giugno 2011 @ 10:21

    Gentile ‘cittadina’ (o egregio ‘cittadino’?),
    Credo che tu abbia le idee poco chiare, forse ottenebrate da vecchi paraocchi. Secondo te quello che fa Danilo e quello che scrive Cagliostro sono parossismi? Per me sono utili informazioni alla cittadinanza, visto che di trasparenza della Pubblica Amministrazione, a Lozzo, non se ne riscontra proprio!! Ed il Bollettino Comunale è la parodia della informazione, è strumento autoreferenziale fatto con i soldi di tutti (anche di quelli della Opposizione, che non viene coinvolta), E poi, cara amica (amico?), la dimostrazione migliore della utilità del Bloz la puoi avere sotto gli occhi: basta leggere l’ultimo articolo in fatto di discariche…

  14. cittadina
    5 Giugno 2011 @ 14:52

    Siamo in speranzosa attesa che Danilo possa prima o poi raggiungere l’agognata fase dello sviluppo. A risentirci per quel tempo. Ciao
    Ad onor del vero con Danilo almeno si può scherzare al contrario del Trombone che si prende troppo sul serio.

  15. picon
    5 Giugno 2011 @ 21:29

    @cittadina, te se proprio una sporcaciona, parchè che volaraesto che al te farese quan che al rua all’età del sviluppo..??….Se e chel che penso e meo che no te lo dighe….

  16. Cagliostro
    6 Giugno 2011 @ 09:16

    Caro redattore,
    il Poeta diceva: ‘Guarda e passa e non ti curar di loro’. L’unica amarezza è il constatare che l’avvenire del nostro povero paese è in mano a gente così… Qui si dibattono problemi seri. Taluno dovrebbe farsi insegnare che questo non è il posto per dare epiteti alle persone che hanno scoperto la pochezza (o nullità) degli autori di un dileggio che, alla fine, si ritorce su chi lo fa (il dileggio, naturalmente).
    Ma i genitori di chi millanta tanto credito, non possono mica intervenire per educare questa ‘cittadina’di belle speranze e di così poco cervello ad un po’ di umiltà? I palloni gonfiati con l’elio possono anche esplodere…
    In Consiglio Comunale il paese ha bisogno di gente con la schiena diritta, non di servi e di utili idioti dalla sfrenata ambizione che obnubila ogni consapevolezza dei propri limiti. Aveva detto bene Attilio: le lavate di capo, a certe persone, sono più che meritate.Ma il consiglio di Attilio non è stato seguito. Evidentemente, qui occorre l’acido muriatico per togliere certi parassiti…

  17. Cagliostro
    6 Giugno 2011 @ 09:29

    Non si può partecipare ad una discussione sul Bloz (che dovrebbe essere seria e stare ai temi trattati) dando impunemente al prossimo epiteti e muovendo accuse generiche, gratuite ed infondate quali: affetti da ‘parossismo’, ‘tromboni’,soggetti che devono ancora raggiungere l’agognata fase dello sviluppo, od altro. Anche se tali epiteti ed accuse non fossero dirette alla mia persona, avverto l’esigenza di confutare alla radice tali comportamenti che sono propri di persone che, con ogni probabilità, non hanno raggiunto minimamente la maturità di un ordinato sviluppo psichico ed intellettivo. Qui sul Blog, a mio modesto modo di vedere, si dibattono i problemi locali, magari ci si scontra sulle cose ma non si deve mai scendere a livelli di tanto degrado… Spero di essere stato chiaro!

  18. Lozzese curioso
    6 Giugno 2011 @ 11:46

    ….son siguro che Cittadina e una de kele che va a Messa dute le occasion!!!

  19. Tamarindo
    6 Giugno 2011 @ 16:25

    @lozzese curioso,
    e chi ti dice che non si tratti invece di un giovane ‘cittadino’ che ha provvisoriamente mutato sesso per ragioni… di privacy??

  20. Lozzese curioso
    6 Giugno 2011 @ 18:22

    sarae alquanto banale,…ma ca no e pi da feise marvea de nuia!

  21. il ponte di Calatrava e la betoniera delle scuole elementari » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    16 Settembre 2011 @ 11:19

    […] E poi, a pochi metri dall’area in cui si tenne la Festa della Legalità, anche se vi fu una deriva omertosa. Un po’ di coerenza, […]