a me mi piace

Faccio riferimento soprattutto allo spirito del discorso di Laura Castelli, senza entrare nel merito dei contenuti programmatici del DEF. Ho già detto da altre parti che in campo economico i giovani del M5S hanno più di qualche difficoltà (le hanno avute finora anche i “big” dei partiti di mermellata, quindi …); in ogni caso ribadisco che nel loro programma convivono proposte “liberiste” a fianco di altre nelle quali è radicato un atavico “statalismo”.

Però è straordinario vedere dei giovani che provano a costruire il proprio futuro al posto dei loro padri, decadenti, gonfi di corruzione e inciuci architettati per almeno 20 anni alle e sulle spalle del Paese che, in fiducia, li ha votati portandoli al parlamento. Per ora la “costruzione” è dalla parte dell’opposizione; chissà che un domani non sia dalla parte del governo. Dipenderà dalla qualità dei loro interventi (finora, digiamogelo e concediamoglielo, quelli del M5S hanno preso le misure).

Alla fine il presidente dell’assemblea pronuncia un “graaaazzzieeee” liberatorio, quel bulldog di Laura Castelli ha appena lasciato la presa.

I commenti sono chiusi