poi c'è l'ortottero astensionista attivo...

Nel bestiario messo in luce da questa tornata referendaria c’è anche l’ortottero astensionista attivo, nell’occasione compagno di merende della Sinistra italiana chi?

A fianco dell’ortottero autonomista e provincialista che invita a votare Sì ai referendum, tanto più in vista – per quanto riguarda quello bellunese – della possibilità di praticare il coitus ininterruptus per salvarci dal crollo demografico, c’è l’ortottero “mutante” che, probabilmente confuso dall’effetto lisergico dei prodotti disseminati in aria dalle scie chimiche (che respira a pieni polmoni), indossata la casacca de el pueblo astensido jamás será vencido, sollecita il [leggi tutto …]

referendum, spopolamento e coitus ininterruptus

Gli ortotteri, la tribù originaria col relativo santone, voleva cancellare dalla faccia della Terra le province italiane. Non so che aria tiri oggi su questo argomento dalle parti del burattinaio-santone, ma è bello sapere che alla periferia dell’impero c’è qualcuno che guarda all’avvenire con “aria combattiva”:

Secondo D’Incà l’autonomia che il Bellunese rivendicherà post referendum permetterà di «combattere lo spopolamento che affligge il nostro territorio. Abbiamo l’occasione per cambiare la storia»

Frotte di giapponesi stanno arrivando per copiare ed esportare nel Sol Levante il modello bellunese. Si [leggi tutto …]

l'ottavo nano: DiMaiolo

(da qualche parte in rete…)

M5S comunica che ci sono 7 candidati in corsa con Di Maio:

Brontolo, Cucciolo, Dotto, Eolo, Gongolo, Mammolo e Pisolo 

(inoltre)

tassare chi non vota! (per costringere la morale ad essere solidale!!)

Come per le mele, una al giorno toglie il medico di torno. Intendo che la lettura di una “lex iscritti” al giorno può avere effetti diuretici e indurre una certa dose di ottimismo. Insomma, si può essere indotti al sorriso, con tutti i benefici del caso.

La più meglio – al momento, ma la disamina delle lex è appena cominciata – è “Tassare chi non vota” (di tale Pasquale Napolitano da Napoli). Il tema (la sintesi del proposto provvedimento…) è un distillato – ma che dico! -, [leggi tutto …]

signora maestra, 'ha stato' l'establishment (l'ortottero storno)

Su alla UE (nel parlamento europeo) quelli del M5S facevano gruppo con l’EFDD (con cui qualcosa avevano in comune). Poi domenica il grullo ha suonato le trombe chiamando gli assatanati a votare in rete per un cambiamento di gruppo, l’ALDE (con cui, fino ad oggi, avevano ben poco da spartire). La rete (ma chi cazz’è sto ALDE?) si è espressa per il 78% a favore di quest’ultimo.

E che ALDE sia!

Ma anche no!

L’ortottero storno dal suo blogghe: signora maestra, ‘ha stato’ l’establishment!

L’establishment contro il MoVimento 5 Stelle

L’establishment ha [leggi tutto …]

le fassiniane: 'Grillo fondi un suo partito e vediamo quanto prende' (tre anni dopo)

Più di tre anni fa, del pur “galante” Fassino, avevamo messo lì una goccia “dialettica” che, poco dopo, si trasformò in tsunami. Solo che l’onda anomala, allora, fu di carattere nazionale: questa volta gli è arrivata proprio in casa (portando in dote il 54,6% di voti).

e Marco Baldovin (in Confindustria BL) doveva fare come Carlo Sibilia (alla Camera)...

Una pernacchietta ai confindustri … ci stava!

Eccessiva vicinanza al Movimento 5 Stelle, Confindustria impone le dimissioni a Baldovin, neo presidente delle piccole imprese. D’Incà: “Non siete disgustati da questi giochi di palazzo?”

[…] E’ con queste parole che Marco Baldovin spiega il perchè delle sue dimissioni forzate. Da un mese rivestiva il ruolo di presidente sella sezione piccoli industriali di Confindustria. (Bellunopress)

 

nooo! la RC auto pubblica noooo!

Che il settore RC auto sia ammuffito non v’è dubbio. Ma che la cura passi attraverso lo stato – peraltro quello talian – no, no di certo (in qualsiasi forma si presenti). Comunque il tipo sembra crederci davvero e ci mette anche un tot di sofferto patos nel propalare la rivoluzionaria novedad. Comunque, statene certi:

[…] Ora è finita. E’ finita. Stiamo per proporre una società assicurativa … PUBBLICA.

A quando la nazionalizzazione della carta igienica con definizione del piano quinquiennale di produzione e distribuzione?

 

attenti a quei due (due anni dopo)

Lo dicevo, allora (21 aprile 2012), che quello sguardo nascondeva qualcosa:

Lo sguardo di Corona tradisce l’inquietudine del montanaro:

«Ma che cavolo sta dicendo Grillo ??»

Poi i due si sono conosciuti meglio e Corona, nei suoi limiti, ha promesso a Grillo una mano (quella volta del camper, vedi video in basso: “guarda che ce la facciamo questa volta …“). Poi per il Vajont è giunto a Longarone il buffone fiorentino, il bimbominkia per antonomasia. Poi c’è stata la sua affermazione elettorale. E Corona, con affettuoso tempismo, ci [leggi tutto …]

Grillo e ... la caduta