BARD: ACC, una battaglia da vincere

1

Comunicato stampa del BARD:

 La questione ACC è una vicenda che investe tutto il territorio Bellunese. Ci auguriamo che tutti i Sindaci mobilitino la popolazione perché è necessario che il territorio dimostri,  non solo a parole ma con la presenza fisica dei suoi cittadini, la vicinanza alle maestranze della ACC sulle quali pende il rischio del fallimento dell’azienda che da lavoro a più di 600 operai.

Il Sindaco di Mel, Stefano Cesa, ha correttamente paragonato la fine della ACC a un nuovo Vajont e di certo il paragone non offende la memoria del disastro perché nella ipotesi disgraziata che ACC chiuda, le conseguenze sull’economia e sul tessuto sociale della Val Belluna sarebbero devastanti. Perdere pezzi così importanti della manifattura bellunese mette a rischio tutto il territorio e il comportamento tenuto dagli operatori del credito, che sul bellunese hanno costruito per anni pingui bilanci e ora si defilano, é inqualificabile.

Qui si é messa alla berlina la dignità dei lavoratori, costretti a girar per sportelli bancari come fossero mendicanti mentre essi chiedono solo lavoro, non carità. Ogni Donna e Uomo che si ritenga degni di questo nome deve ritenersi impegnato personalmente a manifestare Domenica prossima davanti alla ACC di Mel.

Domenica a Mel, davanti a quella fabbrica per anni simbolo della rinascita di una intera provincia dobbiamo far vedere che il popolo delle Dolomiti possiede ancora quella caratteristiche che contraddistinguono i popoli della montagna bellunese. Solidarietà verso i lavoratori e coraggio per battersi perché questa é una battaglia che deve essere vinta. Noi del BARD ci saremo !

BARD

I commenti sono chiusi