2 Comments

  1. Ramazza
    4 maggio 2013 @ 19:39

    Avevo letto questo argomento alcuni giorni fa e oggi ho avuto modo di vedere con i miei occhi quanto ha immortalato.
    Certamente chi ha compiuto quel gesto non deve avere molto materiale utile all’interno di quello che comunemente, per le persone normali, chiamano cranio.
    Certo è che il comune avrebbe potuto ordinare la raccolta e lo smaltimento di quei due materassi, a meno che non vengano utilizzati da un qualche errabondo o che gli operai del comune siano impegnati in altre e più importanti faccende.
    Vero è che così vedendo altri potrebbero emulare le gesta ed arricchire la scarpata di altre amenità.
    Si vedrà nei prossimi giorni l’operato.
    Sig. Danilo continui a controllare e a documentare, è un opera preziosa la Sua.

  2. Attila
    5 maggio 2013 @ 12:45

    L’ecocentro è solo a qualche centinaio di metri di distanza;
    ma troppo “distante” e la benzina costa .
    e poi si fa fatica
    è piu bello disfarsi dei rifiuti in questo modo .
    tornera di moda “Zozzo di Cadore ”
    Complimenti al depositario faremo colletta per asciugamani e accappatoi
    “par suialo do “!!!