4 Comments

  1. L'Economa Domestica
    13 Agosto 2016 @ 10:00

    Putroppo gelo subito gli entusiasmi: ad Auronzo il luglio è stato pessimo e anche agosto non ha il pienone. I fine settimana sono stati spesso funestati da maltempo e le code verso le Tre Cime si sono concentrate nelle giornate di sole.

  2. Danilo De Martin
    16 Agosto 2016 @ 08:10

    @L’Economa Domestica,
    In effetti nelle code auronzane che ho fatto ho visto più di qualche cartello “affittasi”; del resto si legge in questi giorni della soddisfazione in Pusteria, ma non del giubilo: anche lì non hanno raggiunto il tutto esaurito. Nei rifugi “auronzani”, sul far del pranzo, una calca fuori ma parecchi posti liberi dentro. Per quanto riguarda la fila alle 3C, ne ho schivata un’altra per pochi metri, nel senso che l’ho fatta fino al bivio per Dobbiaco, momento nel quale hanno transennato la strada di accesso al casello, ma sono sgusciato in tempo verso Landro. MI dà l’idea che dalle 10.30 sia così tutti i giorni, ma non ho ancora raccolto testimonianze dirette. Le facce mi paiono tanto da mordi e fuggi.

  3. L'Economa Domestica
    18 Agosto 2016 @ 12:51

    Il fenomeno degli appartamenti sfitti c’era stato anche l’anno scorso, che turisticamente è stato decisamente migliore del 2016. Ormai l’extra alberghiero è cambiato, nessuno chiede più un affitto un appartamento per due mesi (ci sono richieste per soli due giorni!). Sulla Pusteria: forse non c’è il tutto esaurito, ma di gente ce n’è tantissima ed è diversa da quella che villeggia in Cadore. L’età media è molto più bassa, la provenienza geografica più variata e le macchine più nuove.

  4. Danilo De Martin
    31 Agosto 2016 @ 21:10

    L’Economa Domestica, chiedo scusa ma mi sono accorto solo oggi del tuo commento rimasto in coda dal 18 scorso.