i dolori della Grosse Koalition italiana

Chi è interessato al dibattito economico non dovrebbe fare a meno di seguire un economista e blogger come Mario Seminerio. Lucido, perentorio, tagliente, icastico. Non è che si può sempre essere d’accordo con tutto ciò che sostiene, per quanto la mia comprensione dell’economia sia poco più che epidermica, ma la maggior parte delle volte mi sento in sintonia con quanto da lui argomentato. Come in questo caso esemplare, anche se le considerazioni sono più di carattere politico che economico. Neanche se foste ubriachi riuscireste a dargli torto. O no?

 

I commenti sono chiusi