i trombati eccellenti nel Veneto

Per i dettagli vedi fotogallery sul Corriere del Veneto:

i trombati del Veneto

2 commenti per i trombati eccellenti nel Veneto

  • Buon giorno

    Faccio una previsione da veggente: vuoi vedere che il “nostro” sindico avrà l’incarico della presidenza del BIM così avrà una remunerazione pubblica garantita anche dopo il mandato comunale che non potrà ripetere? segnatevi sul calendario questa previsione e poi confronterete con quello che accadrà!
    Non avete mai fatto caso che il Flaminio, dopo la caduta dal regno di Domegge e dalla comunità montana centro Cadore ha trovato (hanno creato appositamente) un posticino pubblico nel pollaio (GAL)?
    Buon giorno

  • @Buon giorno,
    non mi risulta che la carica sia, ora come ora, remunerata in euri. Resta certamente una “cadrega” – cariega, poltrona chiamiamola come vogliamo – di potere. Essendo una carica nominata (non elettiva insomma) è di solito spartita o reclamata a livello di partito per uomini di partito che devono gestirla per esigenze di partito. Di solito. Da Deppo ricopriva la carica al GAL da mo’, non è stato creato niente di apposito. Se è per quello, il sistema di spartizione è ben oliato da anni ed a tutti i livelli, dalle amministrazioni territoriali fino alla punta della piramide italiota. Senza pensare alla “politica”, prova solo a guardare lo sterminio di posti nella pubblica amministrazione creati – e remunerati – al solo scopo di aggiudicarsi una fetta di consenso. Abbiamo avuto bisogno della crisi dell’euro, che è appena cominciata, perché balenasse l’idea di ridurre il debito pubblico eliminando pubblico impiego inutile. Solo l’euro avrà la forza di farlo. Basta aspettare (ma quel giorno ci sveglieremo anche più poveri, molto più poveri). Grazie soprattutto alle logiche spartitorie fin qui condotte. In una parola, non possiamo più vivere “a debito” come fatto finora.