Paniz, Silvio e l'ortottero extra-parlamentare

Sono passati solo pochi mesi, eppur sembra un secolo. Ve lo ricordate Paniz quando oracolava sul destino elettorale di Grillo che di lì a poco si sarebbe compiuto?

[…] i sondaggi lo danno in calo vorticoso […] mi pare quindi che Grillo si sia da solo progressivamente autodistrutto

Il Paniz di allora ve lo potete andare anche a risentire in video, se proprio ci tenete. Poi arrivò Grillo con il relativo tsunami ecc. ecc.. Il Paniz d’oggi sembra più realistico. Sì, dopo aver preso una tremenda sganasciata (oltre all’orgasmo grillino anche la severa trombata politica della non rielezione) l’ex onorevole è diventato più realistico. Tanto da poter affermare, riguardo alle ultime vicende berlusconiane:

“Grillo non è in Parlamento eppure – ha ricordato Paniz- guida il suo partito in modo estremamente significativo, e ne rivendica giustamente il ruolo. Berlusconi può fare lo stesso, quindi non escluderei un passo di questo genere”.

Questo è uno che la lezione l’impara subito. E in futuro ci riserverà altre sorprese.

 

I commenti sono chiusi