11 Comments

  1. Uccelli di Rovo
    20 Dicembre 2010 @ 10:14

    Chel che te à riscontrou, caro Danilo, ‘ntel comportamento del Sindaco riguardo la Biblioteca é nuia ‘n confronto a duto ‘l resto. Lui ‘l à sempre reson, é chiautre che sbaglia sempre, lui é l’Unto del Signor (par gnente no ‘l é inte le grazie de la dente). E la dente i crede a lui sempre e comunque. No te par che ‘l sea intin come ‘l nano de Arcore? Ma tu no te te deve meravejà pì de tanto: tra l’autro ‘l é un casinista, un che l’ordin no sa gnanche agnò che ‘l sta de ciasa ( e parlo de ‘ciasa’ a ragion veduda, se sone capide?).

  2. Danilo De Martin
    20 Dicembre 2010 @ 10:45

    @Uccelli di Rovo, cheste e “piccolezze”, robute da niente n confronto al resto dela risposta, par meo dì dela non-risposta. No ocorarae gnanche di niente, bastarae liede e confrontà l’interogazione e la risposta. Ma la dente, ogni tanto, a debisuoi anche de ride. Almanco chesto e che che me auguro. E se così no fose … amen. (apuntamento ala prosima puntata de Tele-Loze)

  3. Danilo De Martin
    20 Dicembre 2010 @ 11:19

    La pagina relativa alla composizione del comitato di gestione della biblioteca è stata aggiornata. Il comitato resta sempre “Nomianto” con delibera …. Tra 3 anni verrà apportata la modifica a “Nominato”: C’è qualcuno che offre di più?

  4. Uccelli di Rovo
    20 Dicembre 2010 @ 17:23

    Caro Danilo,
    é evidente na roba sola: al botanico Palazzo i te liede, osti se i te liede; se no noi sarae così solleciti a fei le correzion coi tardive aggiornamenti.
    Vedesto che ‘l to (e nostro) Bloz al serve a algo, se no autro, I TE TEME!! E chesto dimostra la deboleza de i luore, la implicita ammission che i gestisce le robe coi pè, non co la testa…

  5. Anonimo
    21 Dicembre 2010 @ 14:16

    Ma stò De Martin no la proprio un cazzo da fa, considerando dute le stronzade chel scrive, cosa alo fatto fin ades par la nostra zona (oltre ovviamente scrive stronzade).

  6. talaren
    21 Dicembre 2010 @ 15:29

    Ma stò Anonimo no la proprio un cazzo da fa, considerando dute le stronzade chel liede, cosa alo fatto fin ades par la nostra zona (oltre ovviamente liede stronzade).

  7. topo di biblioteca
    21 Dicembre 2010 @ 17:10

    Nell’ultimo consiglio comunale, venerdi 17, la minoranza ha votato il suo rappresentante in seno alla biblioteca, nella precedente seduta non aveva un nome da votare, mi dicono che questa volta ne avevano addirittura due. I tre consiglieri presenti hanno votato: Daniele DeMeio voti 2 Calligaro Tranquillo voto 1, così finalmente hanno aggiornato il sito.

  8. Uccelli di Rovo
    22 Dicembre 2010 @ 10:41

    @Bravo Talaren, finalmente uno che usa la sottile ironia e fa sfoggio di buona conoscenza della psicologia umana!! In due righe hai trattato nel dovuto modo chi usa la volgarità e la denigrazione…Complimenti.

  9. "LA PIAZA"
    26 Dicembre 2010 @ 18:08

    Ciao Danilo soltanto oggi ho riaperto il blog che pensavo con sommo dispiacere chiuso per sempre, ma fortunatamente una persona mi dato l’input della ripresa del blog, grazie per averlo fatto.
    Venendo ai fatti della biblioteca io mi sento un po controcorrente, personalmente non è che mi interessino tanto le vostre diatribe, io sono preoccupato dal fatto che la biblioteca non esisite io non mi ricordo di una persona che me ne abbia mai parlato bene o male.
    Le mie idee sono diverse, esempio perchè deve essere il Sindaco a scegliere il comitato per poi diventare ridicoli e spartirsi anche l’uno della minoranza? perchè non si crea un gruppo per la biblioteca il quale a sua volta decide per il comitato? allarga a sua volta il gruppo e gli orizzonti, lasciando che la politica rimanga nella sua povertà di idee ?? dimenticando maggioranze e minoranze almeno nei luoghi di cultura?
    Personalmente non ho niente con l’eletto comitato, lo inviterei perciò a dialogare tramite questo blog su questi temi :
    1) quante sono le persone che frequentano annualmente la biblioteca e con che frequenza ?
    2) quanti sono i libri che vengono dati in lettura all’anno ?
    3) gli orari attuali vi sembrano i migliori ?
    4) quanti libri nuovi si comprano all’anno e con che concetto ?
    5) non potrebbe essere utile mettere in rete in qualche modo la lista dei lbri ?
    6) non potrebbe essere utile una vostra iniziativa e allargare ad un gruppo maggiore di persone non ritengo allargare il comitato ma bensi il gruppo col quale ogni tanto confrontarvi?
    Mi fermo qui e sarei felice se questo venisse raccolto e per una volta si potesse dialogare e costruire qualcosa di positivo.
    Auguri a tutti di Buone Feste
    La Piaza

  10. Danilo De Martin
    27 Dicembre 2010 @ 09:35

    Ciao “La Piaza”, molti dei punti da te evidenziati li ritrovi nella interrogazione della minoranza. Infatti loro si sono posti il problema di avere dei dati di base da cui partire. Il problema è, e la risposta lo ha chiarito pubblicamente, che il sindaco non li conosce. Ma il sindaco e l’allegato assessore alla cultura hanno dimostrato non solo di non conoscere le problematiche “standard”, ma neanche quelle “particolari”, come il prestito interbibliotecario e la questione sicurezza. Io, naturalmente, ho telefonato a Belluno a Sief, il responsabile del servizio biblioteche, il quale non ha avuto dubbi nel dirmi che Lozzo=zero, mai sentito. Ma colmeranno la lacuna (almeno di informarsi), sono in grado e lo faranno. Per la sicurezza “cazzi sua”!

    Ciò che occorre capire è che la biblioteca (tutte, non solo quella di Lozzo) come noi la conosciamo è morta, non esiste più. L’aveva già scritto a suo tempo il caro Attilio, or impegnato in altri affari:

    In un anno di governo non credo siano aumentati i già esigui frequentatori della Biblioteca, perciò missione fallita. La Biblioteca deve trovare spazio nel suo luogo ideale cioè Palazzo Pellegrini, centro multimediale e di studio collettivo pomeridiano,con aula conferenze già esistente, campo base informativo, GESTITO DAGLI STUDENTI DI LOZZO ASSOCIATI, del “PARCO COMUNALE ORIENTATO DELLE MARMAROLE DI LOZZO”…. che spettacolo e che CULTURA per i nostri figli!!!…….Se solo fossi il Sindaco…..io un idea così la promuoverei.Sane e bona autonomia culturale.

    e poi ancora, sempre Attilio:

    Credo che la biblioteca debba, se vuole continuare con efficacia a trasmettere il sapere e le nozioni cognitive di base, trasformarsi necessariamente in un Centro Culturale Multimediale, dove le persone possano accedere a tutte le tecniche informative che si sono evolute in questo ventennio. Mi riferisco alla divulgazione filmata (documentari, etc.) ed alla connessione in rete (Internet), punto nodale di tutte le ricerche sullo scibile umano. Solo così si riattiva la PRESENZA delle persone in un luogo deputato al sapere e nella più rosea delle prospettive qualcuno sicuramente se ne uscirà anche con un buon libro da leggere. Se poi questo C.C.M. trovasse spazio all’ interno di un plesso scolastico si avrebbe sicuramente un risultato sinergico.

    Ecco, La Piaza, oltre a ciò che tu auspichi, è anche (soprattutto) su questo terreno che ci si dovrebbe confrontare.

  11. "LA PIAZA"
    27 Dicembre 2010 @ 15:00

    ciao Danilo non avevo seguito tutto,comunque mi fa piacere che altri la pensino come me,questo è un motivo in più per far si che la biblioteca diventi un ente e non la solita lottizzazione politica.
    Continuo ad essere del parere che il comitato debba muoversi nel modo giusto fuori dai soliti binari anche per non perdere i vantaggi possibili che sopra descrivi.
    Non lo dovesse fare ritengo che questo comitato diventi un complice della politica e pertanto direttamente criticabile da parte dei cittadini.