la preghiera diventa digitale

foto della corona del rosario


Non c’è niente da fare. Quando Dio creò il mondo, stabilì che tutti coloro che, in qualsiasi modo, gli avrebbero reso grazia, sarebbero stati dotati di grandi doti comunicative.

Ne hanno combinate di cotte e di crude nel corso dei secoli, oggi sono minacciati dal fanatismo islamico, ma il messaggio di fede della religione cristiana, che è quello che conta, giunge sempre vicino alle persone, le sole poi a poterne eventualmente gioire.

Ecco quindi l’introduzione della preghiera digitale e del rosario elettronico.

Tratto da un articolo apparso ieri su Repubblica:

Si tratta, in sostanza, di un nuovo modo di pregare collegandosi alla rete delle reti, accessibile dagli smart phone o via pc. E’ un innovativo strumento di preghiera ideato da Euro Digital Equipment srl in collaborazione con la Delegazione Pontificia per il Santuario della Santa Casa di Loreto. E’ stato presentato nell’ambito del convegno “Fede e Tecnologia: una convergenza a sostegno della preghiera” svolto proprio nel Palazzo Apostolico di Loreto.

La simbolica “benedizione” del progetto l’ha data, significativamente, l’arcivescovo di Loreto, monsignor Giovanni Tonucci, secondo il quale si tratta di “un utile strumento di preghiera che può servire anche per accompagnare le persone sole, i malati e tutti coloro che desiderano sentire d’essere in preghiera insieme con gli altri”.

ancora, ripreso da Adnkronos:

“Si tratta di un innovativo progetto digitale di supporto alla fede, concepito per mettere contemporaneamente in contatto più persone e dar loro la possibilità di aggregarsi in gruppi di preghiera”, spiega Vincenzo Coccoli leader del progetto e CEO del gruppo Moretechnology, all’interno della quale opera Euro Digital Equipment srl, l’azienda che ha realizzato il Rosario Digitale. Accessibile gratuitamente all’indirizzo www.prexcommunion.com e a pagamento dai cellulari più evoluti o dagli Smart-Phone, consente infatti di recitare insieme ad altri il Santo Rosario. Il singolo fedele si sente cosi’ parte di una comunita’ che prega insieme in uno scenario mondiale: può pregare con i propri amici ma anche con persone distanti migliaia di chilometri da lui per una stessa intenzione.

Il nuovo portale è definito anche ‘Social network della preghiera’, perché forma comunità virtuali che condividono tra loro non solo la preghiera, ma anche temi di discussione, e permette di scambiarsi testi, documenti e foto, impostare calendari di eventi religiosi, pianificare incontri fisici di preghiera comunitaria e connettersi ad altri social network, come Facebook o Twitter per esempio.

Con molta sincerità, non ho idea di che impatto avrà fra la “gente comune” questa evoluzione tecnologica. Resistenze, in un corpus sociale come quello dei nostri credenti, non ne mancheranno di certo. Ma a ben vedere, anche la “corona del rosario” è stata introdotta per facilitare la preghiera, ed a quei tempi era o non era anch’essa una “innovazione tecnologica?“. La rete è libertà, anche di pregare, anche insieme agli altri. W la Rete.

Vi aspettate forse che accenni alle delibere su internet che la nostra Amministrazione si ostina a non pubblicare? No. Nessun accenno ai trogloditi (uomini delle caverne, in senso “info-tecnologico” ovviamente).

Foto: Wikipedia (modificata)

1 commento per la preghiera diventa digitale

  • Roberto

    EURO DIGITAL: PREXCOMMUNION, IL SOCIAL NETWORK DELLA PREGHIERA, SI RINNOVA E IN COLLABORAZIONE CON LA CEI SI ARRICCHISCE DI CONTENUTI IN OCCASIONE DI “TESTIMONI DIGITALI”

    Milano, 21 aprile 2010 – In occasione dell’avvicinarsi di “Testimoni Digitali”, l’evento promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana che si svolgerà a Roma dal 22 al 24 aprile, PrexCommunion.com, la community online della preghiera ideata da Euro Digital Equipment, celebra l’appuntamento rinnovandosi completamente nella grafica e nei contenuti.
    In sinergia con il sito http://www.testimonidigitali.it saranno offerti spazi di dialogo, contenuti speciali, aggiornamenti e notizie, seguendo con particolare attenzione quanto emergerà da “Testimoni Digitali”. A otto anni di distanza dal successo del precedente convegno “Parabole mediatiche” la Chiesa italiana promuove con “Testimoni digitali” una nuova grande occasione d’incontro e di approfondimento sulle trasformazioni indotte dalle nuove tecnologie nei rapporti umani, mostrando la propria apertura e la propria volontà di comprendere a fondo le dinamiche che stanno scaturendo dalla rivoluzione digitale. Il “continente digitale”, come ricordato più volte da Papa Benedetto XVI, costituisce un enorme potenziale di connessione, di comunicazione e di comprensione tra individui e comunità.
    PrexCommunion.com, il “social network della preghiera”, vuole fornire un apporto concreto in questa direzione, mettendo a disposizione dei fedeli una “piazza virtuale” gratuita in cui poter condividere fino in fondo la propria esperienza religiosa con altri fedeli in tutto il mondo. PrexCommunion.com vuole quindi essere un luogo d’incontro per riunirsi, dialogare e pregare insieme, superando le barriere della distanza fisica per unirsi nella comunanza spirituale.
    PrexCommunion.com è un portale dedicato alla spiritualità e alla preghiera ed è stato concepito fin dalla sua nascita come spazio d’incontro sul web per mettere in contatto persone di ogni provenienza e dar loro la possibilità di condividere le proprie intenzioni di preghiera e la propria esperienza di fede. Oggi, a sei mesi dalla sua creazione, la community può contare su oltre 2.000 utenti registrati e più di 600 accessi giornalieri.
    Con la nuova versione di PrexCommunion.com, oltre a pregare insieme a fedeli di tutto il mondo, si possono anche creare spazi personalizzati, dialogare con gli altri fedeli attraverso i forum di discussione e tenersi aggiornati sui principali eventi del mondo cattolico. Nella home page non solo è possibile condividere le proprie intenzioni di preghiera, ma anche pregare per le intenzioni altrui: per fare questo è disponibile un supporto digitale che guida i fedeli nella corretta recita del Santo Rosario. In tal modo il fedele ha l’opportunità di condividere momenti di preghiera e di raccoglimento spirituale ogni qualvolta ne senta la necessità e ovunque si trovi.
    Una sezione dedicata agli eventi poi riporta i principali appuntamenti del calendario liturgico e una selezione dei principali avvenimenti del mondo cattolico con approfondimenti dedicati. L’area news contiene invece una rassegna stampa ragionata sui temi di preghiera e spiritualità con un’attenzione particolare al convegno “Testimoni Digitali”. La nuova sezione “Preghiera e dintorni” è infine uno spazio pensato per raccogliere una selezione di testi dedicati al tema della preghiera e alcuni spunti di meditazione che possono alimentare riflessioni sul significato e l’importanza del pregare.
    Essa però non si limita a fornire un supporto ai credenti: anche coloro che sono semplicemente interessati ad approfondire i temi della spiritualità e della preghiera possono trovare oltre a informazioni e spunti di riflessione anche l’occasione di scambiare opinioni, idee ed esperienze. PrexCommunion.com è infine un’opportunità per far avvicinare alla preghiera anche coloro che non la conoscono.

    Per ulteriori informazioni:

    MS&L Italia
    Ufficio stampa Euro Digital Equipment
    Roberto Adriani
    roberto.adriani@mslworldwide.com
    02.77336266 – 348.2509894
    Federica Rota
    federica.rota@mslworldwide.com
    02.77336406