la rimonta (è la democratura, bellezza) /1

Vincerà Bersani, senza alcun onore, ma non dilagherà. Ci mancherebbe anche questa. Danni potrà farli comunque: lo abbiamo già visto servile a Berlino, accucciato vicino alla Merkel a pettinar bambole. E’ più gelido di un ghiacciolo, non scalda i cuori, non scalderebbe i cuori neanche con un fornello. Monti sembra un pensionato “gasato”: ci manca di vederlo in giro coi jeans, il matusalemme, ragioniere da quattro soldi, profeta europeista dei miei zebedei.

Poi c’è lui, l’innominabile. Siccome di rimonte se ne intende, sta rimontando. Se dio non ce la manda buona, ce lo ritroviamo tra i piedi per i prossimi 20 anni. In tempo, qui a Belluno, per produrre un’altra cagata pazzesca come la vergogna nazionale del Bim-Gsp, senza pensare ai giuda pidiellini che hanno assassinato la Provincia. E’ la democratura, bellezza!

 rimonta ...

(Foto: grederi.blogspot.it)

6 commenti per la rimonta (è la democratura, bellezza) /1

  • Cagliostro

    @Caro Danilo,
    Bersani, è vero, non scalderà i cuori ma almeno dimostra di essere una persona seria e,in fatto di promesse, mi pare che non le spari grosse come altri stanno facendo a man bassa per turlupinare una ennesima volta i gonzi creduloni. Io penso che non abbiamo proprio bisogno di riprovare fattucchieri, affabulatori, cialtroni, bugiardi patentati, che credono che gli elettori siano tutti degli sprovveduti. Nella moltitudine di fresconi, questa volta spero che molti siano i disillusi. Personalmente, prima di votare, cerco di fare una tara su tutte le promesse fantasmagoriche che ogni candidato premier può aver fatto, poi cerco di capire quale è la persona da cui comprerei la classica auto usata, infine valuto quella che può essere considerata una certa preparazione tecnico-economica-politica ed una sensibilità sotto il profilo istituzionale (rispetto delle Istituzioni democratiche) e sociale (prediligendo nettamente chi è sensibile, in frangenti drammatici come quelli che stiamo vivendo, ad una certa ridistribuzione della residua ‘ricchezza’ e si impegna con provvedimenti che inneschino prospettive di lavoro). Mi pare che il mio sia semplice buon senso. Senza voler citare la demagogia di quello che tu definisci, opportunamente e giustamente, l’Innominabile.

  • VAALAURA'

    NO BERSANI é SOLO UN MANGIA A SBAFFO DE CHI CHE LAORA. E SON APOSTO

  • Cagliostro

    @Danilo,
    Vale sempre la considerazione espressa sulla qualità degli interlocutori che si possono incontrare sulla rete.Purtrppo, la botte italica offre quello che può, spesso un vino che sa di aceto. Proprio oggi l’Innominato ha citato il sommo dirigente Rai degli anni ’70 per riproporre un detto sulla valutazione degli utenti radiotelevisivi e quindi sulla formazione del consenso ad esclusivo uso ed abuso mediatico. Diceva il personaggio: “Gli elettori che formano i loro convincimenti alla TV sono persone con la maturità e la cultura di un undicenne, neanche tanto intelligente!!” E l’Innominato ha subito chiosato: “Forse adesso qualche progresso è intervenuto e la cultura politica e televisiva sarà cresciuta fino alla terza media”.In sostanza, il Re di Denari ha ribadito (e copiato!!) un giudizio sferzante, sarcastico e satireggiante sulla qualità di molti dei propri allocchi sostenitori!!!!!!!!!!!!!!
    Io mi auguro proprio che non capiti alla Nazione un nuovo dramma, giacché la storia non si ripete mai negli stessi termini e modalità: dalla farsa alla tragedia il passo è breve… Votare sta diventando più che mai cosa tremendamente seria (lo è sempore stata, ma mai così importante come ora) e le conseguenze della demagogia spicciola, quella che si basa non sul ragionamento e sulla ponderazione ma su luoghi comuni e sulla mancanza di discernimento, può portare a gravissime conseguenze. La democrazia può essere messa a dura prova da continue torsioni e dalla dabbenaggine di molti elettori superficiali, l’economia poi sta già dando segni di nuove gravissime tensioni… Sarebbe deleterio che gli sforzi fatti fin qui(con più o meno entusiasmo per raddrizzare una barca in acque procellose) venissero vanificati da un voto non ben ponderato e ‘maturo’.

  • Cagliostro

    @VAALAURA’
    cerca di argomentare sulla situazione grave in cui ci troviamo e sui rimedi proposti dai vari candidati. Lascia perdere, possibilmente, luoghi comuni e considerazioni tue personali. Molto spesso, nella mia vita, ho dovuto rendermi conto che quello che mi sembrava, a prima vista, bello, attraente e convincente, in effetti era falso, brutto e repellente. Mentre ciò che mi sembrava, sulle prime, non convincente ed illusorio, si è dimostrato invece veritiero, credibile e serio. Insomma, in politica bisogna cercare di documentarsi, poi argomentare senza essere banali e superficiali. Forse non ti rendi perfettamente conto che il momento è decisivo per tutti noi e la Grecia potrebbe essere…dietro l’angolo. Io cerco di essere realista e pragmatico e poi la logica è una sola, lo diceva un certo A.Lincoln:”si può ingannare tutti per qualche tempo, si può ingannare qualcuno per tanto tempo, ma non si può ingannare tutti per tanto tempo”. Credo che la massima sia più che mai di attualità, soprattutto se calata nella storia politica recente e nelle prospettive fosche che si aprirebbero qualora certe sirene tornassero baldanzose a fare i loro loschi traffici alle nostre spalle e sul nostro destino e quello dei nostri figli.

  • […] della rimonta del Berlusca. Da oggi non si possono più diffondere sondaggi, ufficialmente. Ufficiosamente, […]