Lorenzago di Cadore: basteranno 'i ricordi dei papi' a salvarne il declino?

Il declino generale di un paese non si misura solamente dall’andamento delle presenze turistiche e della relativa capacità d’accoglienza, anche se nel caso di Lorenzago – visti i trascorsi di luogo di villeggiatura “elettivo” – esso è da ritenersi comunque un buon indicatore. La costante nella lettura dei dati è la progressiva diminuzione delle presenze anche a fronte, lo si vede dal 2005 in poi, di una limitata variazione fra gli arrivi che si mantengono relativamente allineati.

Le visite pastorali di papa Wojtyla si sono succedute negli anni 1987, 1988, 1992, 1993, 1996 e 1998, mentre papa Ratzinger venne a Lorenzago di Cadore nel luglio del 2007. Difficile stimare quale sia stato il “contributo” dato dalla presenza del papa alla totalità delle presenze turistiche nel periodo precedente il 1997, anno dal quale i dati statistici sono stati registrati con regolarità. In termini di presenze nel 1997, per fare un esempio, anno in cui non era presente il papa, esse risultano maggiori di quelle registrate l’anno successivo, ultimo anno di permanenza di papa Wojtyla a Lorenzago. L’arrivo di papa Ratzinger nel 2007, altro esempio, comporta un lieve sussulto positivo (+14%) delle presenze che tornano poi nuovamente a calare.

E’ chiaro che l’effetto traino sugli arrivi e sulle presenze turistiche  si manifesta con la reale presenza del papa, effetto che sostanzialmente svanisce se il papa se ne sta a Castelgandolfo o va da qualche altra parte (pasou l santo, pasou l miracol). Tutta ancora da dimostrare, invece, la capacità di attrarre turisti con un’offerta museale postuma – pur dai chiari contorni papali – quale quella del Museo del Papa – Tracce e ricordi dei papi a Lorenzago (non sto dicendo che il museo non andava allestito, avendo esso anche un senso comprensoriale, come tutti i musei del resto). Dall’andamento del flusso di presenze turistiche (ma ancor più poté e potrà il salasso demografico) sembra di poter dire che se non interviene direttamente il loro principale (dei papi intendo), e senza indugio, Lorenzago diventerà rapidamente l’ombra di sé stesso. Non ci resta che attendere l’eventuale miracolo.

Per quanto sia un dettaglio non significante, devo tuttavia segnalare che l’immagine sulla home page del sito del Museo del Papa, con le volute sproporzioni fra le figure dei papi Wojtyla e Ratzinger e con quella loro sottolineata algida presenza, crea un inquietante effetto spiritico piuttosto che un rasserenante effetto spirituale. Almeno al sottoscritto.

presenze ed arrivi turistici a Lorenzago di Cadore 1997-2011

parte dell'home page del sito museodelpapa.it

andamento demografico a Lorenzago di Cadore

Andamento demografico a Lorenzago di Cadore (fonte Wikipedia)

2 commenti per Lorenzago di Cadore: basteranno ‘i ricordi dei papi’ a salvarne il declino?