Monti e Scelta Cinica non cinguettano più

Twitter è da tempo il social più di moda. Durante la campagna elettorale tutti si sono aperti un cosiddetto profilo (per alcuni di essi avevo preparato la pagina “porci con le ali“). Anche Monti e Scelta Cinica. Solo che non cinguettano più: dal 27 febbraio il primo, dal 25 febbraio il secondo (trascurando i retuit che comunque si fermano anch’essi al 27). Non si fa così, caro ragioniere. Noi contavamo di essere informati quotidianamente dalla di lei essenza. Non si lascia nella palude informativa chi l’ha seguita con ardore e l’ha votata col cuore. Twitta Mario, twitta, dì qualcosa.

Il patapumf elettorale toccato al centrino non dev’essere stato ben digerito, pur essendo chiaro (solo agli analisti politici) che questo silenzio è tattico (il ragioniere non sa che cazzo fare). Doveva essere l’ago della bilancia ma i numeri conseguiti gli hanno sottratto questa chance. Siamo entrati nel marasma post-elettorale ma è ben difficile che – pensando ad un possibile governo tecnico che ci porti fuori dalle secche – Napisan possa nuovamente rivolgersi a cotanta misura di fessità (che accompagna colui che è fesso, ovvero colui che commette imperdonabili sciocchezze). Ascoltiano, per ora, questo silenzio tattico, in attesa del “verbo”.

ultimi tweet di Mario Monti e "Scelta Cinica" (al 5 marzo 2013)

I commenti sono chiusi