4 Comments

  1. frenk
    3 novembre 2017 @ 16:40

    @danilo. Sulla questione Sappada il “nostro” ha perso una grande occasione per tacere. Sintesi storica: Ad altissima maggioranza dei sappadini Referendum popolare per l’abbandono del Veneto per il FVG, voto favorevole di un consiglio provinciale di Belluno eletto alla maniera classica di una volta, voto favorevole della Regione Friuli Venezia Giulia, voto favorevole della Regione Veneto, voto favorevole del Senato dopo 2 legislature, foto favorevole delle Commissioni della Camera. Si aspetta solo il voto dell’aula Camera che sarà una formalità prevista tra qualche giorno. A dispetto della giovane sappadina renitente

  2. Danilo De Martin
    3 novembre 2017 @ 17:22

    @frenk,
    questa tua sintesi è quanto mai opportuna, soprattutto nel ricordare il sofferto voto del consiglio provinciale (eletto, come ricordi, dal popolo bellunese) e del consiglio regionale. Anch’io sono “romanticamente” dispiaciuto per questa “perdita”, ma con la ragione non posso che sentirmi sappadino. La guardavo dall’alto, Sappada, qualche giorno fa, piccola e lontana, e pensavo: va, va e cerca di trovare la tua strada (contento che, almeno loro, ci possano provare). E sì, il voto alla Camera dovrebbe essere una formalità, ma siamo in Italia e, come disse una volta il Trap, “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco” (no sei de cat is in de sac, uen iu av not de cat in de sac) 🙂

  3. talaren
    4 novembre 2017 @ 08:46

    Vorrei solo per un attimo dare un po’ ragione a Padrin, in quanto per me il voto di Sappada è stato più un voto di protesta, che un vero voler passare in Friuli.
    A quei tempi si votava con la consapevolezza che non ci avrebbero mai lasciato cambiare regione. E il fatto di voler cambiare regione ci ha fatto invece ottenere i fondi Odi.
    Secondo me molti di coloro che hanno votato per il passaggio in Friuli ora se ne stanno pentendo… non il comitato per il sì, naturalmente, che è formato da gente convinta della cosa, ma una buona fetta degli abitanti credeva solo di far presente il suo malessere.
    Ricordiamo che il Friuli non ha molta cura della sua montagna, in confronto siamo molto più considerati noi da Venezia…

  4. frenk
    9 novembre 2017 @ 17:46