Crozza, l'incendio in Liguria e il 'petardo di Dio'

Sempre simpatico quel “volpone” di Bruno Volpe direttore di Pontifex Roma, la mia striscia quotidiana di comics. Insuperabile. Ce l’ha su ancora con Crozza. E stavolta non lo indica come “mandante” del diluvio di Genova, ma come primo responsabile dell’incendio che sta “divorando” il savonese. Crozza si è macchiato del peccato originale: “ha interpretato la biasimevole parodia del Papa nella trasmissione che gestisce su La 7.

E siccome “Dio non manda mai il male, in quanto essere buono e misericordioso, ma permette il male, perché da questo possa derivare un bene”, ecco comparire le Fiamme. Ma, dice il volpone, analizziamo: “… che cosa  sta divampando? Fiamme, quelle che purificano, ma anche indicano l’Inferno, la dannazione.”

Ora, sembra appurato che l’incendio abbia avuto innesco dallo scoppio di petardi. Ecco, volpone ha scoperto il “Petardo di Dio”. Mancava, anche lui come il bosone, altro gingillo di Dio che sembra essersi finalmente palesato, a chiudere l’indagine della Santa Inquisizione.

Crozza, vacci piano col Ratzi, che abbiamo l’Italia in bilico. Se va in default (e non ci vuole più tanto ormai), sappiamo chi ringraziare.

 

2 commenti per Crozza, l’incendio in Liguria e il ‘petardo di Dio’