declino demografico a Lozzo di Cadore: non ci sono più le donne di una volta

Nono Tino, classe 1902, nacque in una famiglia che ha prodotto in tutto 11 figli. Potenze della natura: non tanto al canon de la fontana (m), quanto al brente (f) vero e proprio. A parte questo, senza indagare se i dati dei flussi siano o meno corretti alla virgola, fa impressione vedere – come riportato da Wikipedia – che la popolazione di Lozzo di Cadore ha infranto una specie di barriera psicologica, le 1.500 persone.

Siamo insomma – lozzesi, lozzioti o lozziani che ci si senta (c’è anche la versione wikipediana di lucensi, una chiara pisciatella fuori dal vaso) – in 1.499.

popolazione a Lozzo di Cadore

(Immagine: Wikipedia)

8 commenti per declino demografico a Lozzo di Cadore: non ci sono più le donne di una volta

  • Cagliostro

    @Danilo,
    purtroppo l’asticella psicologica scenderà ancora, vista la situazione e le prospettive a breve/medio periodo. Nel grafico che tu hai riprodotto (fonte Istat) si vede chiaramente un trascorso andamento correlato ai periodi post-bellici ed all’incidenza migratoria. Qualche influsso, di recente, lo si coglie dai dati sull’immigrazione, che stanno però ora diventando insignificanti.
    L’intero territorio cadorino manifesta un vistoso declino demografico.
    Non sono un sociologo, ma credo che se non interverranno provvedimenti urgenti per la montagna (da parte sia della Regione che dello Stato) fra una quindicina d’anni da noi ci sarà la desertificazione.
    Sarebbero necessarie sinergie urgenti ed efficaci con interventi delle autorità locali in perfetta simbiosi e sintonia con il centro al fine di rilanciare l’economia sotto forme innovative che guardino alla salvaguardia del territorio, delle strutture ricettive, dei servizi, alla creazione di un tessuto di piccole aziende artigianali ed industriali nel campo delle tecnologie avanzate, al promuovere nuove forme di turismo diffuso durante tutto l’arco dell’anno, all’instaurazione di una moderna agricoltura di montagna, allo sfruttamento della risorsa legno con tecniche del tutto nuove,a forme associative che rilancino una imprenditorialità ora languente.
    Tante modalità di intervento sarebbero possibili ma su tutte dovrebbe prevalere la Politica con la creazione in loco di una classe dirigente degna di questo nome, che sappia farsi valere anche e nonostante la poca forza che si esprime con i numeri, ma facendo ben presente a chi di dovere che, se non si salva la montagna, ben presto ne deriverà un danno incalcolabile anche per la pianura…

  • frank

    e’ ben più pesante la situazione di Vigo dove tre paesi più Piniè fanno in tutto 1494 abitanti… senza contare l’invecchiamento (fascia over 65) e l’esigua fascia adolescenti (0 – 15 anni).

  • frank

    danilo sarebbe interessante confrontare i dati d’anagrafe, divisi per fasce, dei nostri paesi con quelli medi della regione veneto qui riprodotti

    http://www.tuttitalia.it/veneto/statistiche/indici-demografici-struttura-popolazione/

  • @frank,
    in effetti vien da piangere anche a guardare la situazione di Vigo …

  • si può fare, si può fare. Anche se la risposta-scenario, ahinoi, è abbastanza scontata. Ancor più scontata se paragonata con il TAA invece che con il Veneto. Domani comunque pubblico il resoconto del declino demografico cadorino (e centro-cadorino). Poi, visto che qualche auronzano continua a dire – ora che si sta provando a raccogliere le firme per il referendum – “Mai coi puster”, senza qualificare in altro modo questa affermazione (più che legittima naturalmente), sarà la volta dei dati della Pustertal …

  • […] declino demografico a Lozzo di Cadore: non ci sono più le donne di una volta […]

  • […] i Cadorini”.  Suggerisco a MM di allargare il desiderio a qualche posto in più, stante il declino demografico cui stiamo assistendo. Se avessimo la capacità di attrarre persone, invece di allontanarle, […]

  • […] questo si profila per il nostro piccolo paese, già flagellato da un declino demografico che lo ha visto sprofondare oltre la barriera psicologica dei 1500 abitanti, una redenzione che non esito a definire […]