5 Comments

  1. frank
    11 dicembre 2012 @ 10:46

    Danilo, tra il declino demografico generale si possono notare quali sono i paesi in via di marginalizzazione. Anche nel nostro caso c’è una qualche tendenza di inurbamento verso i centri maggiori. L’Oltrepiave è veramente a rischio demografico.

  2. declino demografico in ‘Centro Cadore’: dati dal 1951 ad oggi (infografica) » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    11 dicembre 2012 @ 13:21

    […] dati dal 1951 ad oggi (infografica) A seguito della pubblicazione dell’infografica in declino demografico in ‘Centro Cadore’ che riportava l’andamento dal 1871, ho qui semplicemente modificato i grafici per mettere in […]

  3. frank
    11 dicembre 2012 @ 14:11

    Confronto tra 1911 e 2011

    					
    			1911	2011	saldo	%
    
    	auronzo		4104	3458	 -646	-15,74%
    	calalzo		1406	2177	  771    54,84%
    	domegge		2695	2576	 -119	 -4,42%
    	lorenzago	1196	 567	 -629	-52,59%
    	lozzo		1920	1499	 -421	-21,93%
    	perarolo	2156	 385	-1771	-82,14%
    	pieve		3748	3960	  212	  5,66%
    	valle		3162	2053	-1109	-35,07%
    	vigo		2381	1494	 -887	-37,25%
    						
    	abitanti	24779	20180	-4499	-18,23%
    
    

    salvo CALALZO e PIEVE tutti gli altri sono in decremento, alcuni in modo considerevole (a indicare che l’economia è il principale elemento di crescita vedi Perarolo, Lorenzago, Valle e Vigo)

  4. frank
    11 dicembre 2012 @ 14:59

    ecco un link che confronta i dati demografici dei comuni della prov di Belluno (2001 – 2011)

    http://www.tuttitalia.it/veneto/provincia-di-belluno/statistiche/censimento-2011/

    in riferimento al 1911 in Italia c’erano 36.921.000 abitanti, nel Veneto 3.009.000

    nel 2011 in Italia 60.340.000 (+63,4%) abitanti, nel Veneto 4.866.000 (+61,7%)

  5. confronto fra l’andamento demografico del Cadore e della Val Pusteria » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    12 dicembre 2012 @ 12:39

    […] declino demografico in ‘Centro Cadore’ (infografica) […]