2 Comments

  1. Lozzese curioso - u.d.t.
    10 gennaio 2013 @ 13:55

    Ho letto con un certo interesse il Bolcom ma non ho potuto trattenermi da un pensierino semplice semplice. Guarda che slecazzata ha fatto alla Cittadinanza per il modo con cui ha migliorato nell’eliminare le scoazze.
    Ma a parte questo, non vede il vostro sindaco, tanto da far rimarcare nel bolcom, che altrettanti e forse più cittadini, come sono migliorati da una parte sono peggiorati nel non raccogliere le merdacce dei cani che portano a spasso lungo le strade del paese? sembra di percorrere un campo minato di merde. Attenti a destra, attenti a sinistra, fianco dest, fianco sinist, …..presa…porco …io. Non è che avrà avuto timore di scrivere pane al pane e vino al vino e di inimicarsi qualcuno? E’ mai possibile che un prof.re non sia in grado di insegnare alla scolaresca il modo civile di convivere fra tutti, magari allegando al Bolcom, anche un foglio con quattro righe con le regole per la conduzione dei cani lungo le strade?
    Che paese di cacca di cani!

  2. cupa tenebrosa lugubre speranza (bolcomiadi /3) » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    13 gennaio 2013 @ 09:57

    […] dal municipio per entrare in tutte le case dove risiedono le famiglie di Lozzo“, titolo dal L’ecco di Lozzo: “Che sia un anno si speranza, di salute, di lavoro e di felicità”. OK, siamo nello […]