climate change a Lozzo di Cadore: a Verna i pinguini e a Pecol le cocorite

Ordinanza comunale. Ehi, in inverno a 1.800 m s.l.m. si formano coperture di neve e lastre di ghiaccio! Ne sono certo, perché si formano anche qui a Lozzo al campo base, a 800 m s.l.m.. Dal comune dicono “A causa degli eventi climatici” (El Niño? Jet Stream? …): “inverno” no eh!

Quindi, fatemi capire: da Verna a Pian dei Buoi i pinguini fanno surf, mentre da Verna a, mettiamo, Pecol, ci sono le cocorite che vanno in calore?

Perdiana, perdiana.

Per fortuna che il divieto vale “limitatamente nel [leggi tutto …]

il sindaco di Lozzo non biasima il BLOZ ma taluni blozziani anonimi

In estrema sintesi (ma tornerò sull’argomento). Dal Botanico Palazzo il sindaco ha confermato il suo biasimo (quello espresso a suo tempo nella risposta pubblica data a un’interrogazione sulla ex caserma di Soracrepa):

“Allo stesso tempo biasimiamo il comportamente di qualche cittadino di Lozzo che ha dato voce e spazio mediatico alla controparte. Questo è stato rilevato in più occasioni su un blog con il quale spesso anche il vostro sito [quello di Per la Gente di Lozzo, ndr] è in collegamento. Non mi sembra che sia [leggi tutto …]

quadrilogia blozziana (3): tutti i colori fuorché il nero

Ieri sera il BLOZ è stato visitato da @informatissimo che, se non fosse per il tema incalzante del commento, potrebbe concorrere al premio trolletto dell’anno. Dice il nostro:

Vi agitate tutti per niente, Manfreda ha aspettato inutilmente la preannunciata e temuta visita di Danilo. Danilo non è potuto andare per mancanza di tempo, e allora Manfreda gli da ancora cinque anni di tempo perché lo possa andare a trovare in comune, se questa non è democrazia !

Ovviamente c’è una spiegazione alternativa. Un sindaco non ha la [leggi tutto …]

tra metafore 'canossiane' e metafore 'pantegane' (del biasimo del BLOZ)

Me ne ero proprio dimenticato, “di chiarire il mio punto di vista in relazione a quanto limpidamente argomentato con nota e proverbiale sagacia” da Cagliostro nell’articolo Cagliostro: tra stipsi letterarie e umiliazioni canossiane del 24 ottobre 2013 (come passa il tempo …).

Cagliostro, infatti, della vicenda della “stipsi letteraria del sindaco” ha dato una sua personale interpretazione ricorrendo ad una “metafora” storica di grande suggestione,  “Una specie di Canossa con l’imperatore prostrato ai piedi del pontefice” :

[…] Sotto il profilo psicologico, tutto rientra in un gioco [leggi tutto …]

Cagliostro: tra stipsi letterarie e umiliazioni canossiane

(apprezzando l’onestà intellettuale con la quale Cagliostro interpreta la questione della “stipsi letteraria del sindaco di Lozzo” – che alla fine mi vedrebbe questuante e genuflesso al potere temporale del sindaco: “Una specie di Canossa con l’imperatore prostrato ai piedi del pontefice” – pubblico come articolo il contributo apparso originariamente come commento, riservandomi appena possibile di chiarire il mio punto di vista in relazione a quanto limpidamente argomentato con nota e proverbiale sagacia)

di Cagliostro

@Danilo,
l’uomo del monte usa due pesi e due misure. Seppur con “bonari” [leggi tutto …]

la stipsi letteraria del sindaco di Lozzo di Cadore /2

Ve ne sono d’amore, di credito, semplicemente di corrispondenza. Sono le lettere. Un’invenzione che si perde nella notte dei tempi. Una conquista della civiltà. Le scimmie, per dire, non possono usarle: loro si devono limitare al colloquio (alla forma di colloquio permessa dal loro grado di evoluzione certo, ma sempre di colloquio si tratta: vedi per esempio il grooming, lo spulciamento reciproco).

Servono, le lettere, per fissare a futura memoria ciò che si sta comunicando.

Prendi, per esempio, i quotidiani. Sono, a tutti gli effetti, “lettere quotidiane“. [leggi tutto …]

la stipsi letteraria del sindaco di Lozzo di Cadore /1

Dunque il sindaco di Lozzo ha risposto alla mia lettera. Una risposta che è eufemistico definire stitica. Si vede che l’uomo più di così non poteva. Ma, sindaco, sono curioso di sentire ciò che saprai balbettare sull’argomento per cui, da qui alla fine dell’anno, ok, ti capito giù (grazie del cortese invito).

Mi verrebbe di portarti in dono un vassoietto di quei prodotti fluidificanti, quelli che “aiutano la tua naturale regolarità”, con la speranza che possano avere effetti anche dal lato letterario. Ma so che ti [leggi tutto …]

lettera 'chiusa' al sindaco di Lozzo di Cadore

Ricorderete: il 13 agosto scorso pubblicai l’articolo “lettera aperta al sindaco di Lozzo di Cadore (esposta sulle bacheche ‘de comun’)” e contestualmente provvidi all’affissione della medesima su alcune bachehe. Qualcuno, @1 amigo, si disse convinto che il sindaco non mi avrebbe “cagato”  – felice eventualità che è invece occorsa ad Alessio Zanella – e, al momento, gli devo dare ragione. Per questo ho provveduto all’inoltro della missiva agostana con metodo convenzionale.

Al Sindaco di Lozzo di Cadore

Lozzo di Cadore 02.10.2013

Gentile signor Sindaco,

il 13 agosto [leggi tutto …]

il sindaco di Lozzo di Cadore ... tira

Uno si sbraccia per far conoscere le crudeltà di questo mondo, le ingiustizie che rimpallano tra imperialismo e collettivismo, gli aneliti autonomisti e indipendentisti, l’arroganza di uno stato di merdellata (merda non si può più dire), la forza del libero mercato e del libertarismo, le miserie del Vaticano e la pochezza dei cattomofobi e poi scopre che basta scrivere una lettera aperta al sindaco per far fare un salto quantico alle visite sul proprio blog.

Giuro su Silvio che guardo le statistiche del traffico su questo [leggi tutto …]

lettera aperta al sindaco di Lozzo di Cadore (esposta sulle bacheche 'de comun')

Gentile signor Sindaco,

qualche giorno addietro (23.07.2013) il compaesano Alessio Zanella ha prodotto una lettera aperta che ha esposto alla pubblica lettura sulle bacheche stradali comunali. A tale lettera è seguita, con modalità analoghe, la tua risposta (08.08.2013) che la gente ha potuto e può ancora leggere sulle medesime bacheche. Mi è sembrato utile cogliere questo delizioso precedente per comporre a mia volta un semplice quesito che porgo alla tua attenzione e che rendo pubblico con le stesse modalità usate dal Zanella.

Mille domande potrei farti ma [leggi tutto …]