la decrescita infelice dell'Italia /2

Prendo spunto da un commento di @frank che accenna allo scivolamento dell’italica unità verso le repubbliche delle banane.

… mentre il sud America cresce, noi prendiamo il posto tra le repubbliche delle banane; ricordo che il partito di maggioranza in Italia non è PD, PDL, M5S è quello degli astenuti (37%)

A parte le classifiche per mafia e poche altre attività, la maggior parte di esse ci vedono occupare sempre gli ultimi posti (quando prese unitariamente: quando prese regionalmente la cosa spesso cambia anche di molto e, talvolta, diciamolo pure, enormemente). Lo si vede per esempio, spudoratamente, nel grafico della crescita del PIL reale nei paesi OCSE dal 2000 al 2011 pubblicato i giorni scorsi.  Ma anche in campi “improbabili” come la libertà di informazione dove l’unità d’Italia è classificata da RSF al 57° posto.

Tornando all’economia, ecco due altri grafici che, similmente a quello prima segnalato, danno l’idea dello scivolamento dell’Italia fra le repubbliche bananiere. Il primo riguarda la crescita fra i paesi del G7 dal 2007, il secondo l’andamento del PIL reale delle maggiori economie dell’UE fatto 100 quello del primo trimestre 2008 (un sentito ringraziamento all’intera classe politica, la Casta, che finora ha governato lo stivale).

crescita-g7-dal-2007

trend-PIL-2008-2013

I commenti sono chiusi