Manzato: un po' lento, ma col botto!

Scrivo queste due righe perché credo di aver contribuito alla difesa dei nostri confini geografici. L’8 febbraio usciva un articolo sul blog del vicegovernatore Franco Manzato, “Offerte pasquali per Misurina … in Trentino!!!“, nel quale veniva segnalato uno dei tanti “refusi” che collocano località bellunesi nel vicino Alto Adige o in Trentino.

Manzato non è nuovo a questo tipo di segnalazioni, già in passato era successo che all’uscita dell’articolo i “refusi” sparissero dai siti internet, gestiti evidentemente un tanto al chilo, all’istante. Così è successo anche per leviaggiatrici.it con la vicenda delle offerte pasquali di cui sopra.

Conscio di questa “potenza mediatica”, lo stesso giorno, 8 febbraio 2010, segnalavo al blog di Manzato un altro esempio di errori macroscopici nell’attribuzione delle realtà geografiche. Riporto qui di seguito il mio messaggio, peraltro visibile a questo indirizzo:

Posted 8 febbraio 2010 at 17:04 |

Caro Manzato,
approfitto della circostanza per segnalare il seguente link:

http://belluno.goturismo.it/turismo/trentino-alto_adige/belluno/comune/indirizzo/strade/mappa/cartina/foto_aeree/comuni.htm

Cliccando sulle varie mappe dei luoghi della provincia di Belluno, compare invariabilmente la dizione “Trentino Alto-Adige” a fianco del nome della località bellunese, generando non poca confusione. E’ evidente che il tutto rientra in una operazione di SEO marketing finalizzata a far acquisere nelle SERP più visibilità al Trentino-Alto Adige. E’ incredibile che anche all’interno della struttura delle directory si sia fagocitato Belluno nel Trentino …

Mi stavo attrezzando per una “vibrata” segnalazione di protesta ma non ho dubbi sul fatto che Lei possa essere molto più convincente (ho visto che anche leviaggiatrici.it si sono prontamente adeguate alla geografia ufficiale).

Arrivederci e grazie.

Ho notato con soddisfazione che anche questa volta Manzato si è speso in questa pur piccola, ma non banale, puntualizzazione di carattere geografico, uscendo con un articolo specifico “DA AGORDO A ZOPPE’ DI CADORE, TUTTO IL BELLUNESE IN TRENTINO PER GOTURISMO.IT!!!. Io avrei potuto spedire tutti i messaggi del mondo ma mi avrebbero trattato sempre come una mosca.

Il risultato è stato immediato, le attribuzioni geografiche sono tornate “nei confini del lecito”. Con molta onestà, avendo io posto il commento sul blog di Manzato nell’ormai lontano 8 febbraio, nei giorni scorsi stavo pensando di segnalare la cosa alla nostra Provincia. Ho poi desistito perché, con un atteggiamento fra il conscio e l’inconscio, mi son detto “tanto non gliene frega niente …”. Francamente non ho un valido motivo che giustifichi questo mio pensare, ma così è stato.

Nel frattempo è arrivato il … botto.

Ne hanno parlato:

Riguardo alla lentezza (premettendo che la prossima volta mi rivolgerò, per motivi di competenza geografica, alla Provincia di Belluno), non ho alcuna difficoltà a credere che nell’agenda di Manzato ci siano molti altri impegni, più importanti, del battagliare contro qualche “refuso” di carattere geografico ospitato sui siti internet. Fa tuttavia piacere notare che accanto a problemi di alto spessore si possa trovare il tempo anche per problemi più semplici che però, lo ripeto, banali non sono.

Peccato che la Lega sia così nebulosa quando si parla della “Provincia Autonoma di Belluno”.

Schermata del sito goturismo.it prima della correzione. Non c’era una località bellunese che non fosse in Trentino-Alto Adige: che anticipassero l’ipotetico esito di un referendum sul passaggio di tutta la provincia di Belluno in Trentino?

I commenti sono chiusi