8 Comments

  1. frison
    12 Giugno 2010 @ 09:44

    Lasciando perdere ogni commento sugli interventi del novello Savonarola pedemontano (ormai archiviati nella storia del Bloz), a me preme fare una domanda che da tempo mi arrovella: nei suoi promessi interventi “iconoclastici” e di rottura della quiete politica del botanico palazzo, il nostro è intenzionato a procedere solo verso il De Rossi e la sua società, oppure solo verso la Municipalità, oppure verso entrambe le parti (meglio definirle “entità)? Perché dal suo incerto periodare si evincerebbe, come dice chiaramente Attilio Bianchi, una sua propensione ben precisa. Nel dubbio, urge conoscere le determinazioni del nostro. E’ evidente che una richiesta per danni erariali sarebbe molto più “consona” nei confronti del Comune e dei suoi macroscopici errori (in primis la concessione della garanzia reale e via continuando), mentre nei confronti del De Rossi la situazione dovrebbe essere oggetto di generale analisi e pronunciamento, soprattutto nei Tribunali “ordinari”. Se poi le menti giuridiche messe in moto or ora escogitassero qualche cosa di inedito ed efficace (anche in termini temporali), credo che i lettori del Bloz ed i cittadini di Lozzo sarebbero curiosi ed avidi di una adeguata informativa.

  2. Simpatizzante_pian_dei_buoi
    13 Giugno 2010 @ 01:21

    2. Credo che questa sia anche la linea che De Rossi e i suoi legali stanno intendendo al momento.

    Sono curioso di capire se è questa la linea corretta oppure no!

  3. Attilio Bianchi
    13 Giugno 2010 @ 11:25

    A noi manca un informazione, quali sono i termini dell’ accordo transitivo ( Cioè accordo tra il comune e la sit) del 2008?; citati nella delibera 31 del 16/04/2010. Esiste questo accordo transitivo Simpatizzante? Di tutto l’ iter comunque si evince che, se anche dovesse pronunciarsi un giudice per l’esecuzione, il De Rossi farà opposizione allo sgombero…..poiché vi sarebbe un effetto abnorme tra chiesto e pronunciato………e intanto gli anni passano.
    A me non interessa che la apra tizio o caio a me interesserebbe che si aprisse al più presto ‘sta “maledetta” Caserma . Meo torde con 20.000€’nte scarsela che torde e basta….’ntanto PAGAAPO……sane e bona autonomia.

  4. griso
    13 Giugno 2010 @ 16:33

    Caro Attilio,
    varda che forse te te se sbagliou: non se tratta de “accordo fra ‘l Comun e la SIT”, ma fra ‘l Comun e ‘l Fallimento SIT”, che é roba ben diversa. Chesto, tanto par no fei confusion (liedete ben la delibera che te à citou e te vedarà che é così).
    Te saludo.

  5. Attilio Bianchi
    13 Giugno 2010 @ 22:12

    Giusto…accordo tra comun e curatore falimentare SIT, ma a mi me ‘ntaresa quai che e i termini de ‘l acordo che a sotoscrito al Sindaco
    a nome dela dente de Loze. Che sea da fei ‘na interpelanza…se vedarà….’ntanto grazie de la precisazion Griso. Sane e bona autonomia

  6. griso
    15 Giugno 2010 @ 22:49

    Caro Attilio,
    se te ‘ncuriosise savé i termini de l’accordo tra ‘l Comun e ‘l Fallimento Sit, no ocore che te fade fei alla minoranza interpelanze, basta che i domande de visionà le delibere de Giunta e de Consiglio de la legislatura pasada… I deve savé che i può pretende de visionà qualsiasi documento ‘n entrata e ‘n uscita (esiste ‘na disposizion del Consiglio de Stato a chesto proposito…).
    Se invenzi no i à tempo, chesto ‘nautro discorso. Alora i se smentirae parchè a fei ‘l so dover pulito ghe vò dedicà tempo, costanza, studio e
    determinazion. Se no i vo seguì chesta strada de vardà i atti, i fade pure l’interpellanza, ma fei ‘n modo che i sea efficaci e perentori…Senza impegno,te sa ben che no se otien risultati e alora é meo di a ciasa… Spero, Attilio, de ese stou ciaro. Sane.

  7. s holmes
    15 Giugno 2010 @ 23:16

    Griso, no sta parlà masa auto ke senò i ciapa paura e no vedon pi gnanke le delibere su internet. Noi vedo a fei investigazion. Lasa perde, se contenton ke i ne mete n vetrina le delibere. Sempre meo de niente. I 4 moschettieri no sa gnanche ke i po dorà la spada. Se i taca a dorale i se taia le man … Sane po.

  8. ecco il glorioso consuntivo di lorsignori » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    2 Dicembre 2012 @ 13:14

    […] alla caserma Montiglio, questione della quale si è qui ampiamente dibattuto (vedi per esempio link uno e due). Risultato: costo virtuale del riscatto Euro 240.000 a cui però debbono aggiungersi costi […]