maialini forever

…piddini, grillini: maialini. Prove tecniche di maialismo.

(dai che Franceschini è già in crisi d’astinenza: la poltronite)

"Oggi il #PD è il pericolo numero uno del Paese".Quando Roberto #Fico diceva la sua sul Partito Democratico. #agorarai pic.twitter.com/ehhbgc5iji

— Agorà (@agorarai) April 24, 2018

 

la democrazia diretta e filante...

Più o meno come tutti gli altri, forse un filino peggio:

5 stelle filanti

Un altro contributo al bestiario della politica taliana. Messi lì come cani da guardia hanno funzionato benino. Del resto, per abbaiare non è che servono tutti ‘sti neuroni. Servono, invece, se devi costruire qualcosa, fosse anche una semplice idea di futuro. Ed è qui che li abbiamo visti rimbalzare come palle impazzite in un flipper psichedelico. In campo economico, per esempio, si sono resi protagonisti di alcune uscite che neanche i pinguini in calore avrebbero l’ardire di proporre e, soprattutto, sostenere (un conto è buttarla [leggi tutto …]

piuttosto che votare più-europa...

Diceva un tale: piuttosto che… me lo meno finché non va in giro da solo. Del baldraccone UE s’è detto e si dirà. Inoltre, come valutazione squisitamente politica, nonna Emma è diventata, al pari di tante altre, una creatura immonda (basti guardare al caldo abbraccio con Tabaccio…).

L’ho sepolta almeno da dieci anni, perciò non puzza più. Vent’anni fa avrebbe dovuto ritirarsi dandosi a qualche attività di bricolage. Invece di trastullarsi col bricolage s’è ispirata a Beveridge, e ora la nostra si rivolge ad emarginati ed [leggi tutto …]

Muraro, il figliol profugo

(legaioli comaTosi con ritorno di fiamma)

 

i dolori del giovane Roccon

Noi tutti siamo vicini al suo dolore. Lo capiamo. Non potrà più salire sul bianco destriero e gettarsi nella pugna per darci un futuro indipendentista. Pazienza. Ce ne faremo una ragione.

(che la vicenda sia grottesca, non ci piove; tuttavia, non ci pare che per qualche residuale quozientuccolo nella ripartizione dei voti, per quanto difficilmente “interpretabile”, si possa invocare il ritorno alle urne di una nazione come il Veneto. Poi, siamo made in Italì: tutto potrebbe succedere, anche che gli asini volino).

(la vicenda del giovane Roccon [leggi tutto …]

Massaro e i migranti ne 'i costi non li sosteniamo noi'

Si tratta di capirsi. Ormai la storiella dei “fondi europei” è chiara ai più: sono soldi italiani (col cazzo che sono europei), provenienti dalle tasche degli italiani. Punto. Ma è meglio continuare a precisare (portate pazienza).

Dicendo quello che ha detto, cioè che i costi della “emergenza migranti” “non li sosteniamo noi, né la provincia, né la Regione“, il sindaco di Belluno ha certamente inteso significare che i soldi relativi a quei costi non escono dalle casse del Comune, non escono dalle casse della Provincia, non [leggi tutto …]

bellunesi: 'Dio c'è' (forse) (o del 'eppur si move')

Noi, dell’averci tra i coglioncelli costui nel corso della prossima legislatura, ne avevamo già dato un’interpretazione ultra-biblica: bellunesi: fosse stata l’ebola, avremmo avuto una chance…. Forse siamo stati ascoltati:

(nel toto consiglieri era toccato alla Buzzo lasciare l’agognato posto a Roccon; sembra ora che la Corte d’Appello di Caracas, ricontando i fagioli, abbia escluso “il criceto” a favore di un tal Gidoni che, giustamente, si dice basito)

«Non starò fermo» annucia l’escluso Roccon, «ho in mano un atto di nomina e sono consigliere regionale da una settimana. [leggi tutto …]

bellunesi: fosse stata l'ebola, avremmo avuto una chance...

Avremmo potuto fronteggiare anche un’invasione biblica di cavallette (o lo strenzi per un altro anno a Chigi)!

«Rappresenterò i bellunesi» assicura Roccon.

stanlia e olio (o del guidare contromano)

(se i pore diaule l’avessero fatto avere ad ogni famiglia, il risultato sarebbe stato diverso…)