3 Comments

  1. Visitatore
    21 gennaio 2012 @ 12:41

    Scusa, non capisco il senso di questo post. Forse che non serviva girare per lo sgombero data la poca neve?
    Dove è stata fatta questa foto?

  2. Danilo De Martin
    22 gennaio 2012 @ 23:08

    @Visitatore, quando ho letto il tuo commento non ho dato gran peso a quello che dicevi per il semplice motivo che sotto la foto il mio discorso continuava con qualche riga relativa alla bufera di neve di venerdì ed alle “conseguenze” che avevo avuto modo di valutare. Quindi il senso del post era chiaro, pur ponendo ai lettori un quesito finale.

    Mi sono accorto ora, scorrendo la home page del BLOZ per tuttaltro motivo, che quelle righe non ci sono proprio (un copia/incolla che non ha funzionato, credo) e che giustifica la tua perplessità, in quanto il post risulta certamente “criptico”. Domani provvedo ad integrare l’articolo con le considerazioni che mancano. Grazie per l’osservazione.

  3. Il povero Alemanno (AleDanno) e quei diavoli di previsori meteo » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    7 febbraio 2012 @ 11:05

    […] Trattandosi del bollettino meteo relativo alle Dolomiti, quando si parla di “in quota” non ci si riferisce ovviamente a 800 m slm. Questa notte, a 800 m slm  “al l à poiada” e la misura del soffice manto, mestamente paracadutatosi a terra, è giunta a 9 centimetri (nonostante il vento): secondo i previsori avrebbe dovuto trattarsi di qualche fiocco portato dal vento. Sono previsioni, bellezza. […]