27 Comments

  1. Un contribuente arrabbiato
    9 Luglio 2010 @ 18:27

    Se non ricordo male è il sindaco che deve dire alla polizia locale cosa deve fare e dove deve andare. Diversi anni fa il comune aveva fatto un regolamento per quel servizio. Se la polizia locale, che poi è solo una persona, quello che fino a qualche anno fa faceva il guardia boschi e dopo dell’avvento del governo-regime piazza/manfreda, (scritto giusto e non viceversa, perchè così è) fa il vigile, non viene mandata in giro per controllare il territorio una qualche ragione nascosta ci sarà sicuramente. Come ci sarà anche una ragione nascosta sul perchè il governo-regime ha eliminato l’ex vigile e l’hanno messo in ufficio. Probabilmente non vogliono che sia controllato il territorio e quindi consentire direttamente o indirettamente che ognuno faccia i c@@@i suoi, a partire dal pusterese tafernet – che lascia che le vacche girino dappertutto, boschi e terreni privati compresi e dalla combriccola di quelli delle baite a pian dei buoi, ai cacciatori di cui fanno parte e vanno a braccetto e via dicendo.
    Povera gente di Lozzo, devo dire che è proprio vero il detto comune ……ognuno ha il governo che si merita……
    Quello che accade è sotto gli occhi di tutti. A parte c@@@@te varie non hanno prodotto niente di buono. Solo danni e danni.
    Quel che è peggio è che con il potere che hanno e che esercitano, credono anche di detenere la “sfera del sapere”, loro sanno tutto, e di tutti, e gli altri ignoranti, ed invece sanno da .*.A.*.*.A.. (dove la * sta x C).
    C’è solo da sperare che alla prossima tornata elettoral-amministrativa il Popolo (che non è bue come loro credono) si guardi bene attorno ed analizzi su quanto fatto e metta la croce dalla parte giusta.
    Danilo, cosa vuoi, fotografa e documenta, fai un bel libro delle memorie del governo filo cileno-cubano (pinochet/piaz.-castro/manfr.)
    Ciao

  2. Cittadino
    10 Luglio 2010 @ 08:25

    Cerco di sintetizzare i due concetti espressi, per quanto mi sembra di capire: NON VOGLIONO CHE LA POLIZIA LOCALE FUNZIONI. CHE OGNUNO FACCIA QUELLO CHE GLI PARE, CASO MAI SAREMO NOI, IL POTERE, A MUOVERCI, SE LO RITENIAMO E CONTRO CHI VOGLIAMO, FACENDO INTERVENIRE LA POLIZIA LOCALE MIRATAMENTE. COSI’ SEMBRIAMO BUONI VERSO LA PUBBLICA OPINIONE (MA IN REALTA’ NON LO SIAMO) E CI CREIAMO UN CERTO CONSENSO ELETTORALE.
    Sono SS (che può avere tanti e diversi significati) sono santi, sono stolti, Schutzstaffeln, etc. etc.
    Se è così fanno pena davvero, per non dire di peggio.

  3. MAZARUO
    10 Luglio 2010 @ 14:45

    condivido pienamente danilo e mi chiedo se sia giusto che l’ex vigile sia finito dietro una scrivania con un incarico? ma d altra parte era una delle promesse elettorali spostarlo dalla stada e metterlo, non in un altro paese, ma come vedete dietro una scrivania non si sa a far cosa. e il bello della gente di lozzo é preferire sprecare una paga che vedere come prima uno che se la guadagna senza remissioni con nessuno sulla strada.

  4. Pagaapo
    11 Luglio 2010 @ 11:04

    Torno adès da ‘ndò pa l’Italia e liedo ste ròbe: e iò me domando… ma la minoranza chè fàla? fàla da ride o ala paura de ‘ntrigase. Ela là par sciaudà le carieghe del consilio o par fèise sentì?
    La dènte de Loze no la e solo rapresentada da la magioranza. Al Consilio, organo sovran, come che à ben scrito anche Tilio Bianchi, a so tèmpo avèa volesto che la polizia del comun fose fata da ‘n vigile e da ‘na guardia. Se ‘i aveva stabiliu così ‘na reson la à da èse stàda de seguro. Un da solo no po èse ‘ntel steso momento “‘n piaza o a monte” (Doana o Bajon sarae ‘l deto).
    Ma fin che pago iò chi se ne frega, se duto va a remengo poco ‘ntarèsa, e da fèi vede solo chel che se vo. E la popolazion che non sa come che va le robe crede che duto vade ben, anche se no e così.
    ‘L Berlusca vo fèi lègi pa’ no ‘ntercetà le telefonade de chi che combina porcàde ‘n modo che dute pòse fei chel che i vo, chesta ministrazion à fato e fa ste robe par reson pi o manco compài.
    No se po’ pratènde che l’Italia vade ben quan che ‘ntel pizol le ròbe le è su dò compài.
    Cambia i sogète che guèrna ma a la fin la emme e la stèsa.
    Sane, adès me parecio pa ‘na bela disinfetada de sgnapa.

  5. Pagaremo
    11 Luglio 2010 @ 20:50

    …..se no paga lui (Apo) pago iò (Remo).
    Dai poche comente che vien fora da sta storia somea de capì che la minoranza no ha l coragio de di chel che la pensa. Chesta question ca la e forse pi delicata e mportante de tante autre. La a da ese na patata così bolente che e meio che la reste la da na parte par no scotase.
    E avilente e demoralizante sta roba.
    Al paron comanda e i mus i va davoi.
    Se continua così forse no e gnanche da di pi a votà, che a la fin e compai.
    Sane e bruta nuote ai sonador e bona (se i se la meritarà) ai “sonade”.

  6. Danilo De Martin
    12 Luglio 2010 @ 08:26

    @Pagaremo,
    i comente i é poche ma la dente che vien a liede e senpre de pì. No sei se la liede par fei pasà l tenpo, ma sarae ben autre mode par feilo, credo che ntanto sea da contentase che la dente ciape contato co na realtà che no é chela che i crede. Se te vo tirà su l sorgo bisogna semenalo … Zerto, se la Minoranza pasase ogni tanto a dà n tin de aga no sarae mal …

  7. pierin la peste
    14 Luglio 2010 @ 20:42

    TOSATE!!!!Questo blog è molto interessante,vorrei lanciare un messaggio…siamo a conoscenza di tutti (o quasi) i problemi del paese,ed è evidente che questi non verranno risolti in poco tempo,non potremmo tutti insieme sistemare le cose?intendo dire NOI PAESANI rimboccarsi le maniche e lavorare..ovviamente con il consenso del comune,come sempre su CARTA SCRITTA!!!Non penso che a loro dispiacerebbe…AIUTIAMOCI!!!

  8. Danilo De Martin
    15 Luglio 2010 @ 11:10

    @pierin la peste,
    senza ironia: il Creatore, quando ha creato il mondo animale, uomo compreso, non ha fatto subito il cervello perché riteneva che i diversi organi potessero funzionare bene da soli. Ed in effetti così succede: il cuore funziona perfettamente, le braccia e le gambe svolgono egregiamente il loro compito … fino al momento in cui “è tutto l’organismo ad essere chiamato in causa”. Ed è qui che salta fuori la funzione del cervello (lasciando stare quella nobile di sede della coscienza, del pensiero ecc): è l’organo del coordinamento. L’associazione Latteria Sociale (gambe), la Catubrium (braccia), l’associazione cacciatori (occhio e dito indice), il CAI (cuore) possono anche funzionare bene quando si tratta di svolgere la funzione per cui “sono nate”. Ma chi è che le mette assieme per raggiungere uno scopo “più alto”? Anche senza chiamare in causa le associazioni, rimanendo alla “popolazione” genericamente intesa. Chi è che può canalizzare la (probabile) buona volontà di tanta parte della gente, chi è che può definire le priorità di intervento, coordinare le attività, fornire le risorse, gestire gli interventi, dirimere eventuali problemi (che sempre nascono lì dove ci sono uomini che si confrontano)? E’ qui che casca l’asino!

  9. pierin la peste
    15 Luglio 2010 @ 19:13

    Ovviamente non si possono chiamare in causa le varie associazioni le quali svolgono già un compito importante,ma prendiamole da esempio. Tutto sommato sono costituite da semplici (e non per importanza) PAESANI che mettono a disposizione al nostro amato paese, molto del loro tempo libero e a mio giudizio ottenendo degli ottimi risultati. E qui mi vien da pensare “ma se fossero molte più persone quanto tempo si risparmierebbe e quanto bene farebbe a lozzo? “Piu persone si uniscono meno carico di lavoro cè per tutti! Ad esempio tutti i blozziani potrebbero già costituire una bella squadra, e il coordinatore si potrebbe eleggere democraticamente, io sò già a chi dare il mio voto ma non lo dico perchè è segreto!!!! per adesso….

  10. Una di voi, una x nel ciclo dell'azoto
    15 Luglio 2010 @ 21:48

    Ma perchè ipotizzare l’impossibile e non proporre ai nostri, profumati (economicamente stipendiati) politicanti che legiferino in modo che siano i carcerati a guadagnarsi il mantenimento quotidiano tramite l’esecuzione dei lavori prospettati e non a gravare sulle spalle degli onesti cittadini contribuenti? oppure far intervenire quanti percepiscono la cassa integrazione o la disoccupazione senza battere colpo, oppure a fare il lavoro nero come fanno pure tanti pubblici dipendenti: vv.f, g. di f. etcetera etcetera? sapete che giardini ci sarebbero in tutta Italia?
    Ciao
    Non lasciamoci sempre prendere per il dereta.o!

  11. Mauro Del Favero
    15 Luglio 2010 @ 22:11

    @pierin la peste
    le tue sono ottime intenzioni, ma come dicono ne è lastricata la strada del paradiso.
    Se ognuno di noi dedicasse 2 fine settimana all’anno per il sociale lozzo sarebbe il più bel paese d’italia, che dico del mondo.
    Purtroppo tra il dire e il fare…
    Per riuscire a coinvolgere almeno un centinaio di persone ci vorrebbe un coordinatore che si dedichi almeno 2 giorni a settimana, cosa che potrebbe fare solamente chi lavora in comune oppure un pensionato tipo Nerino all’interno della proloco.
    Sono inoltre convinto che la maggior parte della gente di lozzo si darebbe da fare se gli venissere proposti dei progetti interessanti, ma bisogna qualcuno che faccia il capofila.
    Hai mai sentito parlare dei VIP(volontari in pensione) di calalzo? Ogni anno si prefiggono degli obiettivi e in questi ultimi anni il paese è migliorato parecchio. Perchè a lozzo non possiamo farlo?
    “AAA COORDINATORE CERCASI”!

  12. Pagaremo
    18 Luglio 2010 @ 11:37

    E pasou nautra stemana e da chel che se vede, val a di chel che no se liede, la minoranza no a batu colpo su sta question. Vegnarae quasi da pensa mal.
    Sani…e salvi

  13. Danilo De Martin
    18 Luglio 2010 @ 11:58

    @pagaremo, e pì dornade che luganeghe. Anche io son de l idea, no é na novità, che la velocità de reazion de la nostra minoranza la sea ntin baseta. Del resto anche la magioranza no me par che l abie sti gran Spidi Gonzales! Se te pense che l vertice va a 28 a l ora. I é senpre condizionade dal fato de ese statali: no i vede pi n là de 28 metre, l’angol visual che i à no l va oltre i 28 grade: pensa che a bete nsieme doi de luore no se rua gnanche a 60 grade. Ntin pocheto pal dì de ncuoi …. Pagaremo, porta pazienza, te vedarà che prima o dopo sauta i zerce de la cusina!

  14. Pagaremo
    18 Luglio 2010 @ 13:35

    Sasto na roba Danilo, me preocupa sì al solo pensà che abie da sautà i zerce de la cusina, ma ei pi paura che nota o chelautra saute al botanico palazo par dute le porcade e le putanade che e stade fate e vien fate a descapito de duta la dente che paga le tàse.
    Sane

  15. Guardando la Tv
    18 Luglio 2010 @ 18:06

    Stavo guardando alla Tv la vicenda dell’attentato al Giudice Falcone e Borsellino e mi è venuto in mente quanto scritto da Danilo sulla questione della Polizia Locale di Lozzo ed ho fatto questo ragionamento: Se nel meridione usano quei sistemi per raggiungere certi obiettivi a Lozzo usano il sistema “democratico” elettorale per raggiungere scopi più o meno simili, in proporzione, ben s’intende.
    Se la Polizia Locale viene pilotata da chi ha il potere di farlo, vi sono ampie possibilità che chi la pilota (ed il gruppo che gliu sta attorno) riesca a raggiungere determinati scopi perchè chi dovrebbe controllare il territorio viene dirottato in altre parti. Mi fermo qui perchè ognuno è in grado, sicuramente, di trarre le proprie conclusioni.
    Ciao

  16. un marziano lungo la Traversata del Centro Cadore » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    20 Luglio 2010 @ 09:20

    […] pervenuta in comune tramite la nostra guardia comunale, che come sapete è inchiodata in paese per volontà del sindaco, del vice e della giunta tutta. E’ stato direttamente il vicesindaco che, chiamato sul posto […]

  17. la faina de Fraina
    20 Luglio 2010 @ 11:50

    me e ruou in regia ke al vicesindaco e al piu auto in grado dei prelevatori venatori de loze i li ha viste a Fraina ntorno la recinzion.

    Che sea da spietase un intervento di sistemazione ambientale da parte dei cacciatori? Speron che al sea gratis. Che no avone anche le BEFE.

  18. mentre a Faé-Veleza si sbanca il territorio, la guardia comunale di Lozzo di Cadore è costretta a contare le macchine che passano per il paese » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    21 Luglio 2010 @ 10:58

    […] che non vuole andare, è il sindaco, il vice e (forse) la giunta che lo hanno incatenato a Lozzo (vedi abbandono di Pian dei Buoi, sorgente di Fraina). Perché faccia più multe, […]

  19. Danilo De Martin
    31 Luglio 2010 @ 11:10

    Per la Gente di Lozzo ha presentato una interrogazione sullo stato in cui versa la sorgente di Fraina (qui il collegamento).

  20. Per la Gente di Lozzo » interrogazione relativa allo stato in cui versa la sorgente di Fraina a Pian dei Buoi
    31 Luglio 2010 @ 11:11

    […] versa la sorgente di Fraìna a Pian dei Buoi (per una prima presa d’atto puoi consultare il seguente articolo sul […]

  21. batadoira
    1 Agosto 2010 @ 11:30

    Se ben imbeccati anche la minoranza funziona.
    Potevate anche chiedere quanti privati utilizzano quell’acqua e se per caso la pagano.
    Sane e grazie

  22. Danilo De Martin
    1 Agosto 2010 @ 12:32

    @batadoira,
    nel tuo commento c’è un “voi potevate” che andrebbe chiarito, ma ci provo dopo. Rispondo invece nel merito: non solo io avrei chiesto quanti privati utilizzano l’acqua, e se conseguentemente pagano il dovuto (se previsto), ma avrei preteso una contestuale rappresentazione grafica delle “diramazioni” dell’acquedotto ed opere accessorie. Poi avrei voluto sapere se la nostra guardia comunale è stata mandata ad effettuare una verifica dei danni e delle relative conseguenze. Resta il fatto che, così come è stata presentata, mi sembra che l’interrogazione vada perfettamente incontro alle necessità di “tenere informata la gente di Lozzo” (per quel che si può) su ciò che succede sul nostro territorio. A dire il vero avrei aggiunto qualche domanda “secca” sullo stato di potabilità di quest’acqua: a questo riguardo credo che la minoranza abbia consapevolmente “glissato” …

  23. Danilo De Martin
    1 Agosto 2010 @ 16:35

    @batadoira (11:30) per quanto riguarda quel “potevate anche chiedere“. Senza ipocrisie, con le quali non si va da nessuna parte. La minoranza non ha mai nascosto le proprie difficoltà nell’intraprendere ed alimentare quell’azione di controllo, pungolo ed eventuale contrasto che ci si aspetta da ogni minoranza. Allo stesso tempo ha chiesto e continua a chiedere supporto a tutte le persone che, a qualsiasi titolo, sono disposte a collaborare con loro. Ma se la minoranza “è sola” non credere che la maggioranza non lo sia. Sono comunque quattro gatti, con il vantaggio che hanno la maggioranza dei voti (che si traduce in responsabilità di governare, o perlomeno tentare di farlo).

    Se dunque la minoranza è aperta al sostegno di chiunque voglia partecipare, a seconda delle proprie competenze e in funzione del tempo di cui può disporre, il vero problema è come coordinare gli eventuali contributi. Chi partecipa a questo “sforzo” deve sapere però, fin dall’inizio, che qualsiasi cosa possa proporre deve poi accettare una “verifica” da parte di chi compone la minoranza e che “ci mette la faccia” soprattutto in senso politico, ma non solo. E se questa verifica comporta qualche “taglio” alle idee proposte se ne deve fare una ragione o, legittimamente, può decidere che “non è il caso di perdere altro tempo” e tornare alle proprie occupazioni.

    Finché, ammesso che sia possibile, non si sarà ben definita questa “base di persone” che dovrebbero sostenere la minoranza con il proprio contributo, quel “voi” (detto senza malizia ma che intende “comprendermi”, anche se ciò non mi comporta alcun disturbo) dovrebbe essere inteso come un “loro“, per correttezza nei confronti dei componenti della minoranza. Su certe questioni non mi trovo con loro in sintonia e non lo ho mai nascoso, ma ciò non mi impedisce di collaborare sui temi di interesse comune. Se imbeccare significa proporre alcune delle proprie idee al vaglio della minoranza su un argomento da loro posto “sul tavolo”, beh allora mi trovi d’accordo.

  24. batadoira
    2 Agosto 2010 @ 09:30

    Scusa per il “voi” ma è stato solamente dettato della foga di scrivere dopo aver letto il “collegamento” che avevi fatto per la loro interrogazione. Mi sembrava di scrivere direttamente a loro, no son tanto pancio con ste tecnologie. La prossima volta, se ci sarà, starò più attento.
    Sane e grazie

  25. Danilo De Martin
    2 Agosto 2010 @ 10:08

    @batadoira, ho infatti sottolineato che quel “voi” era senza malizia ma che, per com’era scritto, mi “comprendeva” ed ho pensato di chiarire. Sono infatti contento che tu mi abbia dato lo spunto per spiegare questo tipo di situazione “a tutti”. Per il resto non ti devi scusare, scrivi pure con tranquillità se ti pare perché, quando ritenuto necessario, ognuno di noi può eventualmente “precisare meglio”.

  26. Lozzo di Cadore, sindaco alle prese con interrogazione su Fraina: non basta più Babbo Natale, qui ci vuole l’esorcista » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    29 Dicembre 2010 @ 09:34

    […] tanto tempo fa, la minoranza di Per la Gente di Lozzo presentò una interrogazione relativa allo stato in cui versa la sorgente di Fraina a Pian dei […]

  27. se un cittadino vuol sapere qualcosa su Bim-Gsp, vada dal suo sindaco » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    23 Febbraio 2012 @ 07:40

    […] Tempo fa la minoranza di Per la Gente di Lozzo ha posto una prima interrogazione riguardante le vergognose condizioni di degrado della recinzione della sorgente di Fraina. La risposta, piena di buchi come un groviera, è […]