4 Comments

  1. confronto andamento presenze turistiche in Alto Adige, Cadore, STL Dolomiti e altre ripartizioni del Veneto dal 2000 al 2013 » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti
    2 aprile 2014 @ 13:04

    […] aver analizzato l’andamento delle presenze turistiche in Cadore, STL Dolomiti e altre ripartizioni montane […]

  2. Claudio
    4 aprile 2014 @ 10:15

    I dati dei flussi sono negativi e questo si sa.
    Ad uno sguardo veloce ci sono però alcune cose che non mi tornano (differenza tra le diverse aggregazioni di dati)… giusto per non dare informazioni inesatte anche se il trend è comunque evidente.

    Sarebbe interessante valutare anche altri aspetti della dinamica turistica perchè, sempre più, le indicazioni del solo flusso sono sempre meno significative e non danno indicazione di cosa esattamente sta succedendo.

  3. Danilo De Martin
    4 aprile 2014 @ 11:20

    @Claudio,
    se puoi essere più preciso posso cercare di verificare i dati che ti rendono perplesso: la matrice di dati base è assolutamente corretta e verificata ma poi faccio frequenti taglia-incolla dei medesimi quindi, anche se normalmente riverifico, potrebbe capitare di attribuire a colonne X il dato proveniente da Y. Attenzione perché qui si tratta di dati percentuali. Riguardo ad “altri aspetti” della dinamica turistica sono d’accordo ma le lasciamo fare ai professionisti: qui mi limito a gettare un po’ di luce in un mondo nel quale e del quale spesso si parla a vanvera, cioè senza avere un minimo di dati di base sui quali confrontarsi (in poche parole: so che sto misurando la febbre ma che si possono fare anche le analisi del sangue).

  4. Danilo De Martin
    5 aprile 2014 @ 13:28

    @Claudio,
    ho trovato il tempo per verificare i dati percentuali e quelli sono. Resto naturalmente in attesa di eventuali segnalazioni puntuali.