Andrea Franceschi e la borsa di Tokyo

Quando ho letto il titolo “Niente contagio dalla Borsa di Tokyo (di Andrea Franceschi)” ho subito pensato: vuoi vedere che dopo aver dato una mano ad innaffiare qualche fioriera a Calalzo di Cadore, il sindaco “nominale” di Cortina si è convinto a prodursi in attività più consone al proprio ruolo di primo cittadino, ancorché momentaneamente sospeso? Il commento delle notizie economiche sarebbe stato uno scalino oltre le attività florovivaistiche prospettate per rendere meno pesante l’esilio. Ma niente, è solo un’omonimia.

 

I commenti sono chiusi