'buone pratiche' altoatesine vs 'cattive pratiche' bellunesi

Bloomberg News, The Sunday Telegraph, De Telegraaf: queste sono le 3 ‘testate’ giornalistiche che hanno cercato di capire quale sia la marcia in più che permette all’Alto-Adige, in questa Italia di m…a, di primeggiare rispetto al nero baratro da essa rappresentato. Le ‘testate’ sono dell’avviso che l’Italia potrebbe trarre, dalle buone pratiche altoatesine, utili indicazioni per risollevarsi dalla crisi.

Gli inviati si sono recati a Bolzano dove sono stati accolti da Durni. Si racconta che i corrispondenti, dopo aver svolto il loro compito a Bolzano, avessero l’idea di passare alla vicina Belluno, per cogliere aspetti inconsueti di governance locale da indicare in positivo contrasto con quella italiana, da loro ben conosciuta.

Quando hanno detto loro che il PDL-locale, alleato della Lega, aveva da poco “accoltellato” Bottacin, presidente leghista della Provincia, sfiduciandolo, e lasciando quindi l’Ente senza guida in questo momento particolarissimo della sua vita istituzionale (si pensi anche alle problematiche legate all’Autonomia), hanno avuto un primo sussulto.

Quando hanno detto loro che il miglior esempio di best-practice poteva essere dato dalla vicenda del buco dell’acqua del Bim-Gsp (guidato dal PDL) e dalle ultime news ad essa correlate, se ne sono sdegnosamente andati dicendo: “a noi interessano fatti nuovi”. Peccato, una occasione persa per dimostrare di che pasta sono fatti i nostri amministratori.

(Servizio stampa Provincia Autonoma di Bolzano)

Dall’esempio dell’Alto Adige l’Italia potrebbe trarre qualche utile indicazione per risollevarsi dalla crisi: così almeno la vedono alcune importanti testate giornalistiche internazionali, che nelle ultime settimane hanno intervistato il presidente della Provincia Luis Durnwalder sulla gestione dell’autonomia e la situazione socioeconomica locale.

La rinomata agenzia economica americana “Bloomberg News” ha voluto illustrare l’eccezione altoatesina rispetto alla crisi italiana attraverso una lunga intervista al presidente Durnwalder condotta dal corrispondente londinese della testata. A Durnwalder sono state chieste una valutazione della situazione politica ed economica nazionale e la ricetta del modello Alto Adige, considerato un caso positivo rispetto alla difficile congiuntura del Paese (articolo disponibile online: www.bloomberg.com/news/2011-10-05/euro-s-teutonic-fault-line-finds-german-speaking-italians-savoring-no-debt.html)

Al tema ha dedicato una pagina anche “The Sunday Telegraph”, uno dei maggiori giornali domenicali della Gran Bretagna (tiratura 500mila copie), che titola: “Italy on the brink – and divided” (Italia davanti all’abisso – e divisa). La redattrice di politica estera Harriet Alexander è giunta a Bolzano per approfondire il tema con il presidente Durnwalder e illustrare il sistema autonomistico locale, definita un’esperienza di successo frutto di molto lavoro (articolo disponibile online: www.telegraph.co.uk/finance/financialcrisis/8857262/North-Italys-success-story-amid-faltering-faith-in-Rome.html)

Nel fine settimana anche il maggiore quotidiano olandese, “De Telegraaf” (tiratura 700.000 copie), pubblicato ad Amsterdam, ha dedicato una mezza pagina alla situazione altoatesina, in positivo contrasto con quella italiana. Da Bolzano, dove ha incontrato il Presidente della Provincia, il corrispondente Maarten van Aalderen sintetizza nel titolo che il Paese trova già al suo interno una risposta alla crisi nazionale con l’esempio positivo della regione di lingua tedesca (articolo disponibile online: http://telegraaf-i.telegraaf.nl/telegraaf/_main_/2011/11/19/028/)

I commenti sono chiusi