la Casta nella notte salva tutti i privilegi

L’articolo di Bechis su Libero è del 15 luglio scorso ma chi si informa in rete lo ha letto subito anche perché è stato ripreso da vari commentatori ed altre testate fra cui il Fatto Quotidiano. Il racconto mette in luce, se mai ce ne fosse stato il bisogno, di come la Casta si autoperpetui in spregio a qualsiasi considerazione relativa allo stato reale del Paese.

La Casta è composta da un destra-centro-sinistra ad amplissimo spettro (diciamo pure 360 gradi). La ricostruzione di Bechis da una parte, le prime considerazioni sul FQ dall’altra, insieme al tentativo tapino dei senatori del PD Adamo e Sanna chiamati in causa e sbugiardati dalla controreplica del FQ (in coda al medesimo articolo), ci danno un’idea limpida della classe politica che ci sta governando. Questa classe politica è irriformabile, va in qualche modo seppellita.

C’è chi, come Flores d’Arcais propone una cura radicale per la Casta, chi segnala la rivolta bipartisan in Rete contro la Casta, chi pensa di fare Piazza Pulita …, chi infine mette in luce l’Egoismo dei Politici riconoscendo, non v’è dubbio alcuno, che “lo stipendio dei parlamentari è solo l’ultimo dei nostri problemi”.

Ad ogni buon conto: fuori dai coglioni, tutti. Abolitevi, altrimenti vi aboliremo.

I commenti sono chiusi