le eclissi di luna nuova

Nel variegato panorama informativo italico appaiono spesso gustose perle giornalistiche come questa tratta da Libero:

Sono stati in molti ieri sera a vedere l’eclissi di Luna del 25 aprile. Una eclissi parziale, ma a rendere particolare l’evento è stato il fatto che è accaduto in un notte luminosa di Luna piena: […]

Ti rendi conto che i giornali scrivono frequentemente cazzate quando si cimentano in campo scientifico o quando sciorinano cronache di fatti di tua conoscenza o a te vicini (mi ricordo, ad esempio, un articolo su don Bisaglia trovato morto nel lago Centro Cadore …). Nello svarione sono incorsi anche Repubblica, il Sole, il Corriere ed altri giornali (non te lo aspetteresti però da Wired) per il solo fatto che tutti hanno pescato da un’Ansa andata a male e “copia-incollando” si sono infettati a loro volta (è così che spesso si perpetuano gli sbagli).

L’eclissi di Luna non può che accadere quando essa è nella fase di plenilunio (l’evento quindi non può – per questo motivo – ritenersi particolare, essendo una sorta di forzosa consuetudine). Prova tu, con il Sole che sputa fuoco e luce alle tue spalle, ad eclissare la Luna quando è a un quarto!! Sarebbe come sparare un proiettile da un fucile ed aspettarsi che a metà traiettoria metta fuori la freccia e giri di 90°.

Sarebbe come se ci aspettassimo che alle assemblee del Bim-Gsp i sindakos bellunesi non alzassero la mano unanimemente o non prendessero – goduriosi – a sbatacchiarsi i di loro coglioni (e purtroppo anche i nostri) come hanno fatto finora (e siamo sulla soglia del decennale di questo delirio dei sindaci); sarebbe come se pretendessimo di non trovare solenni cazzate, confezionate e consegnate ai posteri, nei bollettini comunali di Lozzo di Cadore, insieme di frattaglie e interiora propagandistiche.

eclissi_parziale_di_luna_il_25_aprile_6970

(Foto: Wired.it)

 

I commenti sono chiusi